Cosa vedere a Spello, il borgo del Monte Subasio

Spello è un borgo medievale tra Foligno ed Assisi in Umbria, sul Monte Subasio, caratterizzato da una cinta muraria che è tra le meglio conservate in Europa. Tra le cose da vedere a Spello ricordiamo l'Infiorata, evento che si svolge annualmente nella Piazza Repubblica dove un team di infioratori colorano l'intera piazza. Tra le attrazioni di Spello ricordiamo la chiesa di Santa Maria Maggiore, costruita nel 12° secolo ma con una facciata restaurata nel 17° secolo dove ammirare all'interno numerose decorazioni di alto interesse artistico. Ecco cosa vedere a Spello, Perugia.

Spello, il borgo dalla cinta muraria
meglio conservata d’Italia

icona-articoloUn borgo dal carattere medievale a cui accedere passeggiando tra case di pietra poste lungo una serie di vicoli che raccontano il periodo romano della cittadina.
La sua cinta muraria ricorda la necessità di difendere Spello a cui si accedeva unicamente dalle porte, oggi ancora discretamente conservate e parte integrante di una città ricca di storia e di cultura. Le sue mura sono le meglio conservate d’Italia.

Da non perdere il principale edificio religioso di Spello, la Chiesa di Santa Maria Maggiore ma tra le cose da vedere a Spello troviamo sicuramente la Pinacoteca Comunale inserita nel Palazzo dei Canonici.
Spello appartiene al circuito dei Borghi più belli d’Italia.

Cosa vedere a Spello

Spello, la strada con i fiori

Chiesa di Santa Maria Maggiore

La chiesa di Santa Maria Maggiore è il principale edificio ecclesiastico del borgo di Spello.
La struttura, edificata nel 12° secolo, presenta una facciata risalente al 17° secolo. Nonostante la ricostruzione dell’aspetto esteriore, l’interno presenta numerose caratteristiche originarie, come ad esempio il portale ed il campanile, entrambi in stile romanico. Il resto degli interni sono invece in stile barocco, con numerevoli decorazioni di alto interesse artistico.

Prima tra tutte la celebre cappella Baglioni, caratterizzato da un pavimento marmoreo di Deruta ed una serie di meravigliosi affreschi di inizio cinquecento realizzati da Pinturicchio.
Questi raffigurano l’Adorazione dei Pastori, l’Annunciazione e la Disputa di Gesù coi Dottori.
Nella parte di destra dell’Annuncio è osservabile una finestra con la grata dipinta, raffigurante il viso di Pinturicchio, uno dei dettagli più interessanti della chiesa.

Le Porte nella Cinta Muraria

Spello, Cinta Muraria

Un vero borgo non può essere assente di una cinta muraria medievale, o ancora più antica. Spello non fa eccezione.
Infatti tra le cose da vedere a Spello, le mura hanno un ruolo da protagonista. Queste, che conservano il cuore antico della città, sono tra le mura di origine romana meglio conservate in Italia e tra le principali in Europa.
Sono tre le porte principali a cui accedere.

La più peculiare tra queste è quella Consolare, che possiede tre ingressi, uno grande centrale e due più piccoli laterali, caratterizzata da una torre e tre statue. La principale per il traffico tra le tre è invece Porta Venere, caratterizzata da due torri di Propezio e tre archi posti. Le torri di questa porta sono state oltretutto recentemente restaurate. L’ultima, ma non meno importante, è quella di Urbica, quella più legata alla storia romana ed è anche quella più antica tra quella della città di Spello.

Pinacoteca Comunale

La Pinacoteca di Spello è il principale centro museale del borgo ed è situata all’interno del Palazzo dei Canonici.
La sua mostra è imperdibile tra le cose da vedere a Spello. Composta da numerose opere di oreficeria, principalmente gotica e barocca, scultoree, di epoca medievale e rinascimentale, ed innumerevoli dipinti.
I dipinti risalgono al periodo compreso tra il 13° ed il 18° secolo, molti realizzati da alcuni dei personaggi più celebri del mondo dell’arte medievale, come Cola Petruccioli e Filippo Mazzola.

Di massimo interesse artistico è da citare la “Madonna col Bambino”, realizzata probabilmente da Pinturicchio nel 16° secolo, durante gli ultimi anni della sua vita. Questa magnifica opera oltretutto è stata protagonista di un furto, che 34 anni dopo il crimine commesso è tornata di proprietà comunale nel 21 Novembre del 2004.
Questa rappresenta la Madonna in trono con il bambino, originariamente questa era situata nel comparto centrale del Maestro di Assunta di Amelia.

OneMag - Logo Micro
Panicale, il piccolo borgo medievale umbro

Le infiorate di Spello

Infiorate di Spello

Nella centrale Piazza Repubblica, ogni anno per due giorni, nel periodo che precede il Corpus Domini, è possibile assistere a grandi team di infioratori che si mettono all’opera per celebrare questo evento.
Le cosidette Infiorate di Spello sono delle composizioni artistiche formate con ogni genere di pianta floreale, tritate finemente e posizionate delicatamente nel pavimento della piazza.

Alla vigilia dell’inaugurazione dell’evento le strade di Spello di animano di una vivace processione, che attira visitatori e cittadini di ogni etnia ed età.
La Piazza Repubblica e le annesse vie si colorano di vere opere d’arte momentanee, raffiguranti ogni genere di soggetto, dagli animali ai personaggi sacri, in un percorso lungo 1,5km.

Scopri di più:

Città di Castello, la pace immersa nella valle umbra
Cosa vedere a Torgiano, Umbria

 

Condividi su: