Cosa vedere a Meknès in Marocco

Cosa vedere a Meknes, l'antica capitale del Marocco e cuore storico ed economico del Paese, le cui origini risalgono al 1° secolo d.C. Con i suoi 600.000 abitanti, Meknes riesce ad essere contemporaneamente una piccola metropoli e una città rilassante, dove passeggiare per ammirare i tanti monumenti. Tra le cose da vedere a Meknes troviamo le rovine di Heri es-Souani, nell'area centrale della città. e talmente bella da essere stata scelta come location di alcuni prestigiosi film. Da non perdere a Meknes anche la Madrasa Bou Inania, una scuola coranica costruita nel 14° secolo durante il regno dei Merinidi. Ecco cosa vedere a Meknès in Marocco. 3 min


Cosa vedere a Meknès

Meknes, l’antica capitale
del Marocco

Città del Marocco | Le 10 città del Marocco più belle

icona-articoloPoco distante sia dalla città di Fez che dalla capitale  Rabat, nel cuore del  Marocco troviamo la magnifica città di Meknès.
È molto più di un semplice centro urbano, Meknès è il cuore storico ed economico del paese, con origini datate 1° secolo d.C.
Basta passeggiare in lungo ed in largo per le magnifiche vie di Meknès per ammirare la grande eredità storica. Decine di edifici colorati danno vita al centro urbano situato all’interno della cinta muraria ben conservata.
Non dimentichiamoci, infatti, che Meknes fu anche capitale del Marocco, dal 1672 al 1727.

Nonostante i 600.000 abitanti, Meknès non risulta caotica o frenetica, bensì conserva da sempre quell’atmosfera piuttosto rilassata che consente al turista di apprezzare tutte le attrazioni.
E di cose da vedere a Meknes ce no sono davvero tante.
Qui sarà infatti facile unire l’esplorazione della ricca tradizione marocchina con la pittoresca architettura, ottenendo un viaggio indimenticabile.
Non esageriamo quando affermiamo che Meknes è una delle città più belle del Marocco.
Preparate le vostre scarpe più comode ed uno zaino leggero, il nostro viaggio ha inizio!

Cosa vedere a Meknes

Heri es-Souani

Cosa visitare a Meknes

Ci troviamo nell’area centrale di Meknes, dove in un’area abbastanza isolata dal centro urbano vero e proprio troviamo le rovine di Heri es-Souani. Da secoli queste rovine simboleggiano la bellezza del luogo e testimoniano la sua importanza nel tempo e sono una delle cose da vedere a Meknes.

L’Heri es-Souani era, in passato, il granaio del governatore Moulay Ismai, a cui è dedicato il Mausoleo di Meknès. Il granaio si presenta con una dimensione notevolmente superiore rispetto alla media di quelli realizzati nello stesso periodo, compreso tra il 17° e 18° secolo. L’idea di realizzare un edificio cosi grande per conservare il grano, nasceva dall’enorme numero di cavalli reali, oltre 12000, che dovevano essere quotidianamente sfamati con grano e fieno. La struttura del granaio è massiccia, con finestre piccole e spessi muri in pietra, condizione perfetta per lo stoccaggio degli alimenti.

Ma oggi le rovine di Heri es-Souna sono anche un’apprezzata location cinematografica. Infatti negli anni molti registi hanno scelto questa insolita location per ambientare le proprie opere cinematografiche, primo tra tutti Martin Scorsese, che nel 1988 realizzò una parte de “L’ultima tentazione di Cristo” proprio tra le rovine di Heri es-Souani.

OneMag - Logo Micro
Le 10 città più belle del Marocco

Piazza el-Hedim

Cosa visitare a Meknes

Proseguiamo il nostro itinerario nella medina di Meknes, l’area più storica della città, in cui è possibile visitare la principale Piazza el-Hedim. Come di consueto in Marocco, le aree dedicate alla medina sono da sempre tra le cose da vedere a Meknes e in tutte le città. La sua costruzione avvenne tra il 1672 ed il 1674 per volere di Moulay Ismail, che decise di demolire gran parte della città vecchia per dar spazio al suo palazzo ed all’attuale piazza.

Originariamente la Piazza el-Hedim era il principale luogo in cui venivano fatti gli annunci reali e per eseguire le esecuzioni pubbliche. È senza dubbio il cuore di Meknès e ci si accede dalla coloratissima porta di Bab el-Mansour, la più grande di tutte le porte marocchine imperiali.

La Piazza è il punto di riferimento per il turismo a Meknès, qua hanno sede un mercato e numerosi negozi tipici. Preparatevi ad una lunga passeggiata, è impossibile non rimanere meravigliati dalla bellezza della piazza e dei suoi dintorni.

OneMag - Logo Micro
Cosa vedere a Casablanca, la perla del Marocco Orientale

 

Madrasa Bou Inania

Cosa vedere a Meknes

Dalla principale piazza proseguiamo fino alla Madrasa Bou Inania, una scuola coranica costruita nel 14° secolo durante il regno dei Merinidi.
Conclusa nel 1358, la Madrasa è situata dinnanzi alla Grande Moschea ed è caratterizzata dalla presenza di un cortile sfarzosamente decorato. L’edificio è invece un magnifico esempio di architettura marocchina, con dettagli colorati in legno d’ulivo e realizzato con materiali semplici quali mattonelle e stucco. È inoltre possibile visitare poi le aule in cui gli studenti studiavano.

Molti considerano la Madrasa Bou Inania il miglior monumento realizzato durante il regno dei Merinidi e conservato sino ai giorni nostri e per tale ragione da inserire assolutamente tra le cose da vedere a Meknes. Oltre ad essere un’eccezionale esempio di architettura è anche un’importante luogo storico.

Mausoleo di Moulay Ismail

Cosa vedere a Meknes

Come citato poc’anzi, il personaggio di Moulay Ismail fu uno tra i più significativi nella storia di Meknès. Non è quindi un caso che il principale mausoleo cittadino è dedicato proprio a lui.
Ismail, noto anche come “Re dei guerrieri“, era il sovrano della potente dinastia alawita e durante il suo dominio rese Meknès capitale del paese. Il mausoleo, costruito nel 17° secolo, è il luogo di sepoltura di molti dei più importanti sultani del paese, tra cui proprio Moulay Ismail.

È considerato un luogo sacro per i fedeli islamici, poiché si pensa che porti una benedizione divina al visitatore. L’edificio è un’eccezionale esempio di architettura islamica, con dettagli pregevolissimi e variopinti pavimenti a scacchi.


Like it? Share with your friends!