Cosa vedere a Sochi

Cosa vedere a Sochi


Condividi su:

Cosa vedere a Sochi

Tutti gli articoli della Russia

Cosa vedere a Sochi

icona-articoloSochi è una città situata nella Russia meridionale con 400.000 abitanti. Spesso definita la capitale estiva del paese, la città è nota per essere stata sede delle Olimpiadi Invernali del 2014 e nel 2018 di alcuni match dei Mondiali di Calcio. Tra le poche località balneari della Russia, Sochi attrae ogni anno quasi quattro milioni di visitatori grazie alle sue spiagge di ciottoli che allietano le calde giornate di sole e che diventano anche meta della movida serale. La città è frequentata anche da celebrità e da personaggi politici, rendendola una meta sempre più in crescita anche durante il periodo invernale, vista la sua vicinanza a diverse piste sciistiche.

Ciononostante il turismo internazionale è decisamente poco, meno del 3% dei suoi visitatori proviene dall’estero, una destinazione domestica che non viene nemmeno aiutata dalla sua posizione, quasi di frontiera.

Cenni storici

Cosa vedere a Sochi, veduta città moderna
© Magalie L’Abbé / Flickr

Il territorio dove oggi sorge Sochi fu abitato da tribù caucasiche passando poi sotto il dominio delle civiltà greche romane, bizantina e ottomana. Pochi i resti che testimoniano il suo passato, tra cui alcuni templi bizantini risalenti al periodo medievale.

Nel XIX secolo le prime notizie ufficiali della città, periodo durante il quale l’impero russo combattè contro l’impero ottomano, acquisendola nel 1829. Nel 1838 i russi iniziarono a insediarsi ufficialmente instaurando i primi edifici e realizzando i primi forti difensivi. Venne più volte ribattezzata assumendo il nome di Sochi, derivato da un fiume locale, solo nel 1896. La sua tradizione balneare e sciistica arrivò solamente nel XX secolo con la costruzione del primo edificio termale a Matsesta, una decina di km da Sochi. Qualche anno dopo è il momento del primo resort, il Riviera Causasica, realizzato questa volta nei confini urbani.

Poco prima della rivoluzione russa del 1917 Sochi venne proclamata città e collegata, mediante la ferrovia, con il resto della Russia. Il servizio iniziò regolarmente tuttavia dopo la conclusione della guerra civile, dando il via a una graduale crescita demografica. Fu Stalin nel 1934 a intravedere grandi possibilità per la città, dando il via a una importante ricostruzione. Fu questa la spinta che diede grande impulso demografico, periodo in cui contemporaneamente vennero costruite strade, teatri, hotel e altri centri termali, rendendo la città estremamente simile a quanto oggi possiamo ammirare.

La caduta dell’URSS hanno reso Sochi il luogo della residenza estiva del presidente russo della Crimea e l’arrivo prima delle Olimpiadi invernali del 2014 e successivamente sede di alcune partite dei mondiali di calcio del 2018 l’hanno resa internazionalmente nota. Oggi Sochi è una città moderna la cui architettura sovietica è felicemente unita al nuovo look di moderna città cosmopolita.

OneMag-logo
Link-uscita icona  Visitiamo la Cattedrale di San Basilio a Mosca

Cosa vedere a Sochi, Russia

La città di Sochi, in Russia, si trova ai piedi del Caucaso ed è affacciata sul Mar Nero.
Il meteo di Sochi è piuttosto mite, splendido in inverno per sciare e ottimo per abbronzarsi in estate. Sochi è una città elegante e ricca di verde, con numerosi parchi e giardini botanici.
Pronti a scoprire Sochi?

Stadio Olimpico Fišt

Cosa vedere a Sochi, stadio

Lo Stadio Olimpico Fišt fu costruito nel 2013 e si tratta di un piccolo gioiello ingegneristico. Nel 2014 ospitò le cerimonie di apertura e chiusura delle Olimpiadi Invernali e delle Paraolimpiadi Invernali.

Lo stadio è stato costruito con l’obiettivo di assomigliare ad un guscio, in omaggio alle glorie dell’arte Fabergé e per questa ragione inserito tra le cose da vedere a Sochi.
Non poco distante è situato anche il circuito di Formula 1, in cui è possibile anche utilizzare delle auto noleggiate per percorrerlo.

OneMag-logo
Link-uscita icona Vuoi visitare la Russia? Ecco quando andarci

Medals Plaza

Cosa vedere a Sochi, Medal Plaza

Lo stadio si trova nell’Olympic Park, un’intera zona dedicata allo sport. All’interno dell’Olympic Park è presente la Medals Plaza, ovvero la piazza situata di fronte allo stadio Fišt.

Le sue principali attrazioni sono la fontana e il pilone della torcia olimpica, strutture architettoniche eccezionali e apprezzate da sportivi e non solo.
Una passeggiata all’interno di questa zona è necessaria per definire la visita a Sochi completa.

OneMag-logo
Link-uscita icona  Muoversi a San Pietroburgo | Guida ai trasporti pubblici di San Pietroburgo

Fontane cantanti

Cosa vedere a Sochi, fontane cantanti

Le fontane cantanti sono uno degli spettacoli più popolari del Parco Olimpico. In estate, le fontane suonano ogni giorno con maestosi giochi luminosi.

Nel periodo estivo lo spettacolo avviene dalle 20:30 alle 21:30, in primavera e in autunno dalle 19:00 alle 20:00 e in inverno – dalle 18:00 alle 19:00.
Essendo una attrazione all’aperto è visitabile da chiunque e lo spettacolo è assolutamente gratuito.

OneMag-logo
Link-uscita icona  Museo dell’Hermitage | Guida al più importante museo della Russia

Centro Commerciale Mandarin

Cosa vedere a Sochi, centro Mandarin

Tra le cose da vedere a Sochi citiamo anche il centro commerciale e ricreativo Mandarin,  situato a poca distanza dal molo e dal parco Bestuzhev. È composto da nove edifici separati, ognuno dei quali ospita vari negozi, bar e ristoranti. L’intero centro possiede uno stile architettonico identico per ogni edificio. Lungo i vicoli e le piazzette del complesso ci sono svariate fontane con giochi d’acqua e di luce.

Nel centro del Mandarin si trova un’ampia sala concerti, la Mandarin Hall, con 1200 posti a sedere. Nel centro è presente oltretutto una piscina, perfetta per svagarsi durante le calde giornate estive. Il Mandarin è anche il primo centro ricreativo della Russia dotato di una spiaggia, attrezzata con docce, bungalows romantici, spogliatoi, sedie a sdraio con ombrelloni e un campo da beach volley.

OneMag-logo
Link-uscita icona  Vladivostok | Cosa vedere a Vladivostok, Russia Orientale

Chiesa dello Spirito Santo

Cosa vedere a Sochi, Chiesa dello Spirito Santo

Si tratta di una tipica chiesa russa riconoscibile dalle varie cupole.
Non è la prima chiesa dedicata allo Spirito Santo, difatti esisteva un’altra struttura religiosa costruita nel XIX secolo ma venne distrutta nel 1947.

Sul territorio della vecchia chiesa furono sepolti i guerrieri della guerra del Caucaso del 1877. Dopo la distruzione del precedente edificio venne costruita quella attuale.

OneMag-logo
Link-uscita icona  Yakutsk, viaggio nella città più fredda del mondo

La Dacha di Stalin

Cosa vedere a Sochi, la dacha di Stalin

A Sochi è presente anche la Dacha, ovvero la casa vacanze, di Stalin. Venne costruita nel 1937 tramite i progetti dell’architetto Miron Merzhanov, il creatore del Bocharov Ruchey Dacha e del centro turistico Voroshilov a Sochi. La famiglia del dittatore trascorreva l’estate nella Dacha, ma Stalin preferiva alloggiare durante la stagione autunnale.

La dimora non ebbe unicamente la funzione di casa vacanza ma avrebbe anche ricevuto capi di stato stranieri, come ad esempio Mao Tse-tung, il fondatore e leader ideologico della Repubblica popolare cinese. Sia l’esterno che l’interno della dacia sono stati mantenuti intatti, completi di finiture interne in legno pregiato, lampadari a bracci, divani in pelle, tavolo da scrittura su misura di Stalin e fotografie di famiglia.

OneMag-logo
Link-uscita icona  Le più belle città da visitare in inverno, una è in Russia

Parco Riviera

Cosa vedere a Sochi, parco Riviera

Il Parco Riviera è il parco più importante della città di Sochi. Venne fondato da Vasily Khludov, un importante commerciante, nonché cittadino onorario di Mosca del XIX secolo.

Khludov è popolarmente considerato il pioniere della località balneare del Mar Nero.
Se siete in viaggio con la vostra famiglia in questo grande parco, i vostri bambini riusciranno a svagarsi come in nessun altro luogo a Sochi.

Ultimo aggiornamento: 1 Maggio 2021


 

Condividi su: