Cosa vedere a Rovigno, Croazia

Cosa vedere a Rovigno, Croazia


Condividi su:

Cosa vedere a Rovigno, Croazia

Tutti gli articoli della Croazia
Cosa vedere a Rovigno, mappa
© Apple Maps

icona-articoloRovigno è indubbiamente tra le località della Croazia più apprezzate dagli italiani. Situata a poco più di 1 ora in auto da ⇒ Trieste, Rovigno è posta sulla costa occidentale dell’Istria, la caratteristica e affascinante penisola a forma di punta di freccia. Rovigno è anche al terzo posto per le località più soleggiate dell’Adriatico, detenendo il primato per la minor presenza di nubi durante l’anno. I 134 giorni di sole ogni anno la rendono perfetta per essere visitata già dalla seconda metà di marzo fino al mese di ottobre avanzato.

Cenni storici

Cosa vedere a Rovigno, veduta mura

L’attuale Rovigno è collocata nel territorio precedentemente abitato dalla tribù mercantile illirica degli Histri, colonizzato già dall’età del ferro.

Nel 177 a.C. Rovigno entra a far parte dell’Impero romano chiamata prima Arupinium o Mons Rubineus (pietra preziosa), poi Ruginium e Ruvinium. Per molti anni la città visse in assoluta serenità e pace, protetta dal regime di Roma. Presto però Ruvinium attirò l’attenzione dei Visigoti e degli Unni, noti per le loro mire espansionistiche. La Rovigno dell’epoca romana era fondamentale per la sua posizione strategica, favorevole sia per i commerci che le attività belliche. Le numerose battaglie costrinsero gli abitanti a trovare rifugio nelle vicine isole, riparo naturale perfetto grazie alle alte pareti rocciose.

Nel Primo Medioevo Rovigno passò dal dominio Bizantino a quello Longobardo, per proseguire con i Franchi, nei primi anni dello scorso millennio. Nel VII secolo divenne una delle città più importanti dell’Istria, grazie a un numero crescente di abitanti. E’ il secolo in cui venne però conclusa l’autonomia ottenuta durante il periodo romano. I secoli successivi, dal 1283 al 1797, vedono Rovigno diventare uno dei punti di riferimento della Serenissima. Negli ultimi anni del dominio veneto, nel 1763, Rovigno viene collegata artificialmente alla terraferma, trasformandosi nella graziosa penisola che oggi conosciamo. Durante il dominio veneziano, in concomitanza con le guerre contro i Turchi, le mura difensive della città vengono rinforzate, cosi come tutt’oggi contornano il centro urbano. Alla caduta della Repubblica di Venezia, nel 1797, venne instaurato un governo democratico indipendente, che però durò solamente qualche anno.

A partire dal 1813 la città entra a far parte dell’Impero austro-ungarico, rimanendoci per un secolo, fino all’inizio della Grande Guerra. Terminata la Prima Guerra Mondiale, viene annessa all’Italia, rimanendoci per una ventina di anni, fino alla capitolazione del paese nel 1943. Nel 1947, Rovigno cambiò nuovamente la sua posizione governativa, divenendo parte integrante della Jugoslavia, fino al suo crollo nel 1991, anno in cui viene fondato lo stato di Croazia.

OneMag-logo
Link-uscita icona  Visitiamo il Trsat Castle di Fiume

Cosa vedere a Rovigno

Il centro storico di Rovigno

Cosa vedere a Rovigno, centro storicoRovigno inizialmente sorgeva su una isoletta, protetta sin dai tempi antichi da una cinta muraria, rinforzata e restaurata in epoca medievale. Dopo la sua connessione alla terraferma, nel 1763, la città si caratterizzò per la presenza di sette porte di accesso. Oggi sono ancora visibili tre delle sette originarie: la porta di San Benedetto, la Portica e la Porta di Santa Croce.

Il ristretto spazio disponibile costrinse gli allora abitanti a scegliere di costruire unicamente piccole e strette case, attraversate da altrettanto piccole viuzze e corredate da minuscole piazzette. Oggi il centro urbano si mostra esattamente come a suo tempo, strade percorribili per lo più a piedi o su due ruote con splendide storiche abitazioni affacciate direttamente sul mare.

Iniziamo a scoprire cosa vedere a Rovigno passeggiando lungo la Ulica Carera, una delle principali arterie del centro storico della città dove ammirare le vetrine dei tantissimi negozi che qua si affacciano. Siamo infatti nella principale strada dello shopping di Rovigno, il punto ideale da raggiungere in tutti quei casi in cui siamo alla ricerca di qualcosa da acquistare. Proseguendo arriverete all’ingresso della città vecchia, ovvero nella Piazza del Ponte, dove avrete anche modo di ammirare l’Arco dei Baldi, risalente al 1679 e oggi considerato uno dei simboli della città. Dopo essere entrati nel vero fulcro cittadino e attraversato i vicoli che si affacciano sul mare arriverete alla Chiesa di Santa Eufemia, la prima delle attrazioni da inserire tra le cose da vedere a Rovigno.

Chiesa di Santa Eufemia

Cosa vedere a Rovigno, Chiesa di Sant'Eufemia

La sua costruzione risale al 1736 e oggi la Chiesa di Sant’Eufemia di Rovigno è considerata il più importante edificio barocco dell’intera Istria. L’edificio richiama alla memoria gli antichi fasti della città, quando Rovigno era il luogo più popolato della regione. Nel suo interno trova sede la tomba della santa Eufemia, data in pasto ai leoni da Diocleziano nel 304 d.C.. Ogni 16 Settembre si ricorda questo triste episodio e i fedeli si ritrovano nella Chiesa per celebrare e pregare.

Da segnalare il campanile, accessibile dall’altare mediante una scalinata.

location_icon onemagTrg Sv. Eufemije, 52210, Rovinj, Croazia
+38552815615

OneMag-logo
Link-uscita icona  Guida di Morter, la splendida isola croata

Porto di Rovigno

Cosa vedere a Rovigno
Rovigno, il porto

Dopo aver visitato accuratamente la Chiesa di Sant’Eufemia è arrivato il momento di prendere proprio uno dei tanti vicoli che conducono al porticciolo della città, altra attrazione da inserire sicuramente tra le cose da vedere a Rovigno. Piccolo e grazioso, il Porto di Rovigno è il luogo perfetto per cercare un ristorante dove provare la cucina locale, naturalmente in buona parte composta dal pesce pescato del giorno.

Se nelle serate diventa una dei principali luoghi della movida di Rovigno, durante la giornata è perfetto per ammirare le tante barche qua ormeggiate. Da qua, se il tempo ve lo consente, potrete anche traghettare per raggiungere una delle tante isole poco distanti dalla costa, ricche di flora, fauna e spiagge incontaminate.

ACI Rovinj, Šetalište Vijeća Europe, 52210, Rovinj, Croazia
+38552813133

OneMag-logo
Link-uscita icona  Benvenuti a Dubrovnik, la città penisola sull’Adriatico

La piazza principale di Rovigno

Cosa vedere a Rovigno, la piazza Grande

Cosa vedere a Rovigno, torre dell'Orologio

La Piassa Granda è considerata tra le più belle di tutta l’Istria. Lo stile architettonico all’interno si divide a nord con il design veneziano mentre dal lato opposto l’architettura richiama i dettami di quella tipica triestina e austriaca. Imperdibile la Torre dell’orologio, costruita nel XIX secolo con la caratteristica scultura del Leone, simbolo della Serenissima veneziana. La principale piazza di Rovigno è riconoscibile per il colore rosso, il segno distintivo di una delle piazze in assoluto più frequentate da turisti e abitanti.

Nel centro nel 1959 venne eretta anche la caratteristica fontana, nella quale i bambini giocano durante la stagione estiva.

OneMag-logo
Link-uscita icona Pronto a scoprire le 10 spiagge più belle della Croazia?

Museo Civico di Rovigno

Allontaniamoci di pochi passi per raggiungere la prossima delle attrazioni da vedere a Rovigno. Siamo di fronte al piccolo museo civico, fondato nel 1954 e situato in un meraviglioso palazzo barocco del XVII secolo. Consigliato per scoprire la storia della città, il Museo Civico di Rovigno raccoglie in un unico spazio espositivo il ricco patrimonio culturale di Rovigno. Al suo interno è presente una galleria e una mostra permanente.
Merita ammirare i vari reperti archeologici e documenti che raccontano la città di Rovigno nella storia, tra cui meravigliose fotografie scattate in epoca fascista.

Trg Maršala Tita 11, 52210, Rovinj, Croazia
+38552816720

Sito web ufficiale

OneMag-logo
Link-uscita icona  Ecco le 10 cose da vedere a Fiume

Altro da vedere a Rovigno e dintorni

Convento Francescano

Cosa vedere a Rovigno, il Convento Francescano

Iniziato nel 1702 e terminato 8 anni dopo, il convento Francescano è un meraviglioso complesso barocco il cui obiettivo è quello di unire in preghiera l’intera comunità locale.

Siamo di fronte a uno degli edifici imperdibili da vedere a Rovigno, dove al suo interno troviamo la biblioteca dove sono custoditi oltre 12.000 volumi, quasi tutti religiosi, scritti a partire dal XVI secolo. La biblioteca è nata diverso tempo dopo la realizzazione del convento: risale infatti al 1878.

Riserva Ornitologica

Spostiamoci a Palù, nei dintorni di Rovigno, per visitare una delle escursioni da prendere in considerazioni. Siamo nella Riserva Ornitologica, il luogo dove da sempre è praticato il birdwatching. Aperta tutto l’anno è perfetta da visitare tra la fine di febbraio e l’inizio di maggio, i mesi della migrazione primaverile. Da settembre alla fine di dicembre potremo invece assistere alla migrazione autunnale.

Le statistiche della riserva parlano di 219 specie diverse di uccelli presenti a Palù.

Isola Rossa

Cosa vedere a Rovigno, Isola Rossa
© dbeino / Flickr

Sono due isolotti oggi uniti da un ponte, al largo della costa adriatica. L’isola è stata originariamanete abitata dai monaci benedettini che si insediarono intorno alla prima metà del VI secolo, abitandola ininterrottamente fino alla fine del XIII secolo. Dopo i monaci benedettini furono quelli francescani a occupare l’isola fino all’acquisto da parte di Hütterot, un magnate austriaco che decise di fondare sul territorio la sua villa, abitandola fino al 1945.

Oggi la villa e il convento sono parte integrante di un resort di lusso aperto ai turisti. Ogni giorno da Rovigno partono diversi traghetti che in pochi minuti vi portano direttamente sull’isola anche per una semplice passeggiata, oltre che per alloggiare nel resort.

Acquario di Rovigno

Proprio a fianco al Centro di ricerca marino “Ruđer Boskovic” trovate l’acquario di Rovigno.
La sua nascita è risalente al 1891 con il nome di “Zoologische Station des berliner Aquarius” ed è uno dei primi acquari aperti in assoluto.
La sua apertura al pubblico, nel periodo estivo, è dalle 9 alle 21.

Casinò di Rovigno

Se vi piace il gioco d’azzardo oppure avete voglia di provare a sfidare la fortuna ecco il luogo che fa per voi. Sul lungomare è presente infatti un piccolo casinò con qualche slot machine. È perfetto come il luogo di ritrovo tra gli amici durante le serate dopo una lunga giornata di divertimento.
La posizione sulla riva e vicino al centro storico lo rende facilmente accessibile.

OneMag-logo
Le spiagge di Rovigno

Ultimo aggiornamento 3 aprile 2021


 

Condividi su: