Condividi su:

Cosa vedere ad Aberfeldy, Scozia

Tutti gli articoli del Regno Unito

Cosa vedere ad Aberfeldy, mappaicona-articoloA nord delle grandi città di Edimburgo e Glasgow, in Scozia, troviamo il piccolo comune di Aberfeldy. Noto perlopiù per la produzione dell’omonimo whisky, nel suo territorio abitano poco meno di 2000 abitanti che vivono nel meraviglioso contesto di castelli, distillerie e paesaggi mozzafiato. Aberfeldy si trova lungo le sponde del fiume Tay e questo spiega una delle tante passioni dei suoi abitanti, la pesca. Qua è anche il territorio perfetto per gli escursionisti che possono scegliere tra infiniti sentieri, perlopiù dolci e senza particolari difficoltà.

Cosa vedere ad Aberfeldy

Distilleria Aberfeldy

Cosa vedere ad Aberfeldy, la distilleria

La distilleria di Aberfeldy è il fulcro dell’industria dell’omonimo marchio. Aperta nel 1896, l’edificio è stato voluto da John Dewar che aiutò personalmente gli operai a realizzare questa struttura sulle rive del fiume. Probabilmente in passato era presente una distilleria chiamata Aberfeldy, ma oltre a non essere situata nella cittadina, oggi se ne sono perse le tracce. Durante entrambe le Guerre Mondiali la distilleria non fu operativa, con lo scopo di preservare l’orzo per la popolazione locale durante l’intera durata delle guerre.

Nonostante i periodi di fermo, la ripresa fu veloce e senza particolari conseguenze. L’orzo viene prodotto infatti localmente e la sua posizione è favorita dalla importante linea ferroviaria Aberfeldy-Perth. Nel 1973 la distilleria fu protagonista di un totale rimodellamento strutturale e nel 1998 venne acquistata da Bacardi. La celebre azienda l’anno successivo decise di commercializzare il single malt di Aberfeldy invecchiato 12 anni. Al 2000 risale invece l’apertura del Centro Visitatori, l’area di accoglienza ampia e attrezzata, rivista poi completamente nel 2014.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona  Glasgow, il motore economico della Scozia

Castello Menzies

Cosa vedere ad Aberfeldy, Castello Menzies

In un viaggio ad Aberfeldy non può mancare la visita a uno dei simboli di eccellenza della località: il Castello Menzies.

Costruito nel XVI secolo e restaurato nel XX secolo, il castello si presenta come uno dei migliori esempi di architettura rinascimentale scozzese. Si tratta di un importante edificio a livello architettonico poiché ha rappresentato il culmine di una fase transitiva tra le fortezze medievali e quelle rinascimentali. Per oltre 500 anni il castello è stato sede dei capi dei Menzies, un clan locale. La costruzione è situata in un punto strategico a livello militare ed è stato uno dei protagonisti durante le battaglie delle Highlands. Durante uno dei periodi d’oro dell’area, il castello ospitò per primo il reale Bonnie Prince Charlie, che si fermò sulla strada per Culloden nel 1746. Quattro giorni più tardi all’arrivo di Bonnie Prince Charlie si sostò anche il Duca di Cumberland, figlio del monarca britannico e comandante delle forze governative.

Nei secoli successivi il Castello Menzies venne praticamente messo in disuso, ragione per cui si ritrovò in rovina. Nel XX secolo i discendenti dei Menzies o restaurarono completamente, precisamente nel 1957. A partire dal 1993 il Castello è stato trasformato in ente no-profit rendendolo disponibile al pubblico anche per eventi come concerti e matrimoni, oltre a praticamente qualsiasi tipo di evento.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona  Visitiamo Liverpool, la capitale della cultura

The Watermill

Cosa vedere ad Aberfeldy, The Watermill

Nelle campagne limitrofe ad Aberfeldy merita una visita The Watermill, antico mulino ad acqua oggi trasformato in bar con annessa una piccola libreria e una galleria d’arte contemporanea. La libreria è specializzata in pubblicazioni delle Highlands.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona  10 cose da vedere a Glasgow

Safari nelle Highlands

Cosa vedere ad Abelfedy, Scottish National Park

Un safari nelle Highlands è sicuramente qualcosa di imperdibile. Aberfeldy è la sede di alcune compagnie che organizzano viaggi nelle magnifiche lande, in cui si ha la possibilità di godersi alcuni dei panorami più mozzafiato del pianeta e di avvistare la fauna selvatica. Le escursioni mediamente hanno una durata di 2 ore e mezza, ma è possibile prenotarne alcune anche più lunghe, intorno alle 4 ore e oltre.

Non dimenticatevi naturalmente il binocolo per facilitarvi nell’avvistare l’aquila reale, il falco pescatore e il cervo rosso. Come spesa preventivate intorno ai 50€ a persona.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona  Viaggio nella storia del whisky scozzese

Rafting sul fiume Tay

Fiume Tay

Se l’avventura è parte integrante nel vostro DNA allora non mancate al rafting nelle bianche acque del fiume Tay. Il fiume è caratterizzato da numerosi punti in cui l’acqua scorre più veloce, per via della presenza di particolari correnti e discese. Nonostante si tratti di un’esperienza vivibile anche altrove, il fiume Tay offre probabilmente alcuni dei paesaggi più suggestivi del Regno Unito.

Ultimo aggiornamento 7 giugno 2021


 

Advertisement
Condividi su: