Guida turistica di Venezia

Venezia in 1 giorno | Cosa vedere a Venezia, la città più ambita del mondo


Condividi su:

Guida turistica di Venezia

Tutti gli articoli della provincia di Venezia

Cosa vedere a Venezia

icona-articoloVenezia è una di quelle città in cui stilare un elenco di cose da vedere non è certo facile. La città ha veramente tanto da offrire e scegliere diventa difficile sapendo con certezza che qualcosa ci saremo comunque persi. Città tra le più visitate al mondo, chi sceglie di visitare Venezia lo fa per due ragioni soprattutto, quella di visitare un insolito paese costruito sull’acqua e per la sua storia.
Pronti a scoprire cosa vedere a Venezia?

Cosa vedere a Venezia
Visitiamo Venezia in 1 giorno

Se il vostro tempo a disposizione è di una sola giornata, Venezia dovrà essere vista piuttosto rapidamente, senza poterci soffermare troppo sulle singole attrazioni. Tuttavia riuscirete a farvi una panoramica pressoché completa della principali cose da vedere a Venezia, a patto naturalmente di partire di mattino presto e di limitare al massimo le pause non indispensabili.

Iniziamo quindi partendo dalla Stazione Ferroviaria ma anche qualora abbiate deciso di raggiungere Venezia in macchina poco cambia, l’inizio del nostro itinerario per scoprire cosa vedere a Venezia in un giorno inizia salendo sul vaporetto per raggiungere Rialto. Lungo il percorso avrete modo di passare qualche minuto sul Canal Grande, il cuore della città e arteria di acqua fondamentale, dove affacciano i principali edifici nobili della Serenissima.

Canal Grande

Cosa vedere a Venezia, Canal Grande
L’appena citato Canal Grande è il principale canale che attraversa la città di Venezia. E’ da qui che passano i vaporetti, proprio quello che vi abbiamo appena suggerito di prendere dalla stazione ferroviaria o dal parcheggio di Piazzale Roma. Con una forma a S, è lungo quasi 4 km con una larghezza che raggiunge i 70 metri e una profondità di 5 metri.

È il punto di riferimento che divide la città in due, la zona Sud è famosa per la zona Dorsoduro, la zona Nord, invece, è dove è presente la Piazza San Marco. E’ arrivato già il momento di scendere per la nostra prima tappa per scoprire le cose da vedere a Venezia, il Ponte di Rialto.

OneMag-logo
Link-uscita icona Cosa vedere a Chioggia | La graziosa Venezia in miniatura

Ponte di Rialto

Cosa vedere a Venezia, il Ponte di RialtoCosa vedere a Venezia, Ponte di Rialto

La nostra prima tappa del nostro itinerario per scoprire Venezia in 1 giorno ha inizio dal Ponte di Rialto, il più antico dei quattro ponti che attraversano il Canal Grande. La sua costruzione ebbe inizio nel 1588 e, dopo tre anni di incessanti lavori, i veneziani potevano disporre di un ponte che superava il canale più importante della città lagunare.

A dire il vero era già presente un ponte, interamente costruito in legno, rivelatosi inaffidabile sia per la sua precaria struttura che per gli incendi, che lo devastarono più volte. L’architetto Antonio da Ponte, incaricato del progetto, replicò quasi interamente la precedente struttura con due rampe che si uniscono da un porticato posto proprio nel centro. Attraversandolo raggiungerete il Mercato di Rialto, il luogo dove frutta e verdura vengono vendute agli abitanti della città, inaugurato la prima volta nel 1097.

Dopo aver attraversato il ponte e visitato il mercato, è il momento di raggiungere la piazza simbolo della città, Piazza San Marco. Ci arriverete in circa 10 minuti senza difficoltà, lungo il tragitto sono infatti numerosi i cartelli che vi permetteranno di arrivare senza intoppi.

OneMag-logo
Link-uscita icona  La storia del Ponte di Rialto di Venezia

Piazza San Marco

Cosa vedere a Venezia, Piazza San Marco

Cosa vedere a Venezia, Piazza San MarcoSiamo arrivati in una delle principali piazze del mondo e motivo d’orgoglio non solo per la città di Venezia. Costruita nel IX secolo, la piazza vide la sua pavimentazione giusto un secolo dopo la sua realizzazione. Piazza San Marco è indubbiamente tra le prime cose da vedere a Venezia, posta nella parte più bassa della città e quindi una delle prime ad allagarsi. Negli ultimi anni, grazie al MO.SE, un sistema di protezione che si attiva durante l’alta marea mediante delle paratoie, gradualmente si spera in una piazza e una città che dell’acqua alta conservi solo il ricordo.

Definito come il salotto di Venezia, la Piazza San Marco è il luogo dove si svolgono i principali eventi cittadini, oltre che un vero e proprio tripudio d’arte e di cultura. Qui si affacciano alcuni dei principali monumenti della città, ecco quelli che sono assolutamente da inserire tra le cose da vedere a Venezia in un giorno.

OneMag-logo
Link-uscita icona Caorle, Venezia | Cosa vedere a Caorle, la splendida località della costa adriatica

Basilica di San Marco

Cosa visitare a Venezia, la Basilica San Marco

Cosa vedere a Venezia, Basilica di San MarcoLa Basilica di San Marco è la struttura religiosa principale di Venezia, situata nell’omonima piazza, dove si affaccia in quella che è la parte più larga. La sua costruzione, originariamente parte del Palazzo Ducale che vedremo giusto dopo, ebbe inizio nell’828 per accogliere il corpo del Santo Marco. Oggi la Basilica, dopo numerosi restauri e modifiche, si presenta con una pianta a croce latina e cinque cupole, divenendo solo nel 1807 la Cattedrale cittadina. Al suo interno sono imperdibili i mosaici, oltre 4.000 metri quadri di opere, alcune risalenti al XIII secolo.

Una volta entrati avrete modo di ammirare, tra l’altro, l’altare, sorretto da colonne di marmo dove ha sede la salma di San Marco. L’accesso alla Basilica è gratuito con l’accesso ad alcune aree, come il Tesoro e il Museo, che invece richiedono l’acquisto di un biglietto di ingresso.

  • Il Museo della Basilica di San Marco occupa alcuni spazi del piano superiore, permettendo di ammirare da vicino sia i tetti che i mosaici della Cattedrale. La sua fondazione risale al 1927 e successivamente ampliato negli anni Cinquanta. Dal 1982 ospita i quattro cavalli dorati posti, fino al 1977 nella loggia di fronte alla basilica, dove oggi sono invece presenti delle copie. Il loro trasferimento è stato deciso per preservarli dall’inevitabile degrado delle intemperie;
  • Il Tesoro è invece il risultato del saccheggio di Costantinopoli, composto sia da oro che di argento

OneMag-logo
Link-uscita icona Cosa vedere a Cavallino-Treporti, Venezia | La seconda località balneare d’Italia

Palazzo Ducale

Cosa vedere a Venezia, gli interni di Palazzo DucaleCosa vedere a Venezia, il Palazzo Ducale
La seconda struttura da ammirare e visitare nella Piazza San Marco di Venezia è il Palazzo Ducale. Affacciato sulla Riva degli Schiavoni, il Palazzo Ducale è stato costruito nel XV secolo e il suo sviluppo è su tre lati, dove al centro troviamo un cortile porticato. La parte migliore, quella che da subito colpisce, sono le splendide facciate che guardano verso la piazza San Marco e verso il molo. Da qui, per oltre un migliaio di anni, i dogi hanno governato Venezia.

Oggi ospita il Museo Civico del Palazzo Ducale, raggiungibile superando la Scala d’Oro, una scala interamente dorata che conduce al secondo piano dove si trovano l’armeria, i cortili e l’imperdibile prigione. Merita attenzione l’Appartamento del Doge le cui sale ospitano opere di Tiziano e Tintoretto con il loro racconto sulla storia della città. Arrivati all’armeria avrete modo di scoprire le varie armi utilizzate nel tempo e concluderete la vostra visita alla prigione, dove è stato rinchiuso e poi fuggito Casanova.

OneMag-logo
Link-uscita icona Trieste, cosa vedere nel capoluogo del Friuli-Venezia Giulia

Libreria Sansoviniana

Cosa vedere a Venezia, la Libreria Sansoviniana

Dall’altro lato della Piazza San Marco troviamo un’altro edificio che merita inserire tra le cose da vedere a Venezia, la Bibiloteca nazionale Marciana, meglio nota come Libreria Sansoviana o anche la Libreria di San Marco. Occupa l’interno lato ovest della piazza ed è considerato il capolavoro del Sansovino. La costruzione della libreria venne autorizzata dal Senato della Repubblica di Venezia nel 1536 e la sua conclusione avvenne nel 1558.

Nella Biblietoteca Marciana sono ospitati rari manoscritti di codici latini e greci e al suo interno è anche presente il Museo Archeologico con le sue sculture, alcune di origine greca.

OneMag-logo
Link-uscita icona Guida di Colmar, la piccola Venezia francese

Campanile di San Marco

Cosa vedere a Venezia, il Campanile San Marco

Cosa vedere a Venezia, il Campanile San MarcoLateralmente alla Biblioteca, e giusto frontalmente rispetto al Palazzo Ducale, troviamo il Campanile di San Marco, altra opera d’arte che forma l’architettura di cosa vedere a Venezia e ultima suggerita in Piazza San Marco. La sua forma quadrata è larga 12 metri e alta 98, confermandosi l’edificio più alto della città.

La sua costruzione risale al XVI secolo quando era utilizzato come faro per le navi, oltre che campanile. Nel punto più alto è presente una statua dorata con l’effige dell’arcangelo Gabriele e cinque campane, ognuna con una funzione differente. Nel 1902 la struttura ebbe un cedimento che la fece crollare interamente. La sua ricostruzione richiese una decina d’anni e oggi l’edificio è fedele all’originale. Una volta saliti in cima avrete modo di ammirare tutti i principali punti di riferimento della città e anche Murano, nelle giornate di tempo soleggiato.

OneMag-logo
Link-uscita icona Annecy, la Venezia delle Alpi | Cosa vedere ad Annecy, Francia

Ponte dei sospiri

Cosa vedere a Venezia, il Ponte dei sospiri

Lasciamo la Piazza San Marco per raggiungere il Ponte della Paglia, uno dei punti più trafficati della città nonostante non sia, in apparenza, vicino a nessuna attrazione particolare. In realtà da questo punto si può ammirare il Ponte dei Sospiri.

Il Ponte dei Sospiri è il ponte più famoso della città di Venezia, poco distante da Piazza San  Marco e per questo il simbolo turistico delle cose da vedere a Venezia proprio tra i tanti ponti che compongono la cittadina veneta.Costruito in stile barocco è composto da pietre d’Istria. È probabilmente l’attrazione più romantica della città, motivo per cui viene anche chiamato Ponte degli Innamorati.

OneMag-logo
Link-uscita icona Breslavia, la piccola Venezia della Polonia

L’Arsenale di Venezia

Cosa vedere a Venezia, Arsenale

La nostra prossima tappa per scoprire cosa vedere a Venezia in un giorno ci porta in direzione Riva degli Schiavoni, una riva monumentale della città, da dove proseguiremo fino a raggiungere l’Arsenale di Venezia. Con i suoi oltre mille anni di storia, qua è dove si preparavano tra l’altro le Galere, le celebri navi che la Repubblica della Serenissima utilizzava per le sue conquiste via mare.

Oggi buona parte della struttura è utilizzata dalla Biennale, la mostra di arti figurative organizzata a cadenza biennale. Questa la motivazione per cui alcuni degli spazi, specie nel periodo a ridosso dell’evento, non sono visitabili.

OneMag-logo
Link-uscita icona Palmanova, il comune fortezza della provincia di Udine

Altro da vedere a Venezia

Dopo aver concluso la nostra visita in un giorno di Venezia, potrebbe rimanerci la voglia di rimanere una mezza giornata per concludere con le altre attrazioni. In questo caso vi aggiungiamo tre punti di riferimento, uno in città e gli altri due nelle isole di Venezia.

Basilica dei Frari

Cosa vedere a Venezia, la Basilica dei Frari

Dopo la Basilica di San Marco, il più importante edificio ecclesiastico è proprio la Basilica dei Frari, uno dei complessi francescani più rilevanti in Italia. Pur essendo meno conosciuta rispetto alla Basilica di San Marco, rappresenta una delle cose da vedere a Venezia per la sua grande veste di opera d’arte.

Costruita tra il 1250 e il 1338, proprio grazie ai Frati Francescani Minori, venne poi ricostruita nel XIV secolo seguendo lo stile gotico-cistercense. Al suo interno, tra le tante opere, troviamo la pala dell’Assunta (1516-1518), quello che è il capolavoro di Tiziano, insieme all’altrettanto nota Madonna di Ca’ Pesaro (1526), sempre ad opera di Tiziano. Numerose anche le sculture veneziane qua presenti che rendono la Basilica dei Frari un vero e proprio forziere di opere d’arte.

OneMag-logo
Link-uscita icona Cosa vedere ad Aquileia, il leggendario comune nella provincia di Udine

Burano
Cosa vedere a Venezia, Burano

Tra le cose da vedere a Venezia proseguiamo con Burano. Burano è un centro abitato di Venezia, appartenente a quattro isole della laguna di Venezia, un vero piccolo arcipelago.
Il distretto è famoso per le sue case colorate, caratteristica che per cui è definita proprio come la città più colorata d’Italia. Gli edifici, piuttosto bassi, vennero dipinti in questo modo per permettere ai pescatori di individuarle facilmente durante i loro rientri in giornate di nebbia.

Siamo nella parte nord della laguna, vicino a Torcello, dove Burano si distingue per la lavorazione artigianale del merletto. Qui ha infatti sede proprio una delle cose da vedere a Venezia, ovvero il Museo del merletto.

Da non perdere a Burano anche la chiesa di San Martino Vescovo dove, al suo interno, è conservata una preziosa tela di Giambattista Tiepolo. Nota anche la gastronomia, il dolce più tipico della cittadina sono i bussolai, dei dessert a forma di anello da gustare con un bicchiere di vino.

  OneMag-logo
Link-uscita icona Scopri le 10 città più colorate d’Europa da visitare

Murano

Cosa visitare a Venezia, Murano

Murano è un centro abitato di Venezia ed è composto da sette isole.
Le isole su cui sorge Murano sono poste lungo il canale dei Marani, divise da canali collegati tra loro da ponti. Il territorio è totalmente urbanizzato, escludendo Sacca San Mattia, che attualmente in fase di bonifica.

Due isole sono di origine artificiale, ovvero Sacca Serenella e Sacca San Mattia.
Il centro è noto in tutto il mondo per l’attività artigianale che produce il famoso vetro di Murano.


 

Condividi su: