Eisenstadt, la città natale del compositore Joseph Haydn

Cosa vedere ad Eisenstadt


Condividi su:

Cosa vedere a Eisenstadt,
la città di Joseph Haydn

Tutti gli articoli dell’Austria

Cosa vedere a Cosa vedere a Eisenstadt, mappaicona-articoloEisenstadt è una città di circa 14.000 abitanti, capitale della regione del Burgenland, nell’estremità orientale dell’Austria. Il luogo è celebre per essere stato la città natale del noto compositore Joseph Haydn, vissuto nel XVII secolo. Il centro urbano si presenta particolarmente tranquillo rispetto agli altri capoluoghi austriaci, con alcuni musei interessanti e viali pittoreschi in cui la calma è protagonista. La città è una apprezzata escursione dalla capitale, da cui dista una sessantina di km, percorribili in meno di un’ora in macchina o in 90 minuti in treno.

 

Cosa vedere a Eisenstadt

Schloss Esterházy

Cosa vedere a Eisenstadt, il castello Esterhazy

Nel centro di Eisenstadt è presente l’imponente castello Esterházy, riconoscibile per il suo colore giallognolo che domina la piazza Esterházyplatz. Siamo di fronte alla principale attrazione turistica della località, costruito nel XIV secolo e più volte restaurato. Dallo stile barocco, con cui venne costruito, si è giunti oggi a uno stile neoclassico, frutto di numerosi passaggi. Al suo interno sono presenti 256 sale, molte delle quali adibite a uffici amministrati della regione mentre solo 25 sono aperte al pubblico, visitabili in una visita guidata.

Nell’itinerario scoprirete la storia dell’edificio e dei suoi abitanti ma anche la sala Haydnsaal: Haydn nel periodo in cui prestò servizio alla raffinata corte degli Esterházy, dal 1761 al 1790, vi diresse quasi ogni sera un concerto. L’edificio ospita anche museo, accompagnato dalla musica di Haydn, con una esposizione di storia e tecnologia. Nel museo merita anche assistere a una delle varie proiezioni, tra cui risulta di particolare interesse l’ologramma che riproduce l’immagine di un quartetto d’archi. Nella stessa singolare proiezione avrete modo di ammirare sul soffitto dei mobili d’epoca e, mediante un foro nel pavimento, potrete vedere una donna che brucia tra le fiamme.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona  Lago di Neusiedl, il lago di steppa più grande in Europa

Haydn-Haus

Eisenstadt, monumento Haydn nella parte anteriore della Haydn-Haus

L’Haydn-Haus è il secondo centro museale da inserire tra cose da vedere a Eisenstadt. Il museo è allestito all’interno della sua abitazione, risalente al XVII secolo, in cui il compositore ha vissuto dal 1766 al 1778. Il percorso si sviluppa intorno ad una collezione dedicata alla vita privata del musicista e presenta la ricostruzione fedele delle camere della casa. Mobili originali, dipinti storici e ritratti appesi alle pareti, giusto per citare qualche caratteristica.

Tra gli altri oggetti esposti sono osservabili un raro pianoforte costruito proprio ad Eisenstadt e una lettera scritta dall’amante del compositore al figlio.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona  Scopriamo Graz, il capoluogo della Stiria

Landesmuseum

Cosa vedere a Eisenstadt

L’ultimo museo di Eisenstadt è il Landesmuseum, l’esposizione che ripercorre dettagliatamente la storia del Burgenland. Al suo interno troverete diversi cimeli riferite a varie epoche. Dai mosaici romani fino ai manufatti medievali, senza dimenticare i più recenti attrezzi per la vinificazione e alcuni interessanti manifesti di propaganda degli anni ’20.

Nel museo è anche presente una sala dedicata a Franz Liszt, celebre per ospitare la maschera mortuaria del grande compositore ungherese.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona  Scopri dove acquistare la migliore birra artigianale a Vienna

Österreichisches Jüdisches Museum

Cosa vedere a Eisenstadt, Österreichisches Jüdisches Museum

Spostiamoci ora nella Judengasse, la strada dove in epoca medievale abitavano gli ebrei della città. L’Österreichisches Jüdisches Museum è uno dei tre centri museali presenti nella città ed espone una collezione permanente dedicata alle tradizioni della comunità ebraica di Eisenstadt.

Annesso al complesso museale troviamo la sinagoga privata di Samson Wertheimer, il rabbino d’Ungheria nato a Worms, in Germania. La costruzione della sinagoga è stata completata nel 1658 finanziata proprio da Samson Wertheimer.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona  Cosa vedere a Vienna, la capitale sul Danubio

Bergkirche

Cosa vedere ad Eisenstadt, Bergkirche

La Bergkirche è la principale chiesa di Eisenstadt. Costruita tra il 1715 e il 1803 dal principe Paolo I, si presenta esternamente con un architettura caratterizzata da pareti di marmo bianco. Originariamente ideata come piccola cappella venne in seguito trasformata in un’insolita rappresentazione del Monte Calvario, ovvero la collina vicina a Gerusalemme in cui fu crocifisso Gesù.

I vari ambienti sono stati realizzati seguendo un progetto che assomigliava ad una prigione sotterranea, in cui è possibile rivivere realisticamente il percorso della Via Crucis. La sostanziale differenza è però nella sommità, nella Via Crucis la storia ricorda innumerevoli peccatori che lanciarono sassi per protestare. Qua invece si può godere di uno dei più spettacolari panorami di tutta l’Austria.

Ultimo aggiornamento 16 giugno 2021


 

Condividi su: