Cosa vedere a Trondheim in Norvegia

Cosa vedere a Trondheim in Norvegia


Condividi su:

Cosa vedere a Trondheim,
la città più fotogenica della Norvegia

Tutti gli articoli della Norvegia
Cosa vedere a Trondheim, mappa
© Apple Maps

icona-articoloColline, corsi d’acqua e case colorate potrebbero già dare una prima idea di Trondheim, la terza città della Norvegia. Poco più di 200.000 abitanti, Trondheim è una città la cui storia è secolare e che in passato ha assunto il ruolo di capitale vichinga della Norvegia. La capitale storica della Norvegia si presenta con ampie strade e una vasta area pedonale, alcuni ottimi caffè, ristoranti e musei da visitare, oltre alla splendida cattedrale gotica.

Cenni storici

Cosa vedere a Trondheim, veduta notturna

Il nome Trondheim viene tradotto come casa dei forti e dei fertili. La sua fondazione risale al 997 d.C. per volontà del re vichingo Olav Tryggvason. La sua storia la ricorda come prima capitale della nazione e ancora oggi è la città dove vengono incoronati i re di Norvegia. Da Re Harald Hårfagre, sovrano dal 822 al 933 fino a Re Harald V, incoronato nel 1991 e attuale reggente, Trondheim è stata la città dove i re di Norvegia sono stati prima acclamati, quindi incoronati e infine benedetti.

La città è ancora oggi meta di pellegrinaggi, da importante centro ecclesiastico quale viene considerato dai fedeli di tutto il paese. Trondheim è anche un importante centro per l’industria e il commercio oltre che un centro di istruzione tra i più importanti del paese.

La sua storia il devastante incendio del 1681 quando il villaggio venne quasi completamente distrutto. Fu il generale Jean Caspar de Cicignon, invitato dal Lussemburgo, a progettare un nuovo piano urbanistico al fine di evitare una nuova tragedia come quella vissuta. Vennero quindi allargate le strade per evitare che un nuovo eventuale incendio possa facilmente propagarsi. Tuttavia ancora oggi esistono molte strade ancora strette risalenti al Medioevo anche se in contrasto con ampi viali risalenti proprio alla fine del 1600. Imperdibili anche i tanti edifici in legno risalenti al 1700.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona  The Twist, il Museo d’arte contemporanea della Norvegia


Cosa vedere a Trondheim

Old Town Bridge

Cosa vedere a Trondheim, old town bridgePrima di iniziare a scoprire le cose da vedere a Trondheim, colleghiamoci con la storia e con la ricostruzione della città da parte del maggiore Jean Caspar de Cicignon dopo l’incendio del 1681. Tra gli interventi ricordiamo proprio l’Old Town Bridge, o Gamle Bybro, costruito dalla strada principale Kjøpmannsgata fino a raggiungere il quartiere Bakklandet. Il ponte venne interamente sovvenzionato da re Cristiano V e completato nel 1685, costruito a breve distanza dal precedente ponte, Elgeseter Bridge, oramai non in grado di reggere l’usura del tempo.

In origine il Gamle Bybro era in legno e al centro del ponte era posto un cancello di ferro che aveva lo scopo di impedire il transito libero. Il cancello rimase in funzione come porta della città fino al 1816 e fino ad allora nelle due estremità erano presenti un casello con annesso corpo di guardia. In quell’anno Gamle Bybro venne ricostruito e oggi solo uno dei due caselli è ancora visibile mentre l’altro è stato demolito. Oggi l’Old Town Bridge rappresenta una delle attrazioni più visitate della città.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona  Visitiamo Alesund, la città dei fiordi

Cattedrale di Nidaros Domkirke

Cosa vedere a Trondheim, Cattedrale di Nidaros Domkirke 

Dopo aver visitato l’antico ponte a ricordo della storia cittadina, è arrivato il momento di scoprire le principali attrazioni di Trondheim. La Cattedrale di Nidaros è il più grande edificio medievale della Scandinavia e la struttura gotica più a nord in Europa e la sede dell’arcidiocesi norvegese, fondata nel 1152. La cattedrale è in stile romanico-gotico ed è ancora oggi un’importante tappa per i pellegrini nel nord dell’Europa. L’edificio, originariamente dedicato alla Trinità, nel corso del tempo fu distrutto da svariati incendi, fino all’ultimo restauro finito nel 2001.

All’esterno, la cattedrale si presenta con la parete ovest ricoperta da ornamenti interrotti solo dai moderni vetri colorati nel rosone all’estremità. L’altare, invece, è decorato da statue da cima a fondo raffiguranti personaggi biblici e vescovi norvegesi, scolpiti all’inizio del XX secolo.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona  Benvenuti a Bergen, la seconda città della Norvegia

La Fortezza di Kristiansten

Cosa vedere a Trondheim, la fortezza di Kristiansten

Lasciamo per un momento il centro città di Trondheim per trovare un secondo importante punto di riferimento. Siamo di fronte alla Fortezza di Kristiansen, un forte realizzato sempre dopo l’incendio cittadino del 1681 posto a difesa della città. Posta su un colle fuori dai confini urbani, la fortezza è nella contea di Trøndelag. Conclusa nel 1685, la Fortezza di Kristiansen viene ricordata per la sua importanza fondamentale nel respingere gli invasori svedesi nel 1718.

Dismessa nel 1816, oggi rappresenta una delle cose da vedere a Trondheim per la sua spettacolare vista sia sulla città che sulle montagne e sul fiordo. Venne utilizzata anche durante il secondo conflitto mondiale dai nazisti e oggi si ricordano i 23 norvegesi qua fucilati, celebrati anche all’interno del museo che oggi è racchiuso nei suoi confini. Considerato sito nazionale, la Fortezza è circondata da un’ampia area, accessibile al pubblico e la bandiera che sovrasta l’intera struttura viene issata ogni volta che il forte è aperto.

OneMag-logo
Link-uscita icona Scopriamo Svolvær, le isole Lofoten della Norvegia

Palazzo Stiftsgården

Cosa vedere a Trondheim, Palazzo Stiftsgården

La più grande costruzione in legno della Scandinavia si trova a Trondheim ed è il Palazzo Stiftsgården. Situato sulla più importante arteria della città, a nord della piazza principale, la sua costruzione avvenne nel tardo XVIII secolo come residenza privata. Oggi è invece la residenza reale in uno dei migliori esempi di architettura norvegese. Lo stile riflette la transizione dal barocco al neoclassicismo, dove la facciata ha linee semplici e disciplinate del neoclassicismo, mentre dettagli sono tipici del barocco.

L’edificio è costituito da un’ala principale, due ali laterali e contiene circa 140 stanze. E’ costruito con tronchi intagliati e l’ingresso è possibile solo in tour, mentre il giardino è accessibile al pubblico sul lato est. Il palazzo ora è proprietà dello Stato ed è gestito dall’ufficio regionale norvegese, a disposizione del re. Durante il XIX secolo lo Stiftsgården fu usato principalmente per le incoronazioni reali, poiché la tradizione impone che i re norvegesi vengano incoronati nella cattedrale di Nidaros a Trondheim.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona  Guida di Larvik, il sud della Norvegia

I musei di Trondheim

Museo dell’Arcivescovado

Cosa vedere a Trondheim, Erkebispegården

Tra le cose da vedere a Trondheim gli edifici museali ricoprono una discreta offerta. Iniziamo a scoprire la Erkebispegården, residenza arcivescovile del XII secolo e più antico edificio della Scandinavia. Posizionato accanto alla Cattedrale, al suo interno sono custoditi i gioielli della corona della Norvegia, assieme al suo museo.  Oltre al sito archeologico vi sono anche modelli tridimensionali che mostrano il Palazzo Arcivescovile in diversi periodi storici.

Altra caratteristica unica del museo è rappresentata dal negozio di monete. Ben conservato nel tempo, risulta appartenere all’arcivescovo Gaute Ivarsson in quello che è tra i più antichi laboratori europei dove venivano prodotte le monete. Oggi è invece il negozio di monete più piccolo del mondo.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona  Tromso, cosa vedere nella città dell’aurora boreale

Galleria del Trondheim Kunstmuseum

Cosa vedere a Trondheim, Kunstmuseum

Il Trondheim’s Art Museum è il secondo museo che merita aggiungere tra le cose da vedere a Trondheim. Si trova a ridosso della cattedrale e conserva una collezione permanente di arte moderna norvegese e danese dal 1800, i cui lavori sono esposti a rotazione. Il museo inoltre possiede un’affascinante corridoio con presenti alcune delle litografie di Munch. Particolarmente interessanti le varie mostre temporanee organizzate per durare anche diversi mesi.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona  Isole Lofoten, il magnifico arcipelago della Norvegia

Museo Rockheim

 

Cosa vedere a Trondheim, museo Rockheim

Inaugurato ufficialmente il 5 agosto 2010, il Museo Rockheim è ospitato in un granaio del 1919 a Trondheim. Per raddoppiare lo spazio disponibile, inoltre, è stato aggiunto un nuovo sesto piano, rivestito in vetro decorato con riproduzioni di copertine di album e con retroilluminazione a LED.

Questo fantastico museo è dedicato alla musica pop e rock, principalmente norvegese, dagli anni ’50 fino a oggi. Col enorme tetto sporgente con copertine di dischi norvegesi si estende sopra un altrettanto ampio magazzino convertito, Home of Rock si trova sul molo, vicino a Pirbadet e al pontile dei traghetti veloci.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona  Un viaggio nella natura nei Parchi Nazionali della Norvegia

Museo Sverresborg Trøndelag Folkemuseum

Cosa vedere a Trondheim, Museo Sverresborg Trøndelag FolkemuseumTre chilometri a ovest del centro troviamo l’ultimo dei musei consigliati da annoverare tra le cose da vedere a Trondheim. Siamo nello Sverresborg Trøndelag Folkemuseum, fondato nel 1909 e museo parzialmente a cielo aperto. La mostra al coperto, espone reperti in uso negli ultimi 150 anni, dall’abbigliamento alle forniture scolastiche alle biciclette. La parte all’aperto comprende invece numerosi edifici d’epoca, adiacenti alle rovine del castello di re Sverre e che offrono ottime vedute della città.

Sono oltre 80 edifici gli storici sul sito, che mostrano tutte le tecniche di costruzione particolari della regione del Trøndelag. La chiesa a doghe di Haltdalen è l’edificio più antico qua presente e risale al 1170 d.C.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona  Visitiamo Stavanger, una delle città più antiche della Norvegia

Altro da vedere a Trondheim

Cosa vedere a Trondheim, Statua di Olav Tryggvason

 

Completiamo la nostra visita a Trondheim nella piazza principale della città, Torvet, dove svetta una statua di Olav Tryggvason, il fondatore di Trondheim. Nel quartiere Bakklandet, uno tra i più storici della città, si avrà invece modo di ammirare i tanti artigiani intenti a preparare abiti realizzati interamente a mano, dal sorprendente costo accessibile. Una pausa di relax nella natura può invece essere all’interno della riserva di Bymarka, una area verde in cui gli abitanti si ritrovano per fare jogging o per seguire un itinerario guidato in grado di mostrare alcuni tra i panorami più interessanti della città e del fiordo.

Prima di lasciare Trondheim fate una pausa in uno dei tanti ristoranti tipici dove provare la ricca gastronomia a base di selvaggina. Tra gli altri piatti meritano provare sia il pesce appena pescato che la carne di agnello, particolarmente deliziosa. Accompagnate il tutto con un boccale di birra artigianale facendovi consigliare sull’eventuale abbinamento.

Ultimo aggiornamento 3 giugno 2021


 

Condividi su: