Cracovia, cosa vedere nella splendida città polacca

Cracovia, cosa vedere nella splendida città polacca, luogo natale di Papa Giovanni Paolo II e ricca di storia e di folclore. Scopriamo Cracovia.

Cracovia, viaggio nella principale
località
turistica della Polona

Roccaforte della cultura locale e principale località turistica della Polonia, Cracovia stupisce i suoi visitatori con una serie di attrattive che la rendono unica ed indimenticabile. 

Conoscere la città significa fare un bagno di storia e folklore locali. Un importante fulcro è lo Stare Miasto, la città vecchia alla quale si accede tramite il Barbacane, un enorme bastione, o tramite la Porta Floriana, spettacolare cinta muraria.

Il centro cittadino si si sviluppa intorno alla piazza Rynek Glowny la più grande d’Europa nel suo genere. Su di essa confluiscono ampie strade popolate da chiese in stile gotico, palazzi nobiliari ed imponenti edifici come il Municipio ed il Fondaco dei tessuti.
Intorno a quel che resta della cinta muraria si snoda il Planty, una striscia di parco che occupa quello che un tempo era il fossato.

Cosa vedere a Cracovia

Cracovia, castello di Wavel

In città si trova il castello di Wawel, situato sull’omonima collina e simbolo della nazione. Il fascino medievale del maniero esplode nella sua architettura tipica con alte guglie proiettate verso il cielo e le torri che raccontano una storia pregna di mistero.

Visitando il castello è possibile apprezzare gli appartamenti e le camere reali, ambienti realizzati in stile rinascimentale e barocco. Molto particolare è la Sala dei deputati con il suo soffitto decorato con 30 bizzarri visi umani.

All’interno delle mura della fortezza si trovano la Cattedrale di Wawel, il più importante edificio religioso polacco, e due camere mortuarie, la cripta dei poeti e quella dei reali nelle quali si trovano le spoglie di molti re ed eroi nazionali.

Il Museo Czartorsky è un altro sito importante di Cracovia. Al suo interno sono custodite collezioni d’arte antica, arte decorativa internazionale e pittura europea. Tra tutti i capolavori qui presenti spiccano la Dama con l’ermellino di Leonardo da Vinci ed il Paesaggio con il buon samaritano di Rembrandt.

La miniera di sale

Wieliczka, miniere di sale

Una meraviglia inaspettata è sicuramente la miniera di sale di Wieliczka, situata poco fuori città. Il sito è famoso per lo spettacolo incredibile che offre: pozzi e camere pieni di sculture e bassorilievi interamente scolpiti nel sale. La spettacolare bellezza del luogo, arricchito anche dalla presenza di un lago salato, è stata riconosciuta Patrimonio culturale dell’Umanità dall’Unesco.

Con una scalinata di 380 gradini di legno si scende ad una profondità di 135 metri raggiunta la quale ci si addentra in una serie di camere ricavate nel sale decorate dai minatori che un tempo vi lavoravano e che hanno anche creato anche le cappelle come quella della Beata Kinga, santa protettrice dei minatori locali.

BreslaviaBreslavia, la piccola Venezia della Polonia
Breslavia, la piccola Venezia della Polonia premiata nel 2018 con l’Oscar per il turismo, una località ‘slow travel’ da non perdere. Ecco Breslavia


La città deve parte della sua notorietà al fatto di essere vicina al luogo di nascita di Karol Wojtyla, divenuto poi Papa Giovanni Paolo II, il figlio prediletto di Cracovia la cui storia è ripercorribile nei luoghi più significativi della sua vita.

E questa possibilità rappresenta un valore aggiunto per i turisti che, sempre più numerosi affollano Cracovia, respirando l’atmosfera suggestiva della bellezza di questa città che conosce la propria grandezza e lascia che sia scoperta senza ostentazione alcuna.

Scopri di più:

Fiordi Norvegesi
Malta, guida turistica di viaggio

 

Condividi su: