Cosa vedere a Roccaraso

Cosa vedere a Roccaraso, la splendita città abruzzese posta sull'Altipiano delle Cinquemiglia in provincia de L'Aquila e meta di turismo invernale e apprezzata anche per una vacanza in estate. Roccaraso è ideale da visitare in bicicletta e proprio a Roccaraso in più volte è transitato il Giro d'Italia. Tra le altre cose da visitare a Roccaraso merita il Monumento ai Caduti senza Croce, l’Eremo della Madonna della Portella e la chiesa parrocchiale di Santa Maria Assunta. 5 min


1
44 condividi, 1 punto
Cosa vedere a Roccaraso

Cosa vedere a Roccaraso, Abruzzo

icona-articoloCosa vedere a Roccaraso, la splendida cittadina di meno di 2.000 abitanti appartenente alla Comunità Montana Alto Sangro e Altopiano delle Cinque Miglia.
Siamo nella provincia de l’Aquila, a 1236 metri di altitudine, e la sua storia ci riporta intorno al primo millenio, quando venne fondata con il nome di Rocca Rasini.
Il suo sviluppo, specie come meta turistica, lo si deve all’apertura della linea ferroviara con Napoli, alla fine dell’Ottocento.

Già dall’epoca, infatti, quando cala la neve Roccaraso è presa d’assalto dai numerosi turisti che la scelgono come meta invernale. E’ una delle eccellenze del turismo invernale di tutto il Centro-Sud italiano, grazie anche a numerosi impianti sciistici che la rendono meta ideale per una vacanza di sci sull’Appennino.
Oggi però Roccaraso sta sempre più diventano una località turistica anche estiva, grazie a un clima fresco che permette di uscire la sera anche con un piccolo leggero maglioncino.

Visitiamo Roccaraso in bicicletta

Roccaraso, veduta montiLa fantastica Roccaraso è amata anche con il suo abito estivo grazie alla sua storia, le sue tradizioni, i monumenti e soprattutto per gli splendidi percorsi da trekking che regalano scorci e fotografie di rara bellezza.

Inutile dire che tutta la zona è un autentico paradiso anche per gli amanti della bicicletta che, su queste strade, troveranno piste a picco sui monti, con il sole a baciargli la fronte e un vento fresco a soffiare via i malumori.

D’altronde, per chi non lo sapesse, Roccaraso ha ospitato in più di un’occasione il Giro di Italia, trasformandosi sempre in una delle tappe più interessanti di ciascuna edizione. Anche il centro storico è un piccolo confetto che negli ultimi anni ha imparato a esaudire tutte le esigenze del turista: in città è possibile trovare cinema, ristoranti, discoteche e persino un teatro che può vantare oltre trecento anni di storia.

Cosa vedere a Roccaraso

Cosa vedere a Roccaraso

Roccaraso può vantare oltre mille anni di storia, e nonostante sia soltanto un piccolo borgo, sa offrire ai suoi visitatori anche un valido spicchio di cultura.

Una volta raggiunta Roccaraso, non potrete perdervi il borgo medievale di Pietransieri e la chiesa barocca di San Rocco.

Molto interessante anche il Monumento ai Caduti senza Croce, l’Eremo della Madonna della Portella sulla strada per Rivisondoli, e la chiesa parrocchiale di Santa Maria Assunta che risale al XVI secolo e conserva ancora la bellissima statua d’argento di Sant’Ippolito, realizzata dalla scuola orafa napoletana.

Cosa vedere a Roccaraso, il Sacrario del Monte Zurrone

Cosa vedere a RoccarasoInaugurato nel 1961, il Monumento ai Caduti senza Croce è dedicato ai 145.000 caduti durante la Seconda Guerra Mondiale. Lo scopo del monumento è quello di dare un segnale di ringraziamento devoto a tutti i soldati del mondo morti senza una sepoltura.
Proprio Roccaraso, infatti, è stata in quel periodo una delle tante località italiane in cui il secondo conflitto mondiale ha lasciato un triste indelebile segno.

La sua realizzazione, iniziata nel 1956, è stata resa possibile grazie alle donazioni di numerosi enti ma anche di personalità e di gente comune, tutte intenzionate a rendere omaggio al terribile eccidio.
Ogni anno, l’ultima domenica di giugno, il Monte Zurrone diventa protagonista della ‘Giornata del Ricordo’, un momento per ritrovarsi e ricordare i tanti caduti per la Patria.

OneMag-logo
Scopriamo cosa vedere a Castel di Sangro, la porta dell’Abruzzo

Cosa fare a Roccaraso

Cosa fare a Roccaraso

Meta principalmente invernale, Roccaraso è da qualche tempo prediletta anche per una pausa estiva.

– Roccaraso in inverno

Nei mesi più freddi Roccaraso diventa la meta perfetta per gli amanti dello sport invernale, come sci alpino e snowboard, praticabili nel Comprensorio Sciistico dell’Alto Sangro. Le piste di Roccaraso di uniscono a quelle di Pescocostanzo e di Rivisondoli, per un totale che supera i 100 km.
Gli appassionati di sci di fondo potranno invece recarsi al Piano dell’Aremogna dove troveranno piste con diversi livell di difficoltà.

Cosa vedere a RoccarasoTra le cose da fare a Roccaraso è suggerito provare lo snowkiting, per cui Roccaraso è tra i primi luoghi a cui pensare per praticarlo.
Se ancora non lo conoscete, lo snowkiting è la nuova frontiera degli sport invernali, un mix tra kitesurf, snowboard e parapendio.
In pratica si utilizza un aquilone (kite è proprio la traduzione di aquilone) per farsi trasportare sulle piste da sci ma soprattutto sulle piste innevate non indirizzate agli sciatori. C’è chi sceglie di volarci, chi opta per il freestyle e chi invece come skilift.
Sono diversi gli spot dove poterlo pratica a Roccaraso, per tutti vale sempre il suggerimento di iniziare con un istruttore.
Tra gli spot per il surf kiting a Roccaraso suggeriamo quelli di Aremogna, tra i più grandi e raggiungibili con la cabinovia, di Valle Fredda, perfetto per i più esperti e Pizzalto, raggiungibile in macchina con la strada che collega proprio Roccaraso ad Aremogna.

Gli amanti dello sport outdoor invernali potranno anche sciare fuoripista con il supporto dell’elicottero come mezzo di risalita; fare escursioni con le ciaspole o anche entrare nel Palaghiaccio per un giro di pattinaggio.

– Roccaraso in estate

I mesi più caldi offrono altrettante cose da fare a Roccaraso.
Come per tutte le mete di montagna, anche qua si potranno percorrere i numerosi sentieri, come quelli proposti dal Parco Nazionale d’Abruzzo.

Cosa vedere a RoccarasoGli appassionati di trekking potranno munirsi di comode scarpe da trekking anche per seguire i sentieri del Parco della Majella, entrambi facilmente percorribili grazie anche a una buona disponibilità di mappe.
In alternativa è possibile anche seguire alcuni di questi sentieri in sella a una mountain bike oppure anche a cavallo, grazie alle strutture di equitazione presenti a Roccaraso.

Se siete più adrenalici, invece, non fatevi mancare un tour al Parco Avventura, dove in compagnia potrete mettervi alla prova con i tanti percorsi di vari livelli di difficoltà. Posto in Località Ombrellone, il Parco propone quattro percorsi tutti ben integrati nel bosci di pini in cui è ospitato.
Roccaraso è naturalmente perfetta in estate anche se viaggiate con i vostri bimbi. Qua tra sagre, campetti da tennis, parchi giochi, piscine con acquascivoli e cosi via non avrete certo modo di farli annoiare.

OneMag-logo
Voglia di una escursione? Pensiamo al lago di Scanno, il bacino d’acqua a forma di cuore

Come raggiungere Roccaraso

Cosa vedere a Roccaraso

Roccaraso è facilmente raggiungibile in diverse modalità.
Se siete particolarmente lontani, tre sono gli aeroporti più comodi. Quello di Napoli Capodichino dista circa 130 km mentre i due aeroporti di Roma sono a circa 200 km di distanza.
Il più vicino è quello di Pescara, circa un centinaio di km, tuttavia quello meno connesso con le altre destinazioni europee.

I collegamenti via bus possono essere effettuati direttamente da molte città con Flixbus
Nell’immagine le tratte italiane disponibili (dati aggiornati Aprile 2020).
Per tutte le alternative si suggerisce di visitare direttamente il ⇒ sito ufficiale.

Cosa vedere a Roccaraso

In auto Roccaraso è invece raggiungibile da Napoli con la A1 in direzione Milano, uscita di Caianello e quindi direzione Venafro fino alla meta.
Da Roma e Pescara A25 in con uscita a Pratola-Peligna-Sulmona e quindi proseguire sulla SS17 in direzione di Roccaraso.
Da Bari prendere invece la A14 fino a Pescara, proseguire sulla A25 e quindi seguire le indicazioni per chi proviene da Pescara.

In treno, infine, la linea è quella tra Pescara e Napoli, con cambio a Sulmona.

Ultimo aggiornamento: 7 Giugno 2020


 


Ti piace? Condividi con i tuoi amici!

1
44 condividi, 1 punto