Cosa vedere ad Asolo, in provincia di Treviso

Cosa vedere ad Asolo, in provincia di Treviso


Condividi su:

Cosa vedere ad Asolo, Treviso

Tutti gli articoli del Veneto

Mappa di Asoloicona-articoloCi troviamo in  Veneto in una delle posizioni panoramiche più esclusive, a nord di Treviso. Asolo è il nome del borgo che andremo a visitare, città chiamata anche città dei cento orizzonti. Prima di giungere all’interno avrete modo di ammirare la Rocca e il Castello, oltre a una serie di ville residenziali storiche. Sono solo due delle principali attrazioni di quello che oggi, come in passato, è meta soprattutto di artisti che qua si ritrovano per ammirare il panorama e trarre ispirazione.
Con i suoi poco più di 9.000 abitanti, Asolo è anche noto per la sua eccellente produzione enologica.
Pronti a scoprire cosa vedere ad Asolo, Treviso?

Cenni storici

Cosa vedere ad AsoloPer risalire alla storia di questo borgo dobbiamo tornare al I secolo a.C. quando il piccolo insediamento di allora divenne municipio romano. Successivamente la città vide una forte espansione con tanto di acquedotto, terme e teatro.

Nel medioevo la cittadina divenne parte del territorio appartenente alla Repubblica di Venezia, e restò tale fino al suo crollo nel 1797. Per il mezzo secolo successivo furono gli austriaci a governare Asolo, istituendo un’ampio programma di opere pubbliche.
Nel 1866 il borgo venne incluso nel Regno d’Italia.

OneMag-logo
Link-uscita icona  Idea per un weekend nella provincia di Vicenza a Marostica, la città degli scacchi viventi

Cosa vedere ad Asolo

La Rocca di Asolo

Cosa vedere ad Asolo, la Rocca

Prima ancora di giungere nel grazioso borgo trevigiano scorgerete la sua Rocca, posta in cima al Monte Ricco, in una posizione sopraelevata che permetteva di scorgere l’intero centro storico e in una posizione ben difendibile. La Rocca di Asolo era la maggior struttura militare della città, utilizzata fino all’anno 1510.

La sua costruzione avvenne nella seconda metà del XII secolo a pianta irregolare, probabilmente a causa della precedente struttura su cui si è deciso di porre la piccola roccaforte. Al suo interno è presente un pozzo per la raccolta d’acqua costruito nel XIII secolo, un forno per il pane e un ampio giardino. La funzione della struttura fu, fino alla sua decadenza attorno al XVI secolo, quella di ospitare truppe di soldati.

Oggi la struttura è visibile grazie a un intervento conservativo avvenuto negli anni ’80 e permette di ammirare, oltre che il borgo, tutta la pianura padana fino, nelle giornate soleggiate, le Alpi.

location_icon onemagVia Rocca, 31011 Asolo TV
+393475735246 / 0423 524637

Orario_icona onemagAperto nei weekend e festivi
Da aprile a ottobre dalle 10 alle 19, da novembre a marzo dalle 10 alle 15

prezzi_icona onemagIngresso: 2 €

 

OneMag-logo
Link-uscita icona Montagnana, il borgo medievale vicino a Padova

Il castello di Asolo

Cosa vedere ad Asolo, il CastelloAnche il Castello è uno dei simboli di Asolo.

La sua costruzione è precedente alla Rocca, realizzato nel X secolo e l’edificio è noto anche come Palazzo Pretorio. La sua struttura si caratterizzava per la presenza di quattro torri, oggi una andata irrimediabilmente perduta. Le rimanenti sono la Torre Civica, la Torre Reata, il carcere asolano, e la Torre del Carro, unita oggi all’abitazione posta a fianco. Nel XV secolo vennero aggiunte le mura che lo univano alla Rocca.

Dell’intera storica struttura, già residenza di Caterina Cornaro, la signora di Asolo, oggi sono visibili unicamente le mura esterne di quello che è il Teatro cittadino, la Torre Reata e la Torre Civica, nota anche come Torre dell’Orologio.

location_icon onemagVia Sottocastello, 31011 Asolo TV

 

OneMag-logo
Link-uscita icona  Alleghe, la località alpina della Valle Agordina

La Cattedrale di Santa Maria Assunta

Cosa vedere ad Asolo, Cattedrale di Santa Maria Assunta

Proseguiamo la nostra visita ad Asolo entrando finalmente nelle mura per visitare la Cattedrale intitolata a Santa Maria Assunta. Nonostante la struttura visibile oggi sia frutto di molteplici restauri, l’edificio religioso rimane un’imponente costruzione che merita sicuramente un’attenta visita.

Della sua realizzazione son davvero poche le notizie, ma la prima testimonianza della chiesa risale ad alcuni documenti del 969. Con certezza sappiamo che la chiesa subì alcuni restauri nel XVII secolo a causa del crollo del tetto, mentre altri lavori negli interni furono eseguiti nel ‘700 dall’architetto Massari. L’ultimo ritocco alla struttura è stato dato alla facciata nel 1889, su progetto di Pietro Saccardo.

La struttura si presenta a pianta rettangolare, con alcune cappelle ai lati, divisa in tre navate da colonne in pietra. E’ ben visibile, inoltre, lo splendido campanile che si eleva per 55 metri.

All’interno merita ammirare l’altare maggiore, affiancato da due angeli scolpiti dalla mano di Giuseppe Bernardi, e la fonte battesimale risalente al XV secolo su cui si può notare lo stemma della Regina Cornaro. Si trovano infine due splendide pale di Lorenzo Lotto e di Jacopo Da Ponte, rispettivamente la Pala di Asolo e la Pala dell’Assunta.

location_icon onemagPiazzetta S. Pio X, 192, 31011 Asolo TV
+390423952376

OneMag-logo
Link-uscita icona  Monte Baldo, 2000 metri di emozioni sul Lago di Garda

Museo Civico

Cosa vedere ad Asolo, il Museo Civico

Spostiamoci di poco per dirigerci verso la Loggia della Ragione, edificio storico costruito nel XV secolo dove veniva amministrata la giustizia, e nel Palazzo del Vescovado, dove spazia l’ampio Museo Civico di Asolo.

La creazione del museo risale all’inizio dell’800 grazie alle donazioni di Bartolomeo Fietta, Domenico Manera e Giovan Battista Sartori Canova, eminenze della città che offrirono ai cittadini le loro collezioni.
Nel corso del ‘900 le donazioni si intensificarono ulteriormente, incrementando il patrimonio artistico e storico dell’istituto.

Oggi vanta la sezione Archeologica, la Pinacoteca, una sezione dedicata a Caterina Cornaro, una al Tesoro della Cattedrale e infine una dedicata a Eleonora Duse e Freya Stark. La sezione archeologica conserva alcuni importanti manoscritti relativi alla storia e ai personaggi asolani.

Al suo interno è ospitato anche l’Archivio Storico del borgo, diviso in tre sezioni che in ordine cronologico sono: antico regime, epoca austro-francese e otto-novecento.

location_icon onemagVia Regina Cornaro, 74, 31011 Asolo TV
+393475735246

Icona web onemagSito ufficiale

OneMag - Logo Micro
Link-uscita icona Valpolicella, tra Verona ed il Lago di Garda con gusto

Le altre attrazioni di Asolo

Cosa vedere ad Asolo veduta

Concludiamo la visita tra le cose da vedere ad Asolo con la sua piazza centrale, al cui centro è presente una graziosa fontana che riporta il leone di San Marco. Nella zona sud del borgo merita invece attraversare l’interessante Porta Loreggia, passare per casa Malipiero, che ospitò il musicista veneziano, fino alla chiesa di San Gottardo.

Ultimo aggiornamento: 8 Gennaio 2021


 

Condividi su: