Crans-Montana, il borgo svizzero nel Vallese

Guida di Crans-Montana, il borgo svizzero del cantone francofono del Vallese, una stazione sciistica di fama mondiale. Crans-Montana ha ospitato vari eventi, dalla Coppa del Mondo di Sci nel 1977 al Campionato mondiale di sci alpino di giusto 10 anni dopo. La cittadina è nota anche per le piste ciclabili e percorsi trekking in estate. Inoltre Crans-Montana è il luogo perfetto per gli amanti del golf con il suo campo da 18 buche. Nelle vicinanze del borgo troviamo San Leonard, il più grande lago sotterraneo d'Europa, Evionnaz e il suo Labyrinthe Aventure, e Leukerbard Therme, uno dei parchi termali più importanti della Svizzera.

Guida di Crans-Montana, Svizzera

icona-articolo

Siamo nel cantone francofono del Vallese, dove troviamo Crans-Montana, una stazione sciistica di fama mondiale che ogni periodo dell’anno regala ai suoi visitatori emozioni sportive e non solo.
La sua altitudine, 1500 metri sul livello del mare, la colloca come una meta sportiva
in inverno, con il suo comprensorio sciistico, ma anche in estate, quando si può giocare a golf o praticare trekking.

Una volta raggiunta, Crans-Montana saprà stupire il visitatore con un panorama che si affaccia sul Monte Bianco e sulla Punta Dufour, senza dimenticare il Cervino. E’ nota come la Vallata del Sole grazie alle tante giornate illuminate proprio dai raggi solari, quasi 10 mesi all’anno.

Le origini di Crans-Montana

Storia di Crans-Montana

Il villaggio di Crans-Montana ci riporta alla fine del 1800 quando due soci decisero di aprire il primo albergo della località, l’Hotel Du Parc. Nonostante le difficoltà iniziali, date anche dalla completa assenza di strade che permettevano di raggiungerlo, l’Hotel Du Parc era destinato all’inevitabile successo.
Complice di questa importante svolta la scelta, da parte di un medico, di definire la località perfetta per curare la tubercolosi, inserendola quindi tra le vallate salubri. L’aria che si respira a Crans-Montana, infatti, permetteva la cura di numerose patologie respiratorie.
Vennero quindi costruite le strade e anche diversi sanatori, nel tempo poi anche loro trasformati in hotel, spesso di lusso.

Per diversi decenni Crans-Montana era di fatto una località dove ci si recava per cure mediche e la sua notorietà era quasi esclusivamente dovuta proprio alla cura delle patologie. Siamo a metà del secolo scorso e le aumentate conoscenze mediche contribuirono a ridurre notevolmente il numero di malati che sceglievano la cittadina per porre rimedio ai propri disturbi.
Era arrivato il momento di pensare a Crans-Montana in una nuova ottica e cosi, quasi rapidamente, venne trasformata in meta perfetta per il turismo sportivo invernale. I vari eventi organizzati, dalla Coppa del Mondo di Sci nel 1977 al Campionato mondiale di sci alpino di giusto 10 anni dopo, fece accrescere in maniera esponenziale il prestigio di Crans-Montana.
Gli appassionati di sci ricorderanno Alberto Tomba che proprio qua vinse l’ultima gara della sua carriera, lo slalom speciale, nel 1998.

Crans-Montana in inverno

Crans-Montana in inverno

L’inverno è naturalmente il periodo migliore in assoluto per visitare Crans-Montana, specie se appassionati di sport invernali. Le piste qua si estendono per oltre 140 km, regalando emozioni a qualunque livello di abilità, grazie ad una offerta che comprende piste blu, rosse e nere.
Gli sportivi che praticano sci di fondo potranno invece trovare una offerta composta da oltre 20 km di piste.
E, per tutti gli altri, non mancano certo piste da praticare in slitta o con l’airboard, una slitta realizzata in materiale sintetico con cui scendere anche sdraiati sulla pancia e rendere unico il divertimento.

Oltre allo sci la vita notturna di Crans-Montana è davvero vivace con vari eventi organizzati per accontentare qualsiasi turista. Anche l’offerta culturale non è certo da meno, grazie a mostre e festival organizzati soprattutto a Le Regent, il centro congressi che ospita frequentamente eventi di vario tipo.

– Natale e Capodanno a Crans Montana

Capodanno a Crans-Montana

Uno dei periodi di massima affluenza è quello delle vacanze di Natale e di Capodanno, quando le strade si illuminano e si vestono di tipiche ghirlande. Diversi anche gli spettacoli in programma, eventi studiati sia per i più piccoli che per i genitori, che potranno divertirsi e rilassarsi.
Da vedere anche il tradizionale mercatino di Natale, ricco di specialità alimentari, vini locali ma anche oggetti di artigianato. Durante il mercatino sarà facile trovare numerosi artisti di strada pronti a farvi sorridere e a regalarvi un momento davvero unico.
A Capodanno la tradizione vuole che ci si ritrovi in gruppo, a casa oppure in uno dei tanti locali e alberghi della città. E’ tipico mangiare una torta di pere e prepararsi ai festeggiamenti della mezzanotte.

Crans-Montana in estate

Crans-Montana in estate

Se l’inverno è il momento in cui la cittadina del Vallese regala intense emozioni sportive, in estate si trasforma per diventare il paradiso degli escursionisti e dei ciclisti.
Quasi 180 km di piste per mountain bike e percorsi trekking di varie difficoltà, regalano al visitatore estivo di Crans-Montana una offerta completa ed assoluta.
Qui è anche il luogo perfetto per gli amanti del golf. Nel 1906 venne fondato il Golf Club Crans-sur-Sierre, quello che oggi rappresenta il più importante golf club di tutta la Svizzera, e il suo percorso di 18 buche è spesso sede di numerosi eventi internazionali. E’ presente anche un secondo percorso, sempre di 18 buche, anch’esso di primissimo livello e progettato da Jack Nicklaus
, l’ex golfista americano che in molti considerano, grazie ai suoi record, il miglior giocatore di golf di tutti i tempi.

Gli amanti delle passeggiate potranno approfittare della bella stagione per raggiungere il vicino borgo di Mund, piccola località che per secoli ha vissuto grazie alla coltivazione dello zafferano. Tra edifici storici e viuzze secolari, non perdetevi proprio il Museo dello zafferano, dedicato naturalmente alla nota spezia e alla sua importanza per Mund. Numerosi anche i negozi pronti a vendervi una bustina dello zafferano qua prodotto.

OneMag-logo
Dove sciare in Svizzera

Cosa vedere a Crans-Montana

Cosa vedere a Crans-Montana

L’offerta culturale di Crans-Montana è di certo paragonabile alla sua qualità di vita.
Tra i musei meritano una visita il Museo del Grand Lens, che celebra i ricordi dello storico agglomerato, Grand Lens appunto, che univa i comuni di Monata, Lens ed Icogne. Il museo, la cui sede è in una casa tipica del XIX secolo, racconta la vita degli abitanti e le loro abitudini attraverso una mostra di numerosi reperti, tutti databili alla fine del XIX secolo.
Da non perdere tra le cose da vedere a Crans-Montana anche l’Ecomuseo di Colombire, un museo che ripropone tre storiche e tipiche abitazioni della valle.
Gli appassionati di treni potranno invece divertirsi nella Fondazione Svizzera dei treni in miniatura, con oltre 1300 modelli che raccontano la storia di 150 anni di ferrovie svizzere.

OneMag-logo
Saas-Fee, vacanze invernali ed escursioni sulle alpi della Svizzera

I dintorni di Crans-Montana

Non perdetevi i dintorni di Crans-Montana, luoghi e borghi da scoprire, specie in estate, per completare la conoscenza di questa vallata del Vallese. Alcune di queste escursioni meritano assolutamente di non essere perse.

  • San Leonardo: Da non perdere una delle attrazioni naturali più interessanti in assoluto, quella del più grande lago sotterraneo d’Europa. Sono oltre 6.000 km quadrati, inftti, la superficie di questo lago inserito in una enorme grotta, la cui lunghezza è di oltre 300 metri. Approfittate di questa escursione per ammirare non unicamente il lago ma anche i numerosi residenti della grotta, i pipistrelli.
    La sua scoperta risale al 1943 e, da allora, il livello dell’acqua è in costante diminuizione.
  • Evionnaz: Perfetto per tutti gli amanti delle attività all’aperto, Evionnaz è la sede del Labyrinthe Aventure, ovvero il labirinto più grande del mondo, con all’interno numerosi spazi di gioco e perfetto per far trascorrere qualche ora di serenità ai più piccini.
    Sempre ad Evionnaz da non perdere un viaggio nelle miniere di sale, attività che per decenni ha caratterizzato l’economia locale e che oggi è ricordata in un museo.
  • Leukerbard Therme: Tra i parchi termali più importanti della Svizzera troviamo Leukerbard Therme, dove i più piccoli si potranno divertire con le piscine all’aperto e i più grandi con le tante aree termali e di relax.
    Il parco è aperto tutto l’anno grazie anche ad una piscina coperta.
Condividi su: