Cosa vedere a Nis (Niš), l’antica città dei Balcani

Cosa vedere a Niš, l'antica città dei Balcani situata sul fiume Nišava, nella Serbia meridionale. Pronti a viaggiare nel tempo a Nis?

Cosa vedere a Nis, Serbia

icona-articoloSul crocevia che collega l’Europa al Medio Oriente, sorge Niš, una delle più antiche città dei Balcani, testimone dei fasti e delle nefandezze degli imperi romano e bizantino.

I ritrovamenti preistorici di Bubanj e Humska Čuka, dimostrano che la periferia della città era abitata già nell’età neolitica e in quella del bronzo.

Qui nacque l’imperatore Costantino il Grande, protettore dei cristiani, che, durante il suo governo, la rese un fiorente ed importante centro economico e militare.

Turismo a Nis

Cosa vedere a Nis

Situata sul fiume Nišava, nella Serbia meridionale, la città ha in serbo suggestive attrazioni per i propri visitatori che qui scoprono il fascino imprevisto di una realtà che protegge il suo retaggio storico pur abbandonandosi allo scintillio della modernità.

Niš, infatti, è una città ed industriale che non disdegna il turismo al quale, anzi, presenta un’ampia scelta di hotel e ristoranti di qualità notevole, ma soprattutto di kafane.

Sono queste ultime il fiore all’occhiello di molte località serbe: luoghi d’incontro capaci di tenere fuori dai propri ambienti la frenesia contemporanea, per regalare ai frequentatori l’essenza di un tempo sospeso. Osterie tipiche che servono ottimo cibo e grandi quantità di alcool, durante spettacoli dal vivo. 

Cosa vedere a Nis

Cosa vedere a Nis
La fortezza di Nis

Il contatto con la storia, a volte anche cruenta, permea e circonda la città, mantenendo vivo il ricordo di periodi ed avvenimenti che, inevitabilmente, hanno segnato epoche e persone.

La Fortezza di Niš, eretta dai turchi sulle basi romane medievali, sorge sulla riva destra del Nišava. Ha la base a forma di poligono irregolare con lati, conseguentemente, di grandezza differente e fu costruita con la pietra della miniera di Hum ma anche con monumenti e sarcofagi, resti di precedenti costruzioni. Interamente circondata da un fossato, conserva quattro grandi cancelli ancora in ottime condizioni.

Dimenticare nella città di Niš è quasi impossibile. In molti angoli della città sopravvivono costruzioni che sono moniti più che monumenti, soprattutto per la popolazione locale.

La Torre dei teschi ne è un esempio. Eretta nel 1809 per volontà del generale turco Hirshi Pasha come avvertimento per i ribelli serbi, la torre è alta quattro metri e mezzo e larga quattro e su ogni lato presenta crani umani incastonati. Originariamente conteneva 952 teschi disposti in 56 file, ma oggi ne rimangono solo 58, dopo che i parenti delle vittime ne rimossero una parte, ed altri son caduti o sono stati rubati.

ti potrebbe interessare:
Subotica, la città serba dalle mille culture

Gola di Sićevac

Visitare Niš significa, evidentemente, fare un bagno di cultura tra testimonianze forti, respirando una storia anche più recente fatta di sacrifici umani e guerre sempre sbagliate. Ma tutt’intorno alla città c’è la possibilità di apprezzare pennellate di natura sorprendente, siti che rimettono l’anima in pace conil mondo.

Un incredibile esempio è la gola di Sićevac un’area protetta lunga oltre 16 chilometri, compresa tra due maestose pareti rocciose che accolgono flora e fauna selvagge.

Scopri di più:

Cosa vedere a Segovia, Spagna
Subotica, la città dalle mille culture

 

 

Condividi su: