Cosa vedere e fare a Malmo, la terza città della Svezia

Cosa vedere e fare a Malmo, la terza città della Svezia


Condividi su:

Cosa vedere a Malmö, Svezia

Tutti gli articoli della Svezia
Cosa vedere a Malmo, mappa
© Apple Maps

icona-articoloCi troviamo nel sud della Svezia dove troviamo una tra le città più sostenibili e all’avanguardia di tutta la Scandinavia. Parliamo di Malmö, piccola e affascinante città affacciata sul mare e caratterizzata da un clima mite, quindi visitabile anche durante i mesi invernali. Siamo anche nella terza città della Svezia e sarà piacevole passeggiare nel suo centro storico medievale oppure a ridosso della spiaggia, la stessa che in estate viene presa d’assalto dai bagnanti e che negli altri mesi regala un’atmosfera quasi da città mediterranea.

Nominata città più felice della Svezia nel 2016, Malmö è una città quasi disegnata a misura d’uomo, semplice da percorrere a piedi o in bicicletta ma anche perfettamente connessa con i mezzi pubblici. Il vivace quartiere di Gamla Staden, il centro storico della città, racchiude l’intero emblema della città, pulita e ordinata e con abitanti sempre rilassati e sorridenti. Siamo del resto in uno dei paesi che da oramai decenni è sempre ai vertici delle nazioni più felici al mondo, insieme al resto della Scandinavia.

Cenni storici

Cosa vedere a Malmo, veduta aerea

Capoluogo della contea di Scania, Malmö viene citata nel XII secolo con l’antico nome di Malmhauge prima di essere nominata nel secolo successivo come villaggio portuale. Per lungo periodo la città fu la seconda della Danimarca, con una popolazione di quasi 5.000 abitanti nel XV secolo. Venne proclamata città nel 1353 prima di diventare, dal 1370 al 1385, parte della Lega Anseatica che la utilizzò come città mercantile grazie alla pesca. Nel 1434 venne fortificata diventando per vari secoli la piazza militare della Scania.

Il XVI secolo fu il periodo di massima espansione nella storia di Malmö quando a governare la città fu Jörgen Kock, proclamato sindaco intorno al 1520. Durante il suo mandato, fu creata la piazza centrale della città (la Stortorget) e furono costruite dozzine di imponenti edifici, case e chiese, ancora oggi in parte visibili. Fu anche il periodo in cui la città scelse di convertirsi completamente al luteranesimo. Nel XVII secolo l’intera Scania divenne amministrativamente gestita dalla Svezia attraverso un trattato firmato nel 1658 tra Danimarca e Svezia. La resa di Malmö non fu tuttavia semplice e nel 1677 i soldati danesi circondarono l’intera città impedendo l’accesso ai rifornimenti. L’assedio non ebbe tuttavia successo e l’anno successivo venne siglato un accordo di pace tra i due paesi.

Nel 1700 a causa della peste nera e dei conflitti, la popolazione si ridusse di poco meno della metà. Alla fine del secolo la città si trasformo da città commerciale a città industriale, grazie alla modernizzazione del porto dando nuovo impulso demografico con il raggiungimento in breve tempo di ben 38.000 residenti. L’arrivo, nel 1860, della ferrovia permise a Malmö di diventare tra le più industrializzate d’Europa. La città proseguì la sua crescita demografica e urbana ma nella metà degli anni ’70 dello scorso secolo una recessione vide la chiusura dei cantieri navali. Solo nella seconda metà degli anni ’90 la città vide nuovamente una ripresa.

Oggi la città ha ripreso vigore e si è rimodellata come centro culturale e accademico. Nel 1998 è stata fondata l’Università di Malmö e il Ponte di Øresund, il ponte che si trasforma in tunnel sottomarino e che collega la città con Copenhagen ha saputo dare una impronta moderna e attuale. Altro importante punto di arrivo è l’apertura del Turning Torso, il grattacielo residenziale di 54 piani opera dell’architetto spagnolo Santiago Calatrava ed edificio residenziale più alto di tutta la Svezia e secondo in Europa.

La Malmo moderna, come dicevamo, è una città gentile e ospitale. Passeggiando avrete modo di vedere come il principale mezzo di trasporto è la bicicletta. Pur non raggiungendo livelli di città come Utrecht, nei Paesi Bassi, Malmo è ricca di piste ciclabili, come tutta la Svezia, che consentono di collegare in sicurezza tutti gli angoli della città. Tra l’altro è la sesta città migliore del mondo per i ciclisti.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona  10 cose da vedere in Svezia

Cosa vedere a Malmö

Ponte di Øresund

Cosa vedere a Malmo, Ponte di Øresund

Grazie all’inaugurazione, avvenuta il 1 luglio del 2000, del Ponte di Øresund, Malmo è diventata turisticamente ancora più visitata, grazie alla possibilità di essere velocemente connessa con la capitale Copenhagen. Sono 16 i km totali dell’installazione in cui è possibile muoversi sia in bus, in auto che in treno, un ponte sospeso nel mare che ha saputo ulteriormente valorizzare la città. Alla sua inaugurazione hanno presenziato tra gli altri il re Carlo XVI e la regina danese, siglando uno tra i più importanti accordi di fratellanza fra due stati.

Il collegamento è costituito da quattro corsie autostradali a cui si aggiunge una ferrovia a doppio binario. Il ponte ha origine a sud di Malmö, a Lernacken, dove prosegue a cielo aperto per 8 km fino al raggiungimento dell’isola artificiale di Peberholm, lunga 4 Km, da cui prosegue attraverso un tunnel sotterraneo per riemergere poi nei dintorni dell’aeroporto di Copenhagen. Il passaggio non è economico: senza facilitazioni il costo andata e ritorno supera in automobile i 110€. Più economico il passaggio in treno, il cui costo andata e ritorno è intorno ai 30€

OneMag-logo
Link-uscita icona  Conosciamo meglio il Ponte di Øresund

Gamla Staden, il centro storico di Malmö

Cosa vedere a Malmo, Gamla Staden mappa
© Apple Maps

Cosa vedere a Malmo, Gamla StadenUna volta raggiunta la città è arrivato il momento di dirigerci nel centro storico, il quartiere di Gamla Staden. Si tratta di una zona divisa essenzialmente in due parti, il distretto Gamla Väster suddiviso nella parte occidentale e orientale. Completamente rivisto negli anni ’60 dello scorso secolo, il Gamla Staden racchiude al suo interno numerosi edifici e monumenti da inserire tra le cose da vedere a Malmö.

Due sono le piazze principali, la Stortoget e la Gustav Adolfs Torg, che sono fra loro collegate dalla Södergatan, la via dello shopping di Malmö. Qui troverete tutti i negozi principali della città e anche grandi magazzini e due grossi centri commerciali. La piazza Gustav Adolfs Torg può rappresentare proprio il punto di partenza per visitare la città mentre la Stortoget è la più storica fra tutte le piazze cittadine, risalente al 1536 e al cui centro si potrà ammirare la statua equestre del re Carlo X Gustavo.

Merita dare uno sguardo anche al complesso edilizio Tunneln ad Adelsgatan, un centinaio di metri dalla Stortorget e edificio più antico della città. Le sue cantine, ancora oggi in buono stato conservativo, sono risalenti alla fine del XIII secolo. A poche centinaia di metri troviamo anche la Thottska huset, la casa più antica di Malmö, risalente al 1558. Per il passato medievale merita il Kocksa huset, palazzo risalente al 1524 costruito, come per la piazza Stortoget, dal sindaco Jörgen Kock.

 

Piazza Stortorget

Cosa vedere a Malmo, Piazza StortorgetLa piazza più antica di Malmo è la Stortorget, sede tra l’altro del Malmo Festival, evento in grado di richiamare migliaia di turisti ogni anno in agosto. L’intera area è quella preferita per trovare, tra edifici storici e di richiamo, ristoranti e negozi. La sua storia la ricorda come la piazza più grande d’Europa al momento della sua inaugurazione, avvenuta nel 1536.

Nella piazza ha sede il Municipio della città, riconoscibile per la sua facciata rinascimentale e dai busti di personaggi fondamentali per la storia della città. Tra i palazzi da ammirare anche la più antica farmacia della città, ancora oggi in funzione, l’Apotek Lejonet e il centro stesso della piazza, dove troviamo la statua di re Carlo X Gustavo di Svezia.
Durante il periodo di Natale la piazza si illumina dei tradizionali colori, ospitando anche il mercatino tradizionale.

 

Municipio di Malmo

Cosa vedere a Malmo, MunicipioUno dei principali edifici di Malmo è il suo Municipio, collocato proprio nella Piazza Stortoget.

Costruito nel 1546 e restaurato nel 1800, il Municipio di Malmo è un’eccellente esempio di architettura gotica, tra i migliori in Svezia. Sebbene il palazzo non sia accessibile per i turisti, alcune aree del pianoterra sono visitabili grazie al ristorante Radhuskallaren, che ha sede proprio all’interno dell’edificio. Imperdibili sono le tre sale del Municipio di Malmo, la Knutssalen, Bernadottesalen e Landstingssalen.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona  Halmstad, la meta marittima della Svezia

Chiesa di San Pietro

Cosa vedere a Malmo, Chiesa di San PietroNel cuore del centro storico di Malmo è imperdibile la Chiesa di San Pietro. Costruita nel 1319, la Chiesa di San Pietro è uno dei più antichi edifici della città ancora conservati. La struttura si presenta, esternamente, in stile gotico, con forme curate e dettagli eccezionali, dominata dalla sua torre campanaria, alta ben 105 metri, tra le più alte del suo genere nel medioevo.

L’interno, molto ampio, è diviso in tre navate e composto da un transetto in mattoni, tipico dello stile gotico baltico.

OneMag-logo
Link-uscita icona  L’isola di Gotland, il magico luogo della Svezia

Il Castello di Malmo

Cosa vedere a Malmo, il castello

Completata la visita al centro storico merita spostarsi per raggiungere una delle aree più verdi di Malmö, il Malmöhus. La più antica fortezza rinascimentale della Svezia è il Castello di Malmö, oggi sede dell’acquario cittadino e di altri musei che omaggiano la storia della città. La sua realizzazione risale al 1436 per volontà di Eric di Pomerania, il re ereditario di Norvegia, re eletto di Danimarca, di Svezia e dell’unione di Kalmar. Quello che oggi però ammiriamo è la sua ricostruzione, avvenuta nel 1530 dall’allora reggente Cristiano III di Danimarca.

Al suo interno è presente anche lo Stadsmuseum, il museo cittadino, con collezioni in grado di raccontare la storia della città dal Medioevo al Rinascimento. Altro museo custodito all’interno delle mura del castello è quello di Storia Naturale, ricco di varie specie di animali, tra cui qualche migliaia di uccelli e un acquario con pesci esotici e la riproduzione di una barriera corallina. Fuori dalle mura ha invece sede il Fiskehoddorna, in passato un villaggio autonomo di pescatori del 1800 e luogo dove il sabato viene organizzato il mercato del pesce.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona  Göteborg, movida svedese

Kungsparken

Cosa vedere a Malmo, il Kungsparken
La città ha diversi parchi per staccarsi dalla frenesia (che a dire il vero non è poi molta) della città e un lungomare meraviglioso per passeggiare serenamente. Appena varcata la soglia cittadina non perdetevi a bellezza rurale di Skåne. Visitatela e scoprirete perché sarà meglio prendersi il giusto tempo per visitarla.

Il Kungsparken è tra i parchi più visitati e apprezzati dai suoi abitanti. Il suo nome, il Parco del Re, ricorda come fu voluto dal re Oscar II nel 1872 e all’epoca fu il primo parco cittadino. Al suo interno una passeggiata vi mostretà una serie di viali alberati corredati da laghetti e una vegetazione folta e rigogliosa.

Altra ragione per rimanere spesso fuori casa sono anche i tanti mercati e mercatini presenti in città. Praticamente qualsiasi esigenza possiate avere è estremamente probabile che possa essere risolta in uno dei mercatini cittadini.
In ogni angolo sarà infatti possibile acquistare frutta, verdura e tutti i generi alimentari di cui sentiate necessità.

Immancabili inoltre i mercatini delle pulci: sono praticamente ovunque ma non perdetevi quello di Drottningtorget o quello davvero piccino situato nel cortile di Möllegången.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona  Le attrazioni meno note da visitare in 2 giorni a Stoccolma

Turning Torso

Cosa vedere a Malmo, Turning TorsoTra le tante caratteristiche, Malmo vanta quartieri relativamente moderni, tra i più avveniristici della Scandinavia. A simboleggiare il fascino moderno di Malmo, nel quartiere di Västra Hamnen, troviamo il Turning Torso, un’elegante grattacielo residenziale alto 190 metri.

Il Turning Torso, infatti, si caratterizza per una struttura a spirale, progettata dal noto architetto spagnolo Calatrava. All’inaugurazione, il Turning Torso era il secondo più alto edificio residenziale d’Europa nonché il primo della Svezia.

OneMag-logo
Link-uscita icona  Cosa visitare a Helsingborg in Svezia

Ribersborg, la spiaggia di Malmö

Cosa vedere a Malmo, Ribersborg

Non dimentichiamoci che Malmö è una città balneare dove ogni estate sono migliaia i turisti e gli abitanti che la scelgono per rilassarsi. La sua spiaggia è nota come Ribersborg, posta a breve distanza dal centro storico e al quartiere di Västra Hamnen, il nuovo quartiere ultra moderno anch’esso posto sulla riva del mare. Sullo sfondo imperdibile il Ponte di Öresund.

L’area, oltre 2 km di spiaggia di sabbia, è stata creata nella metà degli anni ’20 come area ricreativa per i suoi abitanti. La spiaggia è stata prelevata dall’Öresund, lo stretto che separa l’isola di Sjælland e la Scania e qua portata in treno. Nel lungomare sono stati creati percorsi pedonali e ciclabili che attraversano campi da gioco per calcio, tennis e altri sport. Lo stabilmente balneare risale al 1898 e nel 2009 è stato completamente restaurato e oggi ospita una sauna, un ristorante e naturalmente ombrelloni e sedie a sdraio. La parte conclusiva della spiaggia è riservata ai nudisti.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona  Lund, la seconda città più antica della Svezia

Shopping a Malmo

Cosa vedere a MalmoNel centro della città troviamo anche numerosi negozi, perfetti per una giornata di shopping. Tra gli altri luoghi dove fare acquisti può risultare perfetto il Centro Commerciale Emporia, ricco di negozi ma anche interessante da visitare per il suo giardino verticale. Le sue dimensioni sono talmente ampie da risultare necessari più giorni per visitarlo completamente.

Interessanti per gli appassionati i numerosi negozi vintage o con articoli di seconda mano. Il grande pregio è che i negozi spesso sono riuniti insieme per cui basta poco tempo per visitarne alcuni diversi a pochi metri l’uno dall’altro. Se volete un ricordo originale della città provate a recarvi verso Möllebångsgatan: probabilmente uscirete con qualche souvenir non tipico.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona  Norrköping, la città svedese affacciata sul Mar Baltico

Gastronomia

Cosa vedere a Malmo, ristoranti

Malmö è tra le città più multiculturali di tutta la Scandinavia. Con questa premessa sarà forse meno strabiliante scoprire che proprio qui vengono prodotti, secondo grandi esperti, i migliori falafel di tutta Europa. Non solo. La città è ricca di ristoranti e uno dei punti forti è proprio l’attività ristorativa del Medio Oriente oltre naturalmente a ristoranti locali con proposte tipiche della Svezia.  Per gli abitanti di Malmö la gastronomia è uno dei tanti modi con cui gli abitanti trasmettono socialità e convivialità. Ecco perchè la città è ricca di ristoranti dove naturalmente si viene per assaggiare le tipiche specialità svedesi come il Gravlax o la Nyponsoppa.

Nessun problema quindi a trovare ristoranti e cibo per ogni gusto.

Ultimo aggiornamento 25 luglio 2021


 

Condividi su: