Condividi su:

Cosa vedere in Portogallo | Guida turistica completa

Tutti gli articoli del Portogallo

Cosa vedere in Portogallo, mappa
© Apple Maps

icona-articoloIl Portogallo è un paese sviluppato su una stretta e lunga lingua di terra nella Penisola Iberica, a metà tra Spagna e Oceano Atlantico, un piccolo territorio ricco di storia e cultura. Siamo nell’estrema parte occidentale dell’Europa e la sua tradizione marinara l’ha resa protagonista di numerose esplorazioni avvenute via mare, specialmente in direzione Africa e Sudamerica. Con poco più di 10 milioni di abitanti, il Portogallo è piuttosto densamente popolato, specie nelle sue città più importanti, Porto e la capitale Lisbona.

L’entroterra è caratterizzato prevalentemente da pianure, solo una piccola percentuale ha dei rilievi la cui vetta più alta è quella del Monte Malhão da Estrela, di poco inferiore ai 2.000 metri di altitudine. L’isola di Madeira, molto distante dalla terraferma portoghese e più vicino invece al Marocco da cui dista 580 km, è sempre territorio portoghese. Le Azzorre, regione autonoma del paese, è un piccolo arcipelago composto da nove isole la cui distanza dalle coste del Portogallo è di 1403 km. Le isole, tutte di origine vulcanica, sono di fatto il punto europeo più vicino al Nord America.

Visitiamo il Portogallo

Cosa vedere in Portogallo, Alcobaca Cattedrale
©  Graziano Grisa / Flickr

Il Portogallo è un paese caratterizzato da città moderne e vivaci che convivono con la realtà più tradizionale, quella dei villaggi posizionati sia vicino alle coste che nell’entroterra. Molti i siti Patrimonio dell’UNESCO e le località balneari, spesso tra i principali richiami turistici del paese.

Con il suo clima tipicamente mediterraneo, il Portogallo è perfetto da visitare in primavera e l’autunno, quando il clima risulta non soffocante e permette di muoversi senza affaticarci troppo. L’inverno è invece più freddo e umido, non il periodo migliore per visitare il Portogallo, pur permettendoci di visitare le grandi città come Lisbona e Porto senza particolari problemi. Sono le due città che rappresentano il Portogallo, una simpatica rivalità che li unisce dando il meglio di loro stessi in qualsiasi circostanza. Sono probabilmente i tram a idealmente unirle, i mezzi di trasporto per eccellenza che attraversano ogni quartiere portando turisti e abitanti ovunque.

Tra le cose da vedere in Portogallo esistono molti luoghi che possono anche semplicemente rappresentare una escursione dalle due città più importanti. E il caso di Sintra, ricca di attrazioni storiche che meritano essere visitate ma anche Évora, piccola e graziosa cittadina da circa 50.000 abitanti, antico insediamento romano. Le isole, Madeira e le Azzorre, sono imperdibili se avete pianificato una vacanza all’insegna del relax e del riposo. Il clima qua è piacevole in ogni periodo dell’anno, specialmente a Maderia, meta prediletta dal turismo nordico che la raggiungono nei mesi invernali per sfuggire dai mesi più rigidi. Le Azzorre permettono invece una vacanza naturalistica, perfetta per gli amanti del trekking e per coloro che sono alla ricerca di una località tranquilla.

OneMag-logo
Link-uscita icona Scopriamo Santarem, il capoluogo del Ribatejo

Cosa vedere in Portogallo

Cosa vedere in Portogallo, il quartiere Alfama di Lisbona

Iniziamo a scoprire cosa vedere in Portogallo dalla sua capitale, Lisbona. Non vi parleremo però delle attrazioni della città, a cui abbiamo invece dedicato un articolo, ma della sua vivace vita notturna. Prima di avventurarvi a scoprire il Portogallo, assicuratevi di trascorrere almeno una notte nella movida della sua capitale, caratterizzata da un mix tra caffè, jazz club e locali di tendenza.

Cosa vedere in Portogallo, la vita notturna di Lisbona

Sono centinaia i locali tra cui scegliere come divertirsi, magari iniziando la serata salendo su una delle terrazze con vista oceano, i rooftop bar, per gustarsi una tapas accompagnandola con un cocktail. Se non sapete da dove iniziare, il Cais do Sodré è un ex quartiere a luci rosse oggi trasformato in una zona accogliente e perfetta per la serata. Concludete poi la vostra vivace serata sulla riva del fiume Tago, situato nel confine orientale della città, dove avrete modo di osservare i tanti giovani abitanti intenti a festeggiare, notte dopo notte.

OneMag-logo
Link-uscita icona  Una pausa culturale nella capitale portoghese, guida ai musei di Lisbona

Porto

Cosa vedere in Portogallo, veduta di Porto

Proseguiamo a scoprire cosa vedere in Portogallo dirigendoci nella seconda città del paese, Porto. Caratterizzata da stretti vicoli pedonali, Porto è una meravigliosa città con antichissime chiese barocche, teatri di imponenti misure e piazze storiche.

Il suo quartiere di Ribeira, dichiarato Patrimonio dell’Umanità UNESCO, si trova a pochi passi da un ponte storico, che corona alcune antiche cantine portuali, di Vila Nova de Gaia, dove si potrà sorseggiare il miglior liquore Porto del mondo. Nuovi edifici moderni convivono con palazzi storici, le vecchie osterie a conduzione familiare gradualmente stanno dando spazio a ristoranti stellati e cosi via. Da non perdere anche la movida di Porto, concentrata in diverse aree cittadine e che punta ulteriormente a valorizzare la seconda città del Portogallo.

OneMag-logo
Link-uscita icona  Cosa vedere a Porto

Sintra

Cosa vedere in Portogallo, Sintra

Sintra è un vastissimo comune situato a ovest di Lisbona, proprio di fronte all’Oceano Atlantico. Nonostante sia direttamente collegato con la capitale, per raggiungere il centro città serve circa un’ora di treno. Sintra è uno dei migliori esempi di struttura urbana fiabesca, da inserire assolutamente tra le cose da vedere in Portogallo, un luogo caratterizzato da magnifici e colorati castelli, inseriti in un contesto paesaggistico unico, con le sue dolci colline e con il litorale, che in diversi scorci propone pareti rocciose verticali.

Durante le fredde serate invernali l’intera località viene totalmente penetrata da un fitto strato di nebbia. E’ forse da preferire proprio in inverno, quando il panorama diventa quasi inquietante ma che allo stesso tempo propone un volto diverso, imperdibile.

OneMag-logo
Link-uscita icona  Benvenuti a Sintra, il comune dai colori accesi

Évora

Cosa vedere in Portogallo, Evora

Évora è una piccola e graziosa cittadina da circa 50.000 abitanti, antico insediamento romano. Oggi è una delle meglio conservate località medievali, dove millenari monumenti si mescolano con il contorno urbano costruito nel corso di diversi secoli.

Capoluogo della regione dell’Alentejo, è un magico luogo in cui trascorrere alcune giornate fuori porta, uno dei migliori per l’esplorazione e per la scoperta della storia che ha interamente coinvolto il Portogallo durante i secoli passati. Tra le cose da vedere in Portogallo, Évora è un’interessante località in grado di coniugare centri medievali con edifici più moderni. All’interno delle mura del XVI secolo, le strette e tortuose stradine di Évora conducono a suggestive opere architettoniche, come un’elaborata cattedrale medievale, rovine romane e una interessante piazza cittadina.

OneMag-logo
Link-uscita icona  Muoversi a Lisbona, guida ai trasporti pubblici

Cabo de São Vicente

Cosa vedere in Portogallo, Cabo de São Vicente

È probabilmente l’esperienza più suggestiva ed eccitante del Portogallo quella di trovarsi nel limite estremo europeo, il punto più a sud-ovest dell’intero continente. Tra le cose da vedere in Portogallo, Cabo de São Vicente è un’antichissimo faro posto su una ripida e aspra parete rocciosa, uno scudo alle forti onde dell’oceano.

Cabo de São Vicente è promontorio spoglio di vegetazione e uno dei più importanti punti di riferimento per i tanti marinai della storia, specie per quelli che da qui sono passati dopo la scoperta dell’America nel 1492, quando i traffici commerciali diventarono protagonisti. Oltre ad ammirarlo, il faro può anche essere visitato, una fortezza annessa dove al suo interno è presente un museo che racconta la storia della navigazione marittima del Portogallo.

OneMag-logo
Link-uscita icona  Obidos, la località medievale principale meta di vacanza estiva

Alto Douro

Cosa vedere in Portogallo, Alto Douro

Il patrimonio UNESCO della regione del vino dell’Alto Douro è la più antica regione vinicola delimitata sulla terra. Le ripide colline, caratterizzate dai migliaia di rampicanti che hanno prodotto vini succulenti per secoli, si ergono maestose su entrambi i lati del fiume Rio Douro.

Meta imperdibili tra le cose da vedere in Portogallo, l’Alto Douro è caratterizzato da pittoresche strade che attraversano il Rio Douro, una serie di paesaggi imperdibili. Qui siamo nella regione ideale dove rilassarsi con una buona cena accompagnata dall’immancabile vino autoctono. Per divertirsi programmate invece una crociera sul Rio Duro, dove oltre ad ammirare i dintorni sarete avvolti dai profumi e dai sapori della tradizione. Prima di lasciare la zona non perdetevi le viticulture locali, aperte al pubblico sia per degustazioni che per i pernottamenti.

OneMag-logo
Link-uscita icona  Cosa vedere a Beja, la località storica del Portogallo

Madeira

Cosa vedere in Portogallo, Madeira
© HV VH / Flickr

Usciamo dalla terraferma per raggiungere l’arcipelago di Madeira, caratterizzate da un clima mite e facilmente raggiungibili da Lisbona con un volo diretto. Siamo a circa 500 km dall’Africa e qui troviamo meravigliose spiagge con alle spalle una fitta vegetazione e l’acqua verde smeraldo. L’isola principale è l’omonima Maderia, spesso scelta come alternativa alle Canarie e Patrimonio UNESCO ideale per tutti coloro che apprezzano la natura selvaggia e, in parte, incontaminata.

Merita una visita anche la sua capitale, Funchal, tappa perfetta per acquistare il prodotto locale più noto, il vino Madeira, un vino liquoroso noto in tutto il mondo e ancora oggi preparato secondo un’antica tradizione. Se volete approfittare, Porto Santo è invece la seconda isola con lunghe spiagge sabbiose nella parte meridionale che contrastano la parte settentrionale, più rocciosa. La città principale qua è Vila Baleira dove ha sede l’antica dimora di Colombo.

OneMag-logo
Link-uscita icona  Leiria, la città capoluogo nella regione Beira

Algarve

Cosa vedere in Portogallo, Algarve
© the waving cat/Flickr

La regione più meridionale del Portogallo continentale è l’Algarve, un piacevole territorio collinoso ricco di città storiche e località balneari. L’Algarve si sviluppa per tutta quella porzione di territorio meridionale che separa l’Oceano Atlantico con la Spagna. Lagos, Tavira e Portimao sono solo alcune delle destinazioni vacanziere per eccellenza. Faro invece è la città capoluogo della regione, dove risiedono quasi 60 mila dei 400 mila residenti dell’Algarve. È un territorio relativamente piccolo, esteso metà delle Marche, che vide il suo massimo periodo di splendore nel XV secolo, durante il periodo di espansione portoghese.

L’Algarve, infatti, rappresentò il centro tecnologico e scientifico più importante dell’epoca, non solo del Portogallo ma di tutto il Vecchio Continente. Di qua sono originari rinomati cartografi e navigatori, diversi personaggi che contribuirono alle prime colonizzazioni d’America. Oggi la prerogativa principale della regione è il turismo balneare, grazie alle lunghe file di spiagge che regalano panorami suggestivi e attimi di puro piacere. Bastano però pochi passi verso l’entroterra per ammirare un paesaggio molto differente, dettato da dolci alture, immensi vigneti e antichi castelli. Qua da non perdere è Vilamoura, famosa per ospitare la più importante delle spiagge della regione, quella di Praia da Falésia.

OneMag-logo
Link-uscita icona  Quando andare a Lisbona, la guida pratica

Alentejo

Cosa vedere in Portogallo, Alentejo
© Jorge Gomes/Flickr

La città di Évora, assieme a quelle di Portalegre e Beja, formano i tre distretti della regione dell’Alentejo, il cui toponimo significa Oltretago. Oltre il 33% del Portogallo continentale è dettato proprio da questa regione, estesa ben 32 mila km2. Parliamo del territorio immediatamente a nord rispetto l’Algarve, direttamente confinante con Lisbona e il Ribatejo. Una delle attrazioni più caratteristiche del luogo, individuabili presso Évora, sono i menhir, dei megaliti monolitici, eretti durante il Neolitico e alti anche fino i 20 metri, simbolo di un’alta capacità ingegneristica già millenni prima dell’Impero Romano.

Il paesaggio che caratterizza l’Alentejo è prevalentemente pianuroso, con delle lievi alture nell’area meridionale. In diverse città è possibile ammirare monumenti d’epoca romana eccellentemente conservati, come l’Acquedotto da Amoreira, a Elvas.
Importante per il turismo è la sua costa, alta e scoscesa, prediletta dagli amanti del surf, alternate con piccole porzioni di spiagge sabbiose, riparate da grandi scogli.

OneMag-logo
Cosa vedere a Estremoz, la città fortificata dell’Alentejo

Coimbra

Cosa vedere in Portogallo, Coimbra
© jocas57102/Flickr

Nella regione Centro del Portogallo si nasconde una elegante località d’elevata importanza storico-culturale. Parliamo di Coimbra, da sempre nota per la sua università, fondata nel 1290 e una delle più antiche d’Europa ancora oggi attive. L’università ha sempre contribuito alla crescita di Coimbra, attirando molte delle più grandi menti giovanili del paese, rendendo la località dinamica e sempre al passo con i tempi. Sebbene l’istituzione universitaria sia stata fondata a Lisbona e trasferita in città solo 3 secoli più tardi, la località ha sempre goduto di un certo splendore, grazie ai maggiori intellettuali d’Europa che vi trasferirono per dare i propri insegnamenti agli studenti.

Non solo università: Coimbra è una delle più antiche città del Portogallo, con origini che si perdono nell’immediato post-Impero Romano, nei primi secoli del Medioevo. I romani colonizzarono il sito, dando vita a un piccolo insediamento, che con il tempo si sviluppò assumendo sempre più importanza e accogliendo in costante aumento più residenti. Molti sono gli edifici storici qua presenti, dalla cattedrale vecchia di Coimbra, in passato cattedrale della diocesi di Coimbra, al Palazzo Episcopale. Tanti anche i musei, tra cui quello di Machado de Castro, tra le più importanti istituzioni d’arte del paese.

Braga

Cosa vedere in Portogallo, Braga
© Kio LoSa /Flickr

Concludiamo il nostro viaggio tra le cose da vedere in Portogallo presso una delle città più sottovalutate in termini turistici: Braga. È una località posta all’estremo nord del paese, perlopiù famosa per i numerosi edifici religiosi e i vari eventi che qua si tengono periodicamente. Al centro città è conservata la Cappella dei Re e la Cattedrale, due opere di massima espressione dell’architettura religiosa portoghese, mentre in ambito culturale merita fare visita al Museo d’Arte Sacra.
Impensabile non visitare poi il Santuario di Bom Jesus, magnifica opera architettonica di bellezza ineguagliabile. Dopo Porto, Braga è la seconda città per importanza del Portogallo settentrionale, e terza per abitanti, preceduta da, appunto, Porto e Vila Nova de Gaia. Eletta nel 2012 come Capitale europea dei Giovani, Braga è un’importante sede universitaria ed è detta la Roma portoghese, per via dell’antica primaziale. Tra le varie città con cui è gemellata troviamo anche Poggibonsi, località della provincia di Siena.


 

Condividi su: