Condividi su:

Cosa vedere a Roskilde

Tutti gli articoli della Danimarca
Cosa vedere a Roskilde, mappa
© Apple Maps

icona-articoloSituata sulla sponda meridionale dell’omonimo fiordo e a pochi chilometri verso ovest dalla capitale ⇒ Copenaghen, troviamo la città di Roskilde. Tra i più ampi comuni del paese, Roskilde è la casa di circa 50.000 persone ed è uno dei luoghi principali nella Danimarca per la celebrazioni di eventi di ogni genere.

Favorita dalla vicinanza con la capitale e dalla bellezza del territorio circostante, gli organizzatori di mostre, concerti e festival hanno sempre prediletto Roskilde. La città è nota per essere stata la capitale della Danimarca fino al 1443 e qua aveva sede la più importante diocesi del paese. Non resta altro se non iniziare a scoprire, una dopo l’altra, le cose da vedere a Roskilde, tra musei, strutture e attrazioni.

Cosa visitare a Roskilde

Cosa vedere a Roskilde, navi vichinghe

Ragnarok

Il Ragnarok è il complesso museale simbolo di Roskilde. Esternamente si presenta con uno stile architettonico che riconduce al design tipico degli anni ’50 utilizzato nei teatri e nei locali dedicati alla musica. Il museo ospita ed espone numerosi cimeli inerenti alla musica dello scorso secolo, dal rock and roll degli anni ’50, passando per la musica dance degli anni ’70 e dal pop anni ’90.

LEGGI  Copenahagen | Cosa vedere a Copenahagen, la capitale della Danimarca

Il Ragnarok è un vivace percorso che attraversa la cultura giovanile nella musica dei scorsi decenni, con centinaia di cimeli ed altrettanti documenti, che testimoniano l’evoluzione della cultura popolare. Il museo è situato nel quartiere Musicon, popolarmente chiamato Rock City, poco distante dal luogo del celebre Festival di Roskilde.

OneMag-logo
Link-uscita icona  Visitiamo Skagen, la città dello Jutland Skagen

Museo delle navi vichinghe

Cosa vedere a Roskilde, Danimarca

Cinque navi vichinghe originali sono situate nel complesso museale delle Navi Vichinghe, precisamente nella zona inferiore del fiordo Roskilde. Queste navi sono esposte nella sala principale e rappresentano una delle maggiori attrazioni del luogo.

L’edificio è situato geograficamente di fronte al fiordo ed è stato costruito nel 1969, con lo scopo di ospitare le cinque navi osservabili tutt’oggi. Durante il percorso possono essere osservati i numerosi filmati che ricostruiscono la storia di ciascuna di queste navi. Nel 1997 l’edificio fu protagonista di un grande lavoro di riprogettazione, aggiungendo all’offerta un porto ed una piccola isola artificiale, che ricrea l’ambiente storico dei vichinghi.

Proprio grazie alla costruzione del porto i visitatori hanno l’opportunità di salpare su una delle ricostruzioni delle navi, emulando cosi la vera e propria sensazione da vichingo.

OneMag-logo
Link-uscita icona  Cosa fare e vedere ad Aalborg, la quarta città della Danimarca

Roskilde Domkirke

Cosa vedere a Roskilde, Domkirke

Chiudendo la parentesi dedicata ai musei ci spostiamo nel centro città, dove troviamo la Roskilde Domkirke, ovvero il Duomo della città. Descritta come una tra le più belle nella Scandinavia, questa cattedrale ha origini datate 1170 e offre un’eccezionale panoramica sull’evoluzione architettonica della Danimarca nei secoli. Patrimonio dell’UNESCO, la Cattedrale ospita le cripte di ben 37 re e regine danesi. È possibile scoprire la storia di ognuno di questi importanti personaggi storici tramite la guida di circa 50 pagine che viene dotata una volta acquistato il biglietto per visitare l’edificio.

LEGGI  Cosa vedere a Odense, Danimarca

Anche l’edificio di per se rappresenta uno dei più importanti del genere in Scandinavia. Si tratta infatti della prima cattedrale gotica della Scandinavia, costruita in mattoni, caratterizzata dalle numerose cappelle reali.

OneMag-logo
Link-uscita icona  Billund, la città di Legoland

Land of Legends

Spostandosi verso sud-ovest da Roskilde troviamo una delle principali attrazioni di tutta la Danimarca, il Land of Legends. Il Lejre Land of Legends è un peculiare museo all’aperto che permette ai visitatori di esplorare il territorio scandinavo in tempi antichissimi. È infatti un centro sperimentale caratterizzato dalla presenza di numerosi insediamenti ricostruiti risalenti all’età della pietra, del ferro e dei vichinghi.

Si possono esplorare gli antichi paesaggi, le case e i giardini dei villaggi di allora. È possibile visitare i laboratori dove le donne vichinghe, gli uomini dell’età del ferro, i cacciatori dell’età della pietra e gli artigiani svolgevano le proprie attività.

Ultimo aggiornamento 27 aprile 2021


 

Condividi su: