Cosa vedere a Potsdam, la città del Parco di Sanssouci

Guida di Potsdam, la città della Germania nota per il parco di Sanssouci, l'esteso ed elegante parco noto per i suoi palazzi e giardini in stile barocco, realizzati a cavallo tra il 17° e 19° secolo. Il Parco di Sanssouci si presenta di incredibile interesse artistico, per via dei suoi colorati giardini e per due tra i palazzi di maggiore rilievo in Germania: l'omonimo Palazzo di Sanssouci e il Neues Palais. Da non perdere anche l'elegante vigneto a terrazze, attrazione unica nel suo genere in quest'area della Germania. Ecco la nostra guida su Postsdam e sul parco di Sanssouci.4 min


0
25 shares
Cosa vedere a Potsdam, Germania

Guida di Potsdam

Sita nel circondario di Potsdam-Mittelmark, nello stato di Brandeburgo, Potsdam è una delle più affascinanti città del nord-ovest della Germania. Caratteristica che favorisce il turismo a Potsdam è senza dubbio l’immediata vicinanza con Berlino, la capitale della Germania.
Sono circa 160 mila i residenti di Potsdam. Interessante è l’evoluzione demografica della città, che con l’avvento della Seconda Guerra Mondiale raddoppiò, per poi subire un netto crollo alla sua conclusione. Da circa gli anni ’70 Potsdam è ritornata a essere protagonista di un incessante aumento della popolazione che tutt’oggi continua a trasformare l’aspetto del centro urbano.

Inoltre Potsdam è una località pluricitata nei libri di storia. Qua si tenne nell’estate del 1945 la cosiddetta Conferenza di Potsdam, che vedeva le nazioni della Grande Alleanza, Stati Uniti, Regno Unito e Unione Sovietica, vincitrici della Seconda Guerra Mondiale, stabilire gli accordi per la gestione dell’immediato dopoguerra.

A rendere affascinante la più popolosa città dello stato di Brandeburgo sono le sue attrazioni e la sua architettura, tanto che sono in molti a definirla come la Versailles della Germania. Ecco quindi cosa vedere a Potsdam, tra storia e cultura.

Viaggio a Potsdam

Cosa visitare in città

Viaggio a Potsdam, Germania

Potsdam vanta il soprannome di Versailles tedesca per la presenza di alcuni dei più maestosi giardini e palazzi della Germania, attirando turisti da tutto il mondo. Inoltre l’immediata vicinanza con la capitale Berlino favorisce una gita o un viaggio a Potsdam, soprattutto durante i mesi primaverili, quando i giardini si presentano con variopinti fiori sbocciati.

Non certo anche un caso che vari re di Prussia predilessero Potsdam come città di residenza, tanto che oggi la combinazione tra storia, arte e architettura hanno permesso anche di inserirla nella lista dei Patrimoni dell’Umanità dell’UNESCO. Ma oltre a essere un’eccezionale città ricca di storia e arte, Potsdam vanta la presenza di ben 30 istituti di ricerca, che la rendono una delle città di riferimento in Germania per lo sviluppo industriale e scientifico.

Il centro città è diviso dal fiume Havel, che nel lato occidentale raggiunge l’incredibile larghezza di 700 metri, dimensione che si decima raggiunto il cuore cittadino, prima dell’isola di Freundschaftsinsel, nota per i suoi bei giardini. 

Se nel centro urbano, seppur abbastanza esteso, prevale un’elevata densità di edifici, uscendo di pochi chilometri verso ovest è possibile passeggiare all’interno del Wildpark, l’esteso parco pubblico caratterizzato da una folta foresta e da numerosi trails, sentieri escursionistici.

OneMag-logo
Berlino, la guida completa per visitare la capitale tedesca

Parco di Sanssouci, il simbolo della città

Parco di Sanssouci, Postdam

A essere di incredibile interesse turistico, nonché assoluta principale attrazione della città, è il Parco di Sanssouci, esteso per circa 290 ettari e che circonda l’omonimo palazzo. Questo parco è postumo alla costruzione del Palazzo di Sanssouci, che vedremo a breve, ma oggi accoglie i visitatori e rappresenta un’imperdibile attrazione di Potsdam.

La costruzione del Parco di Sanssouci seguì lo stile tipico dei giardini francesi di stile barocco, stile che accomuna molti dei manieri e giardini europei del 18° secolo. L’investimento economico che affrontò Federico II il Grande, ex re di Prussia, fu decisamente elevato, per via di particolari impianti idraulici che servirono a creare i tanto blasonati giochi d’acqua, caratteristica immancabile nei giardini di questo genere. Scopriamo cosa vedere nel Parco di Sanssouci.

– Palazzo di Sanssouci

Palazzo di Sanssouci, Postdam

Simbolo della città, il Palazzo di Sanssouci (“sans souci”, senza preoccupazioni) è situato nel lato orientale dell’omonimo parco, ed è il più famoso tra i manieri della città. Ex residenza estiva dell’ex re di Prussia Federico II il Grande, il Palazzo di Sanssouci fu progettato a cavallo tra il 1745 e il 1747, per volere dello stesso regnante.

Parco di Sanssouci, Postdam, GermaniaA caratterizzare lo Schloß Sanssouci è la splendida architettura rococò, delineata dall’architetto tedesco Georg Wenzeslaus von Knobelsdorff. A metà 19° secolo l’edificio venne rimaneggiato per ampliarlo, per volere del re Federico Guglielmo IV, su progetto dell’architetto Ludwig Persius, il quale progettò anche il Castello dei Nobili a Cracovia.

Il maniero è di dimensioni abbastanza ridotte, contando che nasceva come residenza per i regnanti, con solo 12 locali disponibili nella prima versione costruita.
Infatti, la grandezza dei sfarzosi palazzi europei, Versailles in primis, fece suscitare perplessità a Federico II riguardo all’intimità della vita privata, nonostante il suo apprezzamento verso il barocco utilizzato dalla reggia parigina.
Venne successivamente costruito il Neues Palais, che invece serviva sì a testimoniare la potenza della Prussia, adibito per accogliere gli ospiti della corte.

– Vigneto a terrazze 

Vigneto a Terrazze, Parco di Sanssouci

L’edificio del Palazzo di Sanssouci è maestoso tanto quanto lo spazio terriero che lo circonda. Infatti, ad attirare i turisti è anche l’incredibile vigneto a terrazze, che costituisce una delle più importanti cose da vedere a Potsdam.

Nel dettaglio, il terreno su cui sorge il vigneto a terrazzo era originariamente boschivo. Ha rappresentato uno dei principali punti di partenza per il disegno del Palazzo di Sanssouci, dato che nel 1744, un anno prima dell’inizio dei lavori, Federico II espresse chiaramente il desiderio di avere questo particolare vigneto.
Sono sei le terrazze che compongono il vigneto, attraversate da una lunga passerella che dalla fontana circolare porta al maniero.

– Neues Palais

Neues Palais, facciata

Costruito nell’area occidentale del parco di Sanssouci, il Neues Palais vide la luce a seguito della Guerra dei Sette Anni, in cui la Prussia riuscì a imporre la propria potenza militare. Ci volle solo un anno dal termine degli scontri per poter ammirare questo splendido edificio, ultimo in ordine cronologico tra i castelli in barocco prussiano

Cupola del Neues Palais, Parco di Sanssouci, PostdamNonostante la sua costruzione era improntata al puro scopo d’imporre, con l’architettura, la propria potenza e, quindi, non a soggiornarci, a cavallo tra la fine del 19° e l’inizio del 20° secolo l’ultimo imperatore tedesco Guglielmo II utilizzò il Neues Palais come propria residenza.

La struttura del Neues Palais si presenta composta in tre ale principali, distribuite lungo i 220 metri di estensione totale dell’edificio. A coronare l’area centrale dell’edificio sorge la caratteristica cupola, il cui unico obiettivo era valorizzare l’aspetto architettonico del Neues Palais, che si innalza in cielo per 55 metri complessivi.

Altra caratteristica molto interessante del palazzo sono le statue, oltre 400, realizzate in arenaria e che contornano l’intero edificio, valorizzandone l’aspetto estetico, non solo del Neues Palais, ma di tutto il Parco di Sanssouci.


Like it? Share with your friends!

0
25 shares