Cosa vedere a Ortisei

Ortisei, piccolo comune in Val Gardena, provincia di Bolzano. Scopriamo cosa vedere nel centro abitato più popoloso della Val Gardena, Ortisei

Cosa vedere a Ortisei,
un fiore in Val Gardena

icona-articoloUn piccolo comune in provincia di Bolzano, la graziosa Ortisei conta poco meno di 5 mila abitanti, eppure può vantare il titolo di centro abitato più popolato di tutta la Val Gardena. D’altronde questo piccolo fazzoletto di terra che sorge sulle pendici del Monte Rasciesa è un territorio totalmente immerso nella pace e nella quiete più sconfinata, dove il silenzio vi avvolgerà in un tenero abbraccio.

Un luogo meraviglioso di inverno quando i turisti di tutti il mondo partono all’assalto del Trentino Alto Adige, grazie alle stazioni sciistiche più belle del mondo; ma che negli ultimi tempi sta conoscendo anche un forte sviluppo del turismo estivo, dal momento che, quando si sciolgono le nevi, dalle distese di vaniglia bianca fa capolino un mondo tutto verde e rigoglioso, che nasconde bellezze naturali capaci di mettere d’accordo tutta la famiglia.

Trekking estremo, corse in bicicletta o semplici passeggiate tra i monti più belli di Italia, dove l’aria è purissima e una sensazione di relax pervaderà le vostre membra fino a dimenticare i rumori insopportabili della città.

potrebbe anche interessarti:
Castelrotto, il borgo delle Alpi di Siusi

Dove si trova Ortisei

Cosa vedere a Ortisei

D’altronde la meravigliosa Ortisei sorge al 1236 metri d’altezza, troppo in alto per avere ancora qualcosa da condividere con l’inferno metropolitano. Qui vi verrà automatico togliere le scarpe e camminare a piedi nudi sull’erba umida al fianco dello splendido Rio Gardena.



La città di Ortisei può vantare oltre ottocento anni di storia, e deve il suo nome alle ortiche, le piante che caratterizzavano il territorio tanto tempo fa. Una valle incantata, come quelle dei cartoni animati, che però, oltre al verde, sa offrire anche tante chiesette, palazzi e musei che rendono la zona ancora più godibile.

Cosa vedere a Ortisei

Ortisei, veduta del centro storico

Si consiglia in tal ottica una piccola visita alla Chiesa di Sant’Ulrico, il santo patrono, l’edificio è interessante perché rappresenta un mix tra cultura neoclassica e barocca, con tanti affreschi e statue di artisti del passato.
Bella anche la Chiesa di San Giacomo che fonde elementi del tardogotico seicentesco ad alcuni rifinimenti in stile barocco; anche qui sorprendono alcuni affreschi del ‘400.

Altro importante edificio storico è la Chiesa di San Giacomo, la chiesa cattolica più antica di tutta la Val Gardena. Le sue origini, secondo alcuni manoscritti ritrovati, la identificano al 12° secolo ed è ancora oggi in ottimo stato conservativo. Numerosi gli interventi che nel tempo ne hanno permesso di diventare un punto di riferimento turistico anche per gli interessanti elementi barocchi presenti.

Attrazioni ad Ortisei

Cosa vedere a Ortisei


Altrettanto belle le ville che colorano il panorama di Ortisei rendendola unica nel suo genere: tra le più caratteristiche segnaliamo la Villa Rifesser Stufan, un’antica casa signorile costruita per la prima volta nel 1515 e che conserva statue che rappresentano la rivolta tirolese del 1809.

Di egual impatto anche la Costamula de seura, la Costamula de sot e il Kudan, anche questa struttura conserva evidenti elementi di un’ondata di stile barocco che ha pervaso tutto il circondario.

Infine, la città di Ortisei, può vantare anche due piccoli musei molto carini: il museo della Val Gardena che conserva antichi reperti archeologici, e la casa della Cultura Luis Trenker che ospita l’antichissima campana del Magister Manfredinus.

Escursioni da Ortisei

Viaggio ad Ortisei, Alpi di Siusi

Numerose le escursioni che possono essere fatte partendo proprio da Ortisei, scoprendo il lato più tradizionale di tutto il Trentino Alto Adige.

Le Alpi di Siusi offrono ben 450 km di sentieri escursionistici ideali per ogni tipologia di vacanza attiva. Basterà infatti scegliere quale tour preferire tra un itinerario impegnativo verso le cime dolomitiche e rivolti ai più allenati oppure una passeggiata più serena in direzione di una delle baite qua presenti.

Nella stagione più calda ma anche con l’arrivo dei primi freddi sarà possibile procedere per visitare le malghe e gli alpeggi, scoprendo anche il delizioso lato gastronomico di Ortisei e dintorni.
Sempre nelle Alpe di Siusi troviamo diversi sentieri tematici. Partecipare ad un trekking nelle Dolomiti può quindi essere piacevole per scoprire il sentiero delle leggende o quello dei geologi, giusto per citarne un paio.

Altra bella passeggiata è quella percorribile da Ortisei in direzioni del Passo Sella. E’ un percorso piuttosto lungo ed impegnativo, da affrontare in buone condizioni fisiche e con un clima idoneo. Salendo ad una quota di circa 3000 metri sarà importante, infatti, prima di pianificare la partenza evitare di partire in caso di nebbia o con un clima variabile ed incerto.

Una volta in cammino si avrà la possibilità di ammirare l’inconfondibile paesaggio lunare fornito dal Sella, ragione per cui non sarà impossibile trovare lungo il cammino qualche altro escursionista. Per godere di questo paesaggio dirigetevi al Passo Pordoi, una dozzina di km da Canazei, e salite sulla funivia che vi porterà in cima sul Gruppo del Sella.

Una sana camminata con traguardo il Rifugio Cavazza al Pisciadù, 2.585 metri di altitudine, e il suo paesaggio davvero unico. Una volta raggiunto il Rifugio rilassatevi ed ammirare il laghetto Pisciadù, uno dei luoghi più idilliaci delle Dolomiti.

OneMag-logo
Ecco le località dove sciare in Trentino Alto Adige

Gli antichi mulini di Bulla

Poco distante da Ortisei troviamo Bulla, una frazione posta sopra il nucleo urbano principale. Qua troviamo gli antichi mulini, costruiti tra il XVII e il XIX secolo per macinare il grano coltivato.
E’ una piacevole escursione da Ortisei anche se per poter affrontare l’intero giro dei Mulini, la cui lunghezza è di circa 2 km, occorre pianificare almeno un paio d’ore.

I mulini oggi non sono più attivi. Le sue attività si sono infatti interrotte negli anni Settanta del secolo scorso e alcuni dei mulini presenti hanno presentato nel tempo diversi problemi di struttura.
Oggi i mulini sono in corso di ristrutturazione anche se qualcuno oramai non è più visibile. 

Per visitarli chiedete la visita organizzata all’Ufficio Informazioni presente ad Ortisei.

Condividi su: