Condividi su:

10 luoghi da visitare nel Wyoming |
Cosa vedere in Wyoming

Tutti gli articoli degli Stati Uniti

10 luoghi da visitare nello Wyoming, mappa

Icona articolo

Benvenuti nel Wyoming, lo stato americano dove gli animali superano di gran lunga gli esseri umani e dove non è per nulla raro vedere passeggiare un cowboy in sella a un cavallo. Siamo in un territorio in parte selvaggio e in parte tradizionale, dove la natura primeggia su tecnologia e dove ancora la gente si conosce per nome e si saluta come fossero vecchi amici. Il Wyoming si trova nella regione che delimita le pianure e le montagne occidentali degli Stati Uniti, al confine gli stati del Colorado, Montana, Utah e South Dakota.

Sono molti gli americani che pensano che il Wyoming sia uno dei più belli stati d’America, il luogo dove incontrare natura e fauna selvaggia,  grazie anche a una tradizione del vecchio western che qui è particolarmente viva e che attrae la maggioranza dei suoi visitatori. Qui gli amanti della natura hanno alcuni dei patrimoni americani, come il Parco Nazionale di Yellowstone ma anche il Parco Nazionale del Grand Teton, due tra i 36 parchi nazionali qua ospitati a cui occorre aggiungere Shoshone, la prima foresta nazionale. Nel Wyoming si viene anche per gli sport invernali grazie a tre villaggi che sono a tutti gli effetti delle città dedicate agli sciatori.

I 10 luoghi da visitare nello Wyoming

Numero 10 (dieci) onemag

Yellowstone National Park

10 luoghi da visitare nello Wyoming, Yellowstone National Park

Yellowstone è la quintessenza dei parchi nazionali americani. Non certo per caso, infatti, si tratta del più antico dei parchi nazionali d’America, nonché uno dei più estesi, con confini che arrivano a toccare ben 3 stati. Tutti riconoscono Yellowstone per i caratteristici geyser bollenti, mentre in pochi sanno che la riserva secondo studi recenti e presentati dal National Geographic, pare essere la superficie di un super vulcano attivo, che eruttò per 3 volte nella storia del pianeta, l’ultima diverse centinaia di migliaia di anni fa.

Sebbene il rischio d’eruzione sia concreto, se ne verrebbe a conoscenza decine di anni prima, quindi niente timore a visitare quel che è uno dei più bei parchi d’America.
Una distesa unica di montagne e laghi, che accompagnano profondi e suggestivi canyon costellati da fumarole e geyser. La fauna è davvero variegata, composta da tante specie animali, tra cui orsi, bisonti, alci, puma e anche qualche lupo.

OneMag-logo
Link-uscita icona  Ecco la guida ai più importanti Parchi degli Stati Uniti

Numero 9 (nove) onemag

Grand Teton National Park

10 cose da vedere nello Wyoming, Grand Teton National Park

Basta scendere di qualche chilometro da Yellowstone per trovare un altro importante parco nazionale, quello del Grand Teton, situato al confine tra il Wyoming e l’Idaho. Il Grand Teton National Park si caratterizza per la vasta distesa di creste montuose sempre innevate, che celano nascoste al loro interno laghi glaciali dall’acqua cristallina, percorsi e sentieri panoramici e una ricca fauna selvatica.

Il parco prende il nome dall’omonimo altopiano, il Grand Teton, che rappresenta la più alta delle cime qua presenti, che si innalza fino oltre i 4200 metri. Il Grand Teton è situato giusto poco distante dallo Snake River, descritto come uno dei punti migliori in cui osservare la fauna selvatica, composta principalmente da bisonti, alci, cervi, orsi e lupi grigi. Per individuare alci e cervi, invece, il punto ideale è nell’area pianeggiante compresa tra il Moran Junction e il Jackson Lake Junction.

Quest’ultimo tratto si sviluppa lungo le sponde del Jackson Lake, che prende il nome dall’omonima cittadina di Jackson, situata al confine meridionale del Grand Teton National Park e caratterizzata da una piazza centrale ornata da archi con corna di cervo.

OneMag-logo
Link-uscita icona  Visitiamo il Grand Teton Park

Numero 8 (otto) onemag

Grand Prismatic Spring

10 cose da vedere nello Wyoming, Grand Prismatic Spring

Tra le principali attrazioni dello Wyoming, il Grand Prismatic Spring è tra le più affascinati in assoluto. Siamo di fronte a una sorgente di acqua calda, la più grande degli States e la terza nel mondo, situata all’interno del Parco Nazionale di Yellowston. Siamo a poco più di una decina di km da uno dei geyser più noti del primo parco nazionale americano, il geyser Old Faithful, dove il Grand Prismatic Spring regala ai suoi visitatori un poetico scenario di vari colori.

La sorgente, scoperta nel 1871, richiama ogni anno decine di migliaia di visitatori proprio per la colorazione delle acque, di intensità e tonalità variabile. La ragione di queste acque colorate arriva dalla presenza di alcuni batteri contenuti all’interno dell’acqua che, ad alte temperature, danno origine a tonalità che variano con la differenza della temperatura dell’acqua.

OneMag-logo
Link-uscita icona  Il Grand Prismatic Spring, conosciamolo

Numero 7 (sette) onemag

Flaming Gorge National Recreation Area

10 cose da vedere nello Wyoming, Flaming Gorge National Recreation Area

Altro luogo da visitare nello Wyoming è la Flaming Gorge National Recreation Area, un territorio circondato da pareti rosse del canyon e arida foresta verde, un paesaggio scenico con abbondanza di natura selvaggia. Guardandolo dall’alto si riuscirà facilmente a scoprire la sua forma, quella di una T rovesciata dove la parte sud termina nel confinante Utah. Intorno alla Flaming Gorge troverete numerosi sentieri escursionistici e da attraversare in sella a una mountain bike. Anche se il territorio è vasto se avete deciso di visitarla nel periodo estivo meglio prenotare con largo anticipo, almeno 3-4 settimane.

Ecco perché se è possibile meglio scegliere la primavera, un periodo dove il caldo è assolutamente sopportabile e dove il turismo non è ancora a tutti gli effetti esploso. Siamo nel periodo migliore dove trovare tariffe convenienti per dormire e le battute di pesca, una delle principali ragioni che spingono i turisti a visitare la Flamin Gorge, sono assolutamente accessibili e senza prenotazioni.

OneMag-logo
Link-uscita icona  Un parco ai confini del mondo, benvenuti nel Denali National Park, Alaska

Numero 6 (sei) onemag

Fort Laramie

10 cose da vedere nello Wyoming, Fort Laramie
© Jimmy Emerson, DVM / Flickr

Il prossimo sito d’interesse da visitare in Wyoming è Fort Laramie. Fuori dai confini statunitensi questa piccola località da nemmeno 250 anime è sconosciuta ai più, ma rappresenta uno dei più importanti luoghi storici del Wyoming. Le sue origini, infatti, ci riportano indietro nel tempo ai primi anni del XIX secolo, quando oltreoceano l’Europa era nel pieno delle trasformazioni apportate per mano di Napoleone Bonaparte. L’America si trovava in pieno sviluppo, a nemmeno mezzo secolo dall’istituzione d’indipendenza, e Fort Laramie nacque come stazione commerciale, assumendo importanza diplomatica e militare. La cittadina è situata alla confluenza dei fiumi Laramie e North Platte, rappresentando un’importante crocevia commerciale per una nazione che era in continua estensione verso ovest.

Nel 1834 il sito fu utilizzato come piccolo fortino per il commercio di pellicce, fino a diventare il più grande e importante sito militare delle Pianure Settentrionali, accusando una forte battuta d’arresto con il suo abbandono nel 1890. Oggi infatti Fort Larimie è istituito come sito storico d’America. Vengono evocati quei 56 anni in cui cacciatori, nativi americani, commercianti, soldati, minatori, agricoltori, migranti e proprietari terrieri dell’Ovest e dell’Est si incontravano in questo sito per cambiare la storia del paese, trasformando Fort Larimie in uno dei più famosi luoghi del Far West.

Il commercio di pellicce fruttò molto all’avamposto, che anno dopo anno crebbe in dimensioni, trasformandosi da insediamento mercantile a sito doganale per i migranti diretti a Ovest. Furono in decine di migliaia le persone dell’Est a spostarsi verso i vasti territori dell’Oregon e della California, e Fort Larimie funse come stazione e ponte tra le due coste. Lo stato americano acquistò Fort John, che componeva la stazione commerciale di Fort Larimie, trasformandolo in sito militare, così da tracciare le rotte migratorie. Inoltre, nel 1860 fino alla primavera del 1861 fu un’importante stazione postale, del neonato Pony Express. Fino all’inserimento del telegrafo, il Pony Express rappresentò il più efficiente servizio postale, permettendo il collegamento coast-to-coast in appena 10 giorni, risultando vitale soprattutto in occasione dell’elezione di Lincoln.

Purtroppo il periodo d’oro presto tramontò. I buoni rapporti tra nativi e militari presto si rovinarono, causa anche il forte aumento di migranti che minacciavano i territori d’origine degli indiani. Il florido avamposto fu così abbandonato alla fine del secolo, inaugurando un lungo periodo di ingiurie, durato fino al 1938, quando fu inserito nel National Park System, che ne assicurò la conservazione.

OneMag-logo
Link-uscita icona  Esploriamo la Route 66 nella sua quarta tappa, da Joplin a Oklaoma City

Numero cinque (5) OneMag

Devils Tower National Monument

10 cose da vedere nello Wyoming, Devils Tower National Monument
© Jim & Robin Kunze / Flickr

Siamo di fronte al primo sito dichiarato Monumento Nazionale negli USA, nel lontano 1906. Fu Roosevelt a proclamare la Torre del Diavolo come attrazione americana e qualche anno dopo ci ha pensato Spielberg ad accrescere la sua popolarità, utilizzandolo come sfondo per le riprese dell’iconico Incontri ravvicinati del Terzo Tipo. La montagna si trova nelle Black Hills ed è in realtà il fulcro di un vulcano che nel tempo si è raffreddato e oggi è diventato un grosso monolite di roccia che da lontano dà l’idea d’essere graffiato tanto sono le sue fenditure.

Alto 250 metri, la sua storia ha origine migliaia di anni fa e ancora oggi le tribù degli indiani d’America lo considerano sacro, erigendo numerose cerimonie sacre nei suoi pressi.
Per gli indiani questa alta montagna si è formata per volere di un grande spirito che la realizzò come via di fuga per alcuni giovani donne braccate da un orso gigante. Sono proprio le fenditure della Torre del Diavolo il risultato dei suoi tanti graffi. Come sempre, iniziate la visita dal Centro Visitatori, dove avrete anche modo di prenotare una visita guidata con un ranger e osservare nelle serata una gita per ammirare le stelle. Gli appassionati di arrampicata potranno anche scalarla mentre gli escursionisti troveranno tutte le informazioni necessarie per i migliori luoghi da esplorare.

OneMag-logo
Link-uscita icona La White House, guida alla residenza del Presidente

Numero 4 (quattro) OneMag

Medicine Wheel

Cosa vedere in Wyoming, Medicine Wheel
Wyoming, visuale da terra della Medicine Wheel | @Patrick Kinney / Flickr

La Medicine Wheel rientra nella Medicine Mountain National Historic Landmark, un’area protetta dei nativi americani, nonché importante testimonianza archeologica. Il Medicine Mountain rappresenta un’importante cima popolata da diverse tribù sin da ben prima dell’arrivo dei coloni europei in America. Il National Historic Landmark (NHL) si estende su una superficie di circa 4 mila acri, ospitando al suo interno la Medicine Wheel, la Ruota della Medicina.

Questo particolare sito fu realizzato dai nativi americani lungo la cresta nord occidentale della Medicine Mountain, rappresentando un luogo sacro per le vari tribù che popolano la riserva. Si tratta di una particolare opera circolare (da cui deriva il termine wheel, ruota) formata da una serie di pietre poggiate sul terreno, in cui tradizionalmente i nativi si recano per pregare in merito alla propria guarigione o a quella di un proprio caro. Il sito è considerato sacro e per tal motivo è assolutamente vietato oltrepassare il confine che lo delimita, in segno di rispetto per le tribù native.

OneMag-logo
Link-uscita icona Una delle attrazioni più visitate a Sacramento, benvenuti allo zoo

Numero 3 (tre) OneMag

Jackson

10 cose da vedere nello Wyoming, Jackson
© Ken Lund / Flick

Quella di Jackson è una delle località che abbiamo in parte citato in precedenza. Si tratta del capoluogo della Contea di Teton, nonché maggior centro abitato del Grand Teton National Park, con poco meno di 10 mila residenti, in costante crescita. Situata nell’area meridionale del parco nazionale, la cittadina di Jackson rappresenta un’importante crocevia turistico, caratterizzata da un centro abitativo di case storiche che rievocano la tipica architettura del Far West. La località è situata in una piccola vallata, completamente circondata da montagne di notevole altezza, che rendono magico e unico questo luogo: assolutamente da non perdere.

OneMag-logo
Link-uscita icona Conosciamo le 10 città americane più visitate

Numero 2 (due) OneMag

Cheyenne

10 luoghi da visitare nello Wyoming, Cheyenne
© dconvertini / Flickr

Parlando di città, non può assolutamente mancare una visita nella capitale dello stato del Wyoming, Cheyenne: suggestiva, piacevole da visitare e ricca di attrazioni anche storiche. Popolata da più di 60 mila residenti, la città è anche il maggior centro dell’area metropolitana di Cheyenne, che comprende l’intera contea di Laramie.

La città è molto interessante, non si trovano grandi grattacieli o strutture avveniristiche, può però vantare una serie di edifici storici, tra cui il Campidoglio di Stato, che richiama la tipica architettura degli edifici federali. Cheyenne è anche famosa per il suo patrimonio culturale, testimoniato da un gran numero di musei d’importanza anche nazionale.

OneMag-logo
Link-uscita icona La gastronomia degli Stati Uniti d’America

Numero 1 (uno) OneMag

Jenny Lake, Teton County

10 cose da vedere nello Wyoming, Jenny Lake Teton County
© J. Stephen Conn / Flickr

Va a concludersi il nostro lungo itinerario tra le cose da vedere a Wyoming, facendo tappa al Jenny Lake, situato nella Contea di Teton, dove si trova Jackson e il Parco Nazionale del Grand Teton. Formatosi circa 12 mila anni fa, il Jenny Lake è uno dei laghi glaciali più importanti del Grand Teton National Park, nato dall’erosione del Cascade Canyon, durante l’ultimo massimo glaciale.

Profondo massimo 80 metri, il Jenny Lake è oggi un punto di riferimento per i tour nel parco nazionale, nonché luogo di partenza di molti sentieri e percorsi escursionistici. Le sue stesse rive rappresentano un’eccezionale modo per scoprire il ricco territorio naturalistico del Grand Teton, tanto da essere insignito come luogo imperdibile nel Wyoming. Altrettanto imperdibili sono i tour in barca, da cui si può godere di un panorama davvero mozzafiato.


 

Condividi su: