Condividi su:

Viaggio tra i cantoni della Svizzera
Cosa vedere in Svizzera

Tutti gli articoli della Svizzera

Cosa vedere in Svizzera, mappa cantoniIcona articolo

Di dimensioni contenute, la Svizzera è una di quelle mete turistiche ambite per il suo panorama fatto da montagne, laghi e belle città ricche di storia e cultura.
Iniziando dal Canton Ticino con il suo clima tipicamente mediterraneo, attraversando poi il San Gottardo per entrare nella Svizzera Centrale con i suoi panorami tipici alpini oppure svoltare verso la Svizzera francese, quella tra l’altro di ⇒ Ginevra, ⇒ Losanna, Montreux…

Sono numerose le località che attraggono turisti e visitatori di ogni provenienza, dai vicini paesi confinanti fino a raggiungere le località più estreme della stessa Europa ma anche di Asia e America. La Svizzera è in grado di offrire davvero tutto al suo ospite, piste innevate o spiagge di fronte a uno dei tanti laghi del paese, il tutto poi corredato di importanti eventi che durante l’anno accolgono migliaia e migliaia di appassionati.

Ognuno dei 26 cantoni della Svizzera è in grado di proporre qualcosa da vedere, spesso indimenticabile. Ne abbiamo scelto alcuni per proporvi un’idea di viaggio diversa dalle solite. Pronti a scoprire cosa vedere in Svizzera nei suoi più bei cantoni?

Viaggio tra i cantoni della Svizzera

Argovia

Cosa vedere in Svizzera, Castello Hallwyl
Castello Hallwyl

Tra i 26 cantoni della Svizzera, l’Argovia (Aargau in tedesco) è uno tra i più grandi come numero di abitanti, oltre 630.000 abitanti tra cui numerosi di provenienza internazionale.
La sua capitale è Aarau e il paese è noto come Rüebliland, il paese delle carote anche se nel suo territorio non vi è alcun riferimento alla carota come coltivazione o come consumo. Tuttavia uno dei suoi simboli gastronomici è proprio la Rüeblitorte, la torta di carote, apprezzata in tutta la Svizzera.

Armoriale Argovia
Armoriale Canton Argovia

Cosa vedere nell’Argovia

Tra le attrazioni che meritano essere visitate in Argovia citiamo il Castello di Hallwyl, definito il castello acquatico per la sua caratteristica di essere interamente circondato dall’acqua. Per lungo tempo è stata la residenza della famiglia von Hallwyl, una famiglia nobiliare del cantone Argovia che per oltre 8 secoli ha vissuto nel territorio. Oggi il castello, aperto al pubblico, è una delle attrazioni principali del cantone.

Appenzello Interno

Cosa vedere in Svizzera, Appenzello
Veduta del villaggio di Appenzello

Un cantone, o meglio un semicantone, quello di Appenzello Interno, in tedesco Appenzell Innerhoden, abitato da circa 14.000 residenti in quello che è il più piccolo dei 26 cantoni della Svizzera. Con un territorio prevalentemente collinare, l’Appenzello Interno è quasi un cantone a se stante, una sorta di grande villaggio dove è difficile passare per caso e dove invece si viene per riscoprire le antiche tradizioni. Nella città di Appenzello, la sua capitale, è ancora oggi possibile ammirare il lavoro di diversi artigiani, tra cui alcuni che sembravano essere dimenticati come i vari sellai o le altrettante ricamatrici.

Armoriale Appenzello Interno
Armoriale Canton Appenzello Interno

Cosa vedere nell’Appenzello Interno

La piccola città di poco più di 5.700 abitanti, capitale del canton Appenzello, è una delle più tradizionali in assoluto di tutta la Svizzera. Attraversata da un piccolo fiume, il centro cittadino è la strada principale Hauptgasse, una strada pedonale di circa 500 metri dove ha sede il Municipio e sui lati tanti e vari negozi.
Nel suo centro storico invece avrete modo di ammirare una architettura davvero da favola, una zona ricca di case colorate arricchite da fiori e da un’aria tipica vintage che caratterizza la cittadina di Appenzello. Non dimenticatevi di visitare il Museo Appenzell, l’edificio storico e culturale dove sarà possibile scoprire tutto su questo semicantone della Svizzera.

Appenzello Esterno

Cosa vedere in Svizzera, Herisau
Il capoluogo del Cantone Appenzello Esterno, Herisau

L’Appenzello Esterno, altro semicantone – in tedesco Appenzell Ausserrhoden – si trova incastonato tra il San Gallo e l’Appenzello Interno. Buona parte dei suoi 55 mila residenti abitano nella città sede del governo cantonale Herisau: una graziosa località rustica dove tradizioni e folklore vengono tramandati di generazione in generazione da oltre 500 anni.
Il cantone dell’Appenzello Esterno presenta un paesaggio perlopiù collinare, con lunghe vallate scavate da vari fiumi, che dividono il territorio in tre aree: l’Hinterland, il Mittelland e il Vorderland.

Questo territorio è famoso per la produzione artigianale delle tele di lino, nata verso la fine del XVII secolo, a cui si aggiunse la lavorazione del cotone, avviata il secolo successivo. Le due tradizioni artigianali diedero al cantone una notevole spinta in termini economici, e quindi una conseguente crescita demografica. La tessitura è in assoluto il settore di spicco dell’Appenzello Esterno: nei piccoli villaggi ancora oggi si possono trovare botteghe con prodotti artigianali di incredibile bellezza.

Gli appenzellesi sono anche un popolo rinomato per la loro simpatia e gentilezza, maestri della satira e incredibilmente socievoli. Non perdete l’occasione di stringere amicizia con un appenzellese.

Armoriale Appenzello Esterno
Armoriale Canton Appenzello Esterno

Cosa vedere nell’Appenzello Esterno

Tra le cose da vedere nell’Appenzello Esterno non possiamo fare a meno di citare la sua capitale, Herisau, città di poco meno di 16.000 abitanti dal lontano 1877 eletta capitale di questo piccolo cantone svizzero. Con lo status di città, Herisau è contemporaneamente villaggio e città, un piccolo luogo rustico dalla bellezza incredibile, perfetto per immergersi nella suggestiva atmosfera tradizionalista.

Inoltre è cantone dall’attrattiva turistica sempreverde, da visitare sia in inverno che in estate. In inverno il paesaggio collinoso si ricopre di neve, creando paesaggi pittoreschi perfetti per escursioni nella natura incontaminata, grazie ai 200 km di piste per lo sci nordico. Quelli di Kronberg, Hoher Kasten e Ebenalp-Schwende sono apprezzati comprensori sciistici per famiglie. In estate è invece un luogo perfetto per lunge camminate nei tanti sentieri che si inerpicano tra le alture dell’Appenzello, arrivando a toccare i 2500 metri di altezza.

Basilea Campagna

Canton Basilea Campagna, SvizzeraIl Cantone di Basilea Campagna si trova nell’area nord-orientale della Svizzera, al confine sia con la Francia che la Germania. Il territorio è tra i più ambiti dagli escursionisti, data la presenza di oltre 1.000 km di sentieri che passano tra castelli, rocche e luoghi storici. Il capoluogo del Cantone è Liestal, città nota per il suo pittoresco centro storico e per conservare tratti dell’antica cinta muraria. Da non confondere con il cantone di Basilea Città, questa vasta porzione di territorio gode di un clima abbastanza piacevole, che permette lo svilupparsi di una brulicante biodiversità.

Armoriale Basilea Campagna
Armoriale Cantone Basilea Campagna

Cosa vedere nel Canton Basilea Campagna

Da non perdere nel Cantone di Basilea Campagna la cittadina di Dornach, caratterizzata da vari palazzi storici tra i più belli del paese, come quello del centro della Società Antroposofica Generale costruito completamente in cemento armato.
In inverno invece lo scii è un must per tutti i visitatori, grazie al celebre comprensorio sciistico di Langenbruck.
In estate i basilesi vengono per un’area escursionistica particolarmente amata quella del Wasserfallen e la sua cabinovia che porta gli escursionisti nei posti dal panorama splendido e unico.

Giura

Cosa vedere in Svizzera, Canton Giura
Cosa vedere in Svizzera, Canton Giura

Uno tra i più recenti cantoni svizzeri, nato nel 1979. Il Canton Giura (ufficialmente intitolato Repubblica e Canton Giura) si trova nell’estremità nord-occidentale della Svizzera e prende il nome dal Massiccio del Giura. Il territorio cantonale infatti si divide, a sud, per la Catena del Giura, mentre a nord dall’altopiano del Giura: una porzione di territorio collinoso, quasi del tutto calcareo. Sebbene il cantone sia di recente istituzione, le sue origini si perdono nei tempi. Il primo, importante, evento che vide protagonista questo territorio risale al 999, quando il re di Borgogna donò gran parte di questa terra al vescovo di Basilea.

Oltre alle numerose tradizioni artigianali, il Canton Giura vanta uno dei più ricchi patrimoni linguistici del paese elvetico. Si tratta, infatti, dell’unico cantone svizzero con un dialetto derivato dalla lingua d’oïl, ramo appartenente alle lingue romanze influenzate dal celtico, sviluppatesi in origine dalla Gallia. Questo caratteristico patois, è un vero e proprio orgoglio per i cittadini, che lo mantengono in vita mediante opere letterarie e arti popolari, come canzoni, barzellette e fiabe.

Il Canton Giura è uno dei più vivaci del paese, grazie al gran numero di eventi celebrati durante l’intero arco dell’anno. Soprattutto nella vivace capitale Delémont si celebrano festival folkloristici e religiosi. Citiamo il Carimentran, il tipico Carnevale nella regione dell’Ajoie, l’antica Danse sur la Doux, che si tiene a Delémont, e ancora la venuta di San Nicola, con maestosi cortei che anticipano il Natale.

Armoriale Giura
Armoriale Canton Giura

Cosa vedere nel Canton Giura

Il Canton Giura è una delle destinazioni turistiche più intriganti della Svizzera. Il territorio infatti gode di vasti spazi del tutto incontaminati, indicati a chi ama l’escursionismo e le attività outdoor, come il trekking o gite in cavallo. Il Canton Giura è senza dubbio una delle migliori destinazioni del paese per lo sport, grazie al gran numero di piscine, terme, maneggi, campi sportivi e molto altro ancora. Ad appena quaranta minuti di distanza da Basilea troviamo Delémont, la graziosa capitale del cantone, che si mescola egregiamente tra le lunghe vallate scavate dai fiumi. Negli immediati dintorni si trovano infatti alcune delle più stupefacenti gole del paese elvetico, mentre in città il principale richiamo è quello culturale, con musei, gallerie, palazzi storici e chiese antiche.

Neuchâtel

Neuchâtel, Svizzera

Rimaniamo nel nord della Svizzera visitando quel che è uno dei più scenografici territori dell’area francese: il piccolo cantone di Neuchâtel. Questo cantone, che prende il nome dall’omonima capitale, si caratterizza per le cristalline acque del lago di Neuchâtel, uno dei più importanti di tutta la Svizzera. Anticamente, la capitale Neuchâtel si presentava come un piccolo villaggio rurale, divenuta una ricca città grazie all’istituzione dell’università. Proprio l’università ha reso la città, e l’annesso cantone, una delle più vivaci e giovanili della Svizzera. È anche il cuore pulsante dell’arte dell’orologeria ed offre un ricco patrimonio architettonico e storico. Il centro storico si presenta con strette vie acciottolate che si contornano per palazzi settecenteschi e monumenti di incredibile bellezza.

 

Armoriale Neuchatel
Armoriale Cantone Neuchatel

Cosa vedere a Neuchatel

La principale attrazione del cantone è, appunto, la città. Neuchâtel è una destinazione che tutti dovrebbero visitare almeno una volta nella propria vita, dato che può essere facilmente visitata anche in un solo weekend. Le attrazioni sono racchiuse in uno spazio abbastanza contenuto del centro storico, raggiungibili in pochi minuti anche a piedi. Gli appassionati di natura invece non possono perdere l’occasione di passeggiare lungo il lago. Anche in questo cantone non mancano sentieri e idee per attività outdoor: il divertimento è assicurato, come anche il relax.

Nidvaldo

Canton Nidvaldo, Svizzera

Insignito fino al 1999 come semicantone, quello di Nidvaldo è forse uno dei meno conosciuti in ambito turistico. La sua estensione è pressoché identica a quella dell’Appenzello Esterno, ma con circa 10 mila residenti in meno. Il territorio sorge nel cuore della Svizzera centrale ed è delimitato dal Lago dei Quattro Cantoni, a nord, mentre a sud dalle più alte vette della catena alpina. È relativamente vicino alla città di Lucerna, alche lo rende una tappa interessante per le gite giornaliere.

Armoriale Nidvaldo
Armoriale Cantone Nidvaldo

Cosa vedere a Nidvaldo

Il fulcro turistico del Canton Nidvaldo è concentrato nella sua capitale Stans, una ridente città che unisce un impianto urbano tradizionalista e palazzi moderni. La cittadina si raggiunge in appena venti minuti da Lucerna e il suo centro storico si sviluppa dalla principale piazza. Uno dei più emblematici edifici della città di Stans è la sua cattedrale, un capolavoro dell’architettura tradizionalista, ed è una località ideale per essere visitata sia in inverno che in estate. A contornare Stans troviamo infatti ben otto comprensori per lo sci di fondo, distanti non più di un’ora di strada coi mezzi pubblici. Se invece la stagione scelta è quella estiva, non può mancare una tappa al Lago dei Quattro Cantoni, uno dei più importanti della Svizzera. Inoltre, il Nidvaldo è il cantono delle 100 funivie, tra antichi capolavori dell’ingegneria d’epoca e impianti avveniristici di nuova fattura. Per esempio, si può salire sullo Stanserhorn, l’altopiano cittadino, utilizzando la prima funivia a due piani del mondo.

Obvaldo

Canton Obvaldo, Svizzera

Verosimilmente al precedente, anche il Cantone di Obvaldo era fino al 1999 insignito come semicantone. È ben più esteso, quasi 500 kmq, ma conta appena 37 mila residenti, alche rende questo verdeggiante territorio uno dei meno densamente popolati della Svizzera. Nel cuore del cantone si trova il lago di Sarnen, celebre per le sue acque dalla tonalità turchese, alla cui sponda si erge l’omonima cittadina di Sarnen, la capitale del cantone.

Armoriale Obvaldo
Armoriale Cantone Obvaldo

Cosa vedere a Obvaldo

A dominare il cantone di Obvaldo si trova il massiccio del Pilatus, che divide i confini della regione con il Nidvaldo e il Canton Lucerna. Questo altopiano è uno dei più ambiti per l’escursionismo, tappa imperdibile per i più esperti di alpinismo. Sempre a tema naturalistico si trova il lago di Lungern, più piccolo rispetto a quello di Sarnen ma altrettanto bello. Nel dettaglio, entrambi i laghi sono tra i più indicati per attività in canoa, grazie alle calme acque che permettono ai neofiti di apprendere questo sport rigenerante. Entrambi i laghi prendono i nomi dalle corrispettive località, rustiche e tranquille, avvolte da un atmosfera davvero rilassante.

Soletta

Canton Soletta, Svizzera

Quello di Soletta è il prossimo cantone che ci prestiamo a visitare, al cui centro si erge l’omonima capitale, celebre per unire in un unico contesto urbano dettagli architettonici mitteleuropei, francesi e italiani. La cattedrale di Soletta, intitolata a Sant’Orso, ricorda una delle tante chiesette barocche che possiamo trovare, per esempio, in Sicilia. La Cattedrale di Sant’Oso è stata progettata dall’architetto svizzero Gaetano Matteo Pisoni e completata dal nipote Paolo Antonio Pisoni. Il maestoso edificio presenta anche ammirevoli stucchi all’italiana, in pieno contrasto con gli storici palazzi rustici che si ergono di fronte.

Il Canton Soletta conta più di 270.000 residenti, di cui però solo 16.000 vivono nella capitale. Questo territorio vanta un patrimonio culturale multietnico sviluppatosi nel corso dei secoli. In origine il cantone era delimitato esclusivamente dalla sua capitale, che acquistò i territori circostanti, sino ad assumere la sua particolare forma irregolare.

Armoriale Soletta
Armoriale Cantone Soletta

Cosa vedere a Soletta

Come citato poco fa, la cittadina di Soletta vanta un ricco patrimonio culturale, testimoniato dai vari musei che qua hanno sede. Il più importante è il Museo di Storia Naturale, molto apprezzato da grandi e piccini, con una ricca esposizione dedicata alla fauna, flora e minerali di questa regione. Dentro questo museo si trovano alcuni dei più antichi fossili rinvenuti in Svizzera, tra cui quelli di tartarughe rinvenute dalla cave cittadine. In ambito naturalistico meritano invece le Gole di Verena, molto suggestive e facilmente raggiungibili dalla città. Non da meno anche il comparto escursionistico, composto da ben 600 km di sentieri da vivere a piedi, a cavallo o in bicicletta.

Svitto

Mappa del Canton Svitto, Svizzera

Dove tutto ha avuto inizio, nel vero senso della parola. Il Canton Svitto è infatti il luogo dove nacque la Confederazione Svizzera, il primo a proclamare il neonato territorio indipendente, assieme al Canton Uri e all’Untervaldo, il territorio oggigiorno composto dai cantoni di Obvaldo e Nidvaldo, che abbiamo visto poco prima. È un territorio particolarmente noto per le sorgenti termali, tanto che qua troviamo uno dei centri tra i più importanti del paese, quello dello Swiss Holiday Park, a Morschach.

Armoriale Svitto
Armoriale Canton Svitto

Cosa vedere nello Svitto

Come preannunciato, una delle attrazioni da non perdere nel Canton Svitto è il Swiss Holiday Park, un centro ricreativo completo sotto ogni aspetto. Le piscine di acqua termale sono piacevoli e abbastanza grandi, mentre per i più piccini c’è una grande area divertimenti composta da numerosi scivoli d’acqua. Uscendo dalle terme, sempre nel parco è presente una sala giochi con piste da bowling e un circuito di go-kart. In alternativa, per entrare nella cultura tradizionalista dello Svitto, visitate l’omonima capitale, una città ricca di musei, palazzi storici e attrazioni di ogni genere.


 

Condividi su: