Cosa vedere a Napoli: il Museo di Capodimonte

Cosa vedere a Napoli: il Museo di Capodimonte inserito nella maestosa Reggia e con 3 piani espositivi ricchi di opere dal '200 ad oggi. Nei suoi 3 piani espositivi troviamo al primo piano la Collezione Farnese e l'Appartamento Storico con la Galleria delle Porcellane. Al piano successivo, il secondo, la galleria ospita invece opere che coprono il periodo compreso dal '200 al '700. Al terzo ed ultimo piano trova invece spazio la collezione di opere dell'Ottocento e quelle di arte contemporanea. Ecco il Museo di Capodimonte a Napoli. 1 min


0
Il museo Capodimonte a Napoli
Condividi su:

Guida al Museo di Capodimonte
a Napoli

icona-articoloParlare del Museo di Capodimonte significa sicuramente riferirsi anche alla maestosa Reggia di Capodimonte, residenza storica dei Borbone di Napoli e in seguito prima dei Bonaparte, poi dei Murat ed infine dei Savoia.

Cosa vedere al Museo di Capodimonte

Museo di Capodimonte

Il Museo è naturalmente inserito all’interno della Reggia ed è nato nel 1738 da Carlo di Borbone che era alla ricerca di un luogo dove conservare la Collezione Farnese ricevuta in dono dalla madre.
Oggi l’esposizione è suddivisa in varie sezioni che occupano i 3 piani espositivi.

  • Si inizia la visita al primo piano dove troviamo proprio la Collezione Farnese e l’Appartamento Storico con due sale che sono dedicate alla Galleria delle Porcellane.

  • Si prosegue al secondo piano dove la galleria ospita invece opere che coprono il periodo compreso dal ‘200 al ‘700 con nomi quali Pinturicchio e Ribera, oltre alla Flagellazione di Cristo realizzata dal Caravaggio. Qui troviamo anche la Collezione Borgia, suddivisa nelle sezioni antichità egizie, etrusche e vari reperti dell’America Centrale e dell’Europa del nord.

  • Al terzo e ultimo piano trova invece spazio la collezione di opere dell’Ottocento e quelle di arte contemporanea, tra cui il celebre Vesuvius di Andy Warhol. Tra gli altri artisti da segnalare anche Mimmo Jodice e Michelangelo Pistoletto. Qui troviamo ben 7 sale con dipinti in ordine cronologico del XIX e XX secolo.

Il Museo è chiuso il mercoledi ed è necessaria la prenotazione con almeno due giorni di anticipo. La prima domenica del mese l’accesso è senza prenotazione.
E’ possibile avere visite guidate, informazioni presso la struttura.

Condividi su:

Like it? Share with your friends!

0