Condividi su:

Cosa vedere a Cuando Cubango, la provincia dell’Angola

Leggi tutti gli articoli dell’Angola

Mappa di Cuando Cubango

Nell’estremo sud-est dell’Angola è presente la provincia di Cuando Cubango, una delle 18 che compongo il territorio del paese africano. Seconda per estensione, subito dopo alla vicina provincia di Moxico, Cuando Cubango ha come capoluogo Menongue e in totale si sviluppa per quasi duecentomila chilometri quadrati.

Come per tutte le province dell’Angola, anche della di Cuando Cubango è suddivisa in ditretti, nove per la precisione: Cuchi, Menongue, Cuangar, Nankova, Cuito Cuanavale, Mavinga, Calai, Dirico e Rivungo. La capitale Menongue si sviluppa lungo la riva del fiume Kuebe, da sempre fondamentale nell’economia locale.

Infatti, l’intera provincia, come per tutte quelle senza sbocchi sul mare, ha un’economia centrata sull’agricoltura e sull’allevamento di bestiame, mentre è di stampo più recente la vocazione turistica. La provincia è inoltre una delle più importanti in Angola per l’apicoltura, tanto che vi si allevano il maggior numero di api di tutto il paese. Non solo: la provincia di Cuando Cubango è una delle più ricche in termini di risorse minerarie, con scavi molto proficui di oro, rame e diamanti.

La provincia di Cuando Cubango, talvolta riportata con il toponimo Kuando Kubango, confina direttamente con la Namibia e con lo Zambia. Per diversi decenni dello scorso secolo, la provincia fu una delle più ricche e sviluppate dell’Angola, divenuta poi vittima di bombardamenti della Guerra Civile durata dal 1975 al 2002.

I contingenti danni subiti rallentarono nettamente la crescita del territorio, portando anche a un periodo di carestia tra i cittadini. Fortuna vuole che l’Angola sia riuscita a riprendersi rapidamente dagli scontri, ricostruendo e migliorando tutti gli edifici e città danneggiate. All’interno della privincia sono presenti diversi gruppi etnici, tra cui gli Nganguelas divisi in N’Yembas e M’Buelas, i Mucussos e Kuagares.

Molto interessante è anche il clima, di tipo tropicale, con una media annua di 20°C. Consigliamo di evitare il periodo compreso tra maggio e settembre, in quanto è quello che combacia con la stagione delle piogge, che facilmente superano i 2000 mm annui. Il principale aeroporto della provincia è quello di Menongue, con collegamenti diretti con diversi paesi africani. Altri aeroporti sono quelli di Kuito Kuanavale, Mavinga e Rivungo, che offrono però solo collegamenti nazionali.

OneMag-logo
Link-uscita icona Bengo, Angola | Cosa vedere nella provincia del Bengo, Angola

Cosa vedere nella provincia di Cuando Cubango

Panorama provincia Cuando Cubango, AngolaLa provincia di Cuando Cubango gode di bellezza rara, tanto da essere uno dei territori in maggior sviluppo in termini turistici. Questa porzione di territorio angolano infatti offre varie attrazioni naturalistiche, perfette per godersi un weekend indimenticabile. Tra i siti di maggior rilievo citiamo il Monte Malova e le cascate di Maculungungo, perfetti con la prerogativa dell’escursionismo. Non da meno sono i sentieri lungo il fiume Cutato e le caverne nel Monte del Bototo.

Vicino a Menongue troviamo i resti della Fortezza di Muene Vunongue, la più importante testimonianza del periodo coloniale in provincia di Cuando Cubango. Tra gli altri luoghi turistici meritevoli di essere menzionati segnaliamo i centri storici di Missombo e Balombo (nella Fortezza Mbugeya Kandyema).

Nella provincia di Cuando Cubango troviamo anche molte riserve naturali. La più importante è la Riserva Naturale di Luiana, che si estende su un’area di 8400 kmq ed è stata istituita nel 1966, giusto vicina ai confini sia con lo Zambia che con la Namibia. Una delle caratteristiche più interessanti della provincia è la numerosa colonia di elefanti, facilmente individuabili presso la Riserva Naturale di Mavinga. Tra le altre specie di fauna citiamo elefanti, rinoceronti, antilope nera, leoni, leopardi, iene e struzzi


 

Condividi su: