Cosa vedere ad Asolo, in provincia di Treviso

Asolo è uno splendido borgo situato in provincia di Treviso, un piccolo centro in cui la storia è la principale protagonista, essendo sorto nel I secolo a.C. durante il dominio romano. Tra le cose da vedere a Asolo segnaliamo la Rocca, posta sul Monte Ricco, una fortezza utilizzata fino al 1510. Tra gli edifici di culto di Asolo troviamo la Cattedrale, una struttura rivista in più occasioni duranti i diversi restauri e le cui origini riportano al 969. Ecco cosa vedere ad Asolo, il borgo storico della provincia di Treviso.

Asolo, il borgo storico
in provincia di Treviso

icona-articoloCi troviamo in  Veneto, a circa 30km dalla città di  Treviso e nella provincia di quest’ultimo. Qui nasce Asolo, un piccolo centro abitato ricco di storia e di cultura, che conta oggi circa 9.000 abitanti.
Per risalire alla storia di questo borgo dobbiamo tornare al I secolo a.C. quando il piccolo insediamento di allora diventa municipio romano. Successivamente quindi la città vide una forte espansione diventando un centro romano munito di acquedotto, terme e teatro.

Nel medioevo la cittadina divenne parte del territorio appartenente alla Repubblica di Venezia, e restò tale fino al suo crollo nel 1797. Per il mezzo secolo successivo furono gli austriaci a governare Asolo, istituendo un’ampio programma di opere pubbliche. Infine nel 1866 il borgo venne incluso nel regno d’Italia.

Cosa vedere a Asolo

La Rocca

Cosa vedere ad Asolo

La Rocca di Asolo sorge sulla cima del Monte Ricco, sopra il centro storico della città in una posizione ben difendibile. Questa era la maggior struttura militare della città, utilizzata fino all’anno 1510.
La struttura venne costruita nella metà del XII secolo e possiede una pianta irregolare probabilmente dovuta alla struttura precedente su cui venne costruita la rocca. Al suo interno è presente un pozzo per la raccolta d’acqua costruito nel XIII secolo, un forno per il pane e un ampio giardino interno.
La funzione della struttura fu, fino alla sua decadenza attorno al XVI secolo, quella di ospitare truppe di soldati.

Oggi la struttura è visibile grazie ad un intervento conservativo avvenuto negli anni ’80 e permette di ammirare, oltre che il borgo, tutta la pianura padana fino, nelle giornate soleggiate, addirittura alle Alpi.

La Cattedrale di Santa Maria Assunta

Cosa vedere ad Asolo

Un’altra tra le cose da vedere a Asolo è sicuramente la sua Cattedrale. Nonostante la struttura visibile oggi sia frutto di molteplici restauri, questa rimane un’imponente struttura che merita sicuramente un’attenta visita.
Della sua costruzione son davvero poche le notizie, ma la prima testimonianza della chiesa risale ad alcuni documenti del 969. Successivamente la chiesa subì alcuni restauri nel XVII secolo a causa del crollo del tetto, mentre altri lavori negli interni furono eseguiti nel ‘700 dall’architetto Massari.
L’ultimo ritocco alla struttura è stato dato alla facciata nel 1889, su progetto di Pietro Saccardo.

La struttura si presenta con una classica pianta rettangolare, che presenta alcune cappelle ai lati, divisa in tre navate da colonne in pietra. E’ ben visibile, inoltre, lo splendido campanile che si eleva per 55 metri.
All’interno noteremo subito l’altare maggiore, affiancato da due angeli scolpiti dalla mano di Giuseppe Bernardi, e la fonte battesimale risalente al XV secolo su cui si può notare lo stemma della Regina Cornaro. Si trovano infine due splendide pale di Lorenzo Lotto e di Jacopo Da Ponte, rispettivamente la Pala di Asolo e la Pala dell’Assunta.

Museo Civico

Cosa vedere ad Asolo

Ci troviamo ora nella Loggia della Ragione, un palazzo costruito nel XV secolo dove veniva amministrata la giustizia, e nel Palazzo del Vescovado, dove spazia l’ampio Museo Civico di Asolo.
La creazione di questo museo ha cominciata all’inizio dell’800, con la donazione di alcune collezioni da parte di Bartolomeo Fietta, Domenico Manera e Giovan Battista Sartori Canova.
Nel corso del ‘900 le donazioni si intensificarono ulteriormente, incrementando il patrimonio artistico e storico dell’istituto. Questo infatti oggi vanta di una sezione Archeologica, una Pinacoteca, una sezione dedicata a Caterina Cornaro, una al Tesoro della Cattedrale, e infine una dedicata ad Eleonora Duse e Freya Stark.

Per quanto riguarda la sezione archeologica le esposizioni mostrano principalmente alcuni importanti manoscritti relativi alla storia e ai personaggi asolani. E’ infine presente nella struttura l’Archivio Storico del borgo, diviso in tre sezioni che in ordine cronologico sono: antico regime, epoca austro-francese e otto-novencento.

OneMag - Logo Micro
Valpolicella, tra Verona ed il Lago di Garda con gusto

Attrazioni Minori

Cosa vedere ad Asolo

Sebbene queste fossero le attrazioni principali, la visita al borgo non è di certo finita e tante altre sono le cose da vedere a Asolo. Ecco cosa visitare nel caso in cui non vi vogliate far sfuggire nulla da questa incantevole città.

Sicuramente uno dei posti più caratteristici è la piazza centrale, che ospita un’antica fontana che riporta il leone di San Marco. Spostandoci invece nella zona sud del borgo potremo attraversare la meravigliosa Porta Loreggia, passare per casa Malipiero, che ospitò il musicista veneziano, fino alla chiesa di San Gottardo.

Infine costeggiando la vecchia cinta muraria non potremo far a meno di visitare la torre civica e il castello della regina, per chiudere in bellezza il viaggio in questo borgo così ricco di attrazioni.

Scopri di più:

Viaggio tra i castelli italiani
Castelmezzano, il borgo delle Dolomiti
Cosa vedere a Vicenza
Cosa vedere a Treviso, la città dei canali

 

Condividi su: