La Costa Verde della Sardegna
Spiagge e territorio

Tutti gli articoli della Sardegna


Icona articolo

Il suo nome deriva dal colore della vegetazione che la circonda, ginepro e ginestra soprattutto, che parte dalle montagne fino ad arrivare in valle e alle dune di sabbia. La Costa Verde della Sardegna è anche nota come la Marina di Arbus, dal nome del comune che caratterizza la costa. Sono oltre 47 km di litorale che si estende da Capo Pecora a sud fino a Capo Frasca a nord. Spiagge immensi e deserti di sabbia sono le principali caratteristiche del luogo, spesso visitato dal cervo sardo, specie nelle prime ore del mattino.

Siamo nella parte Sud Occidentale della Sardegna, nell'ex provincia del Medio Campidano, circa un'ora da Cagliari. Il Maestrale invernale modifica il paesaggio di anno in anno e non sarà difficile trovare variazioni se non tornate da qualche tempo. Qui infatti il territorio è perlopiù incontaminato, memore della sua antica tradizione mineraria che fino alla metà dello scorso secolo era la principale attività economica. Probabilmente questa è la principale ragione che spinge i turisti a scegliere la Costa Verde rispetto ad altre ben più blasonate riviere della Sardegna. Qui il relax e la pace predomina su tutto, senza strutture albergherie di particolar richiamo e senza il trambusto di altre zone. Pronti quindi a scoprire la Costa Verde della Sardegna?

 

Costa Verde, le spiagge

La bellezza incontaminata è la principale caratteristica quindi di questo territorio, confermata anche dalla presenza di numerose specie animali. Tra gli altri questo è il territorio dove avvistare la tartaruga Caretta Caretta che qua viene a deporre le uova lungo le spiagge di Scivu e Piscinas.

Scegliere di fare una vacanza nella Costa Verde della Sardegna significa cegliere una delle località più isolate della Sardegna, senza spiagge attrezzate o grandi alberghi. Qua infatti l'accoglienza è perlopiù offerta da agriturismi e B&B di piccole dimensioni. Ecco le principali cose da vedere nella Costa Verde della Sardegna.

 

  OneMag-logo
Link-uscita icona Vuoi scoprire in quale altro luogo la tartaruga Caretta Caretta depone le sue uova?

Arbus, Costa Verde

Costa Verde, veduta sulla spiaggia di ArbusNella provincia del Medio Campidano troviamo il comune di Arbus, caratterizzato da promontori, rilievi ma soprattutto proprio dalla Costa Verde, il paradiso affacciato sul Mare della Sardegna.

La meta è frequentatissima dai turisti che, oltre al mare, vengono a visitare la frazione di Ingurtosu, note per le antiche miniere, oggi appartenenti al Parco Geominerario storico e ambientale della regione.

Il percorso della Costa Verde inizia da Capo Pecora, l'estremità sud della Costa Verde per proseguire con la Spiaggia di Scivu, sede anche di un'oasi del WWF. Si proseguirà nella Spiaggia di Piscinas, caratterizzata da altissime dune e il luogo dove le tartarughe depositano le loro uova. Senza allontanarci di troppo troveremo la Spiaggia di Porto Maga, ottima per le famiglie grazie a un fondale basso e limpido e quindi la Spiaggia di Gutturu de Flumini, questa più selvaggia con scogliere che sono il principale punto di riferimento.
Ancora oltre per la Spiaggia di Torre dei Corsari e quindi concludiamo con la Spiaggia di Pistis, località con una spiaggia di sabbia color ocra lunga un paio di chilometri.

 

  OneMag-logo
Link-uscita icona  Da Alghero in direzione Oristano per visitare Bosa, l'unico comune fluviale della Sardegna

Costa Verde

Spiaggia di Capo Pecora

Costa Verde, veduta sulla Spiaggia di Capo PecoraIl confine sud della Costa Verde è anche uno dei suoi più preziosi gioielli, confinando proprio con Scivu.

La spiaggia di Capo Pecora è l'estremità sud della Costa Verde, posizionata a Buggerru, località del comune di Arbus. Caratterizzata da numerose scogliere che scendono a picco sul mare, la spiaggia si presenta con sabbia chiara ma anche in parte da ciottoli e massi granitici. L'acqua del mare particolarmente limpida che dona un magnifico contrasto. La Spiaggia di Capo Pecora è meno frequentata rispetto alle altre che compongono l'intera Costa Verde.

 

Spiaggia di Scivu

Costa Verde, veduta sulla Spiaggia di ScivuPoco distante dal centro abitato di Arbus troviamo la Spiaggia di Scivu, una lingua di sabbia dorata lunga circa 3 km e interrotta solo da una scogliera.

Questa è anche la sede dell'omonima oasi del WWF, nata per proteggere l'intero territorio ed ecosistema. Qui la Costa Verde regala alcuni dei suoi arbusti che la delineano come nome, tra cui lentischi e ginepri ma non solo. Dietro e lateralmente la Spiaggia di Scivu troverete unicamente nelle rocce e una ricca macchia mediterranea.

Nonostante durante l'estate la spiaggia sia frequentata, non avrete mai problemi a trovare spazio e privacy. Al suo interno sono presenti due chioschi per dissetarsi e nelle vicinanze è presente un parcheggio.

 

Spiaggia di Portu Maga

Costa Verde, veduta sulla Spiaggia di Portu MagaLa potrete raggiungere lungo la strada costiera che da Piscinas conduce a Marina di Arbus.

E' un lungo tratto costiero con un litorale basso che da roccioso diventa in seguito sabbioso. Siamo nel mezzo della Costa Verde, la Spiaggia di Portu Maga si caratterizza per il colore dorato della sua sabbia che si miscela a quello delle acque di azzurro che crea un effetto ottico imperdibile.

Altra caratteristica della Spiaggia di Portu Maga è la ricca presenza di conchiglie e, dopo ogni mareggiata, non sarà raro trovarne parecchie disseminate lungo la sabbia.

 

Spiaggia di Piscinas

Costa Verde, veduta sulla Spiaggia di PiscinasPiù a nord troviamo un'altra delle magnifiche spiagge che caratterizzano la Costa Verde della Sardegna.

Parliamo della spiaggia di Piscinas, nota per le sue strabilianti dune ma anche per essere il luogo di imbarco della vicina miniera. Durante il periodo dell'estrazione qua veniva imbarcato il materiale e trasportato poi a valle per raggiungere la ferrovia, realizzata nel 1871. Come per la precedente, anche la Spiaggia di Piscinas si riempie nel periodo estivo, consentendo però una serena balneazione a tutti i turisti.

Spiaggia di Torre dei Corsari

Costa Verde, veduta sulla Spiaggia di Torre dei CorsariMare smeraldo in una spiaggia lunga 1,5 km e particolarmente ventosa, che la rende tra le preferite dai surfisti.

Il suo nome deriva dalla torre spagnola di Flumenturgiu, una piccola fortificazione del XVI secolo instaurata a scopo di avvistamento di navi di corsari di barbari. Siamo nella località turistica più importante della Costa Verde e tra le spiagge più frequentata in assoluto.

 

Ultimo aggiornamento 21 maggio 2022