Cosa vedere a Medjugorje

Cosa vedere a Medjugorje, la città della Bosnia Erzegovina con un turismo religioso pronto per vedere i luoghi di apparizione sacri. Tra le cose da vedere a Medjugorje da non perdere è la chiesa di Sv. Jakov, cosi come anche per la statua della Vergine Maria, situata nella piazza attistante alla chiesa. L'eccellenza di Medjugorje è Podbrdo, la cosidetta Collina delle Apparizioni, dove a partire dal 1981 si sono annunciate numerose apparizioni della Madonna. Ecco cosa vedere a Medjugorje.4 min


0
Cosa vedere a Medjugorje

Medjugorje, una delle città simbolo del turismo religioso.

icona-articoloTutto scorre all’ombra della Madonnina: il brulicare della gente, le giornate che si susseguono, la natura che dispiega le sue ali ammantatrici.
Ed anche se l’atmosfera di preghiera,mista a speranza e serenità, tutto pervade, Medjugorje, che letteralmente significa “in mezzo alle montagne”, mostra anche un volto puramente turistico.

La città deve, indubbiamente, la sua notorietà alle apparizioni della Madonna, annunciate nel 1981 da sei giovani e da quel momento susseguitesi quotidianamente. Il luogo è diventato meta di pellegrinaggi incessanti, sebbene la Chiesa cattolica non abbia ancora riconosciuto ufficialmente queste apparizioni, visto che esse non sono terminate.
Ma al di là dell’aspetto puramente religioso che richiama pellegrini da ogni parte d’Italia e d’Europa, Medjugorje serba per ogni turista altre sorprese.

Questo piccolo villaggio, situato nella parte sud-occidentale della Bosnia Erzegovina, sembra incastonato nella bellezza del paesaggio che si sviluppa tutt’intorno. La possente magnificenza naturale offre scorci di panorama tanto suggestivi da elevare il mistico richiamo.
Siamo esattamente nel comune di Citulk, ad un altitudine di circa 200 metri su livello del mare e si distinue per essere ai piedi di due colline, la Krizevac ed il Podbrodo, da cui deriva proprio il suo nome. Medjugorie, infatti, viene letteralmente tradotto come ‘tra i monti’.

onemag Logo Ultra Micro
Bosnia Erzegovina, guida turistica di viaggio

Cosa vedere a Medjugorje

Medjugorje, monastero

Tra le cose da vedere a Medjugorje troviamo, proprio al centro della cittadina, la chiesa di Sv. Jakov, San Giacomo. La si riconosce subito per la sua colorazione gialla e le sue due torri campanarie.
Da vedere la statua della Vergine Maria che sembra accogliere i visitatori giusto nell’angolo destro dell’antistante piazzale.
Semplice l’interno dell’edificio ampio e luminoso, diviso in tre navate con spazi aggiuntivi sul lato destro e dietro l’abside, per accogliere i fedeli. La chiesa è affidata ai frati Cappuccini, presenti già durante la dominazione ottomana grazie all’incontro tra Francesco d’Assisi ed il sultano Ayyubide al-Malik al-Kamil, avvenuto nel 1269 e decisivo per la conquista di un certo rispetto per la realtà cristana nel mondo islamico.

Tra le altre cose da vedere troviamo la statua del Cristo Risorto, posta esattamente lungo il viale che conduce alla chiesa di Sv.Jakov. Anche in questo caso il piccolo monumento è un richiamo dei fedeli. Dalla statua, infatti, in molti hanno giurato di aver visto trasudare un liquido miracoloso.

onemag Logo Ultra Micro
Le cascate di Bihać, viaggio in Bosnia-Erzegovina

I luoghi delle apparizioni

Podbrdo

Altro punto di richiamo sono i luoghi delle apparizioni, un susseguirsi di colline brulle. La prima, alta circa 200 metri è Krizevac, caratterizzata da un’enorme croce bianca in cemento.

Di fronte si trova Podbrdo, la Collina delle Apparizioni, parte del monte Crnica, caratterizzata da pendii rocciosi che rendono impegnativa la salita.
Il percorso è caratterizzato dai rilievi bronzei realizzati dall’italiano Carmelo Puzzolo, mentre una grande croce di legno indica il luogo dove la Madonna si rivelò Regina della pace il terzo giorno di apparizione.

Dalla sommità delle colline si gode di un panorama che sembra disegnato con colori vividi e prospettive particolari. Indubbiamente da ammirare anche senza vocazione mistica.

onemag Logo Ultra Micro
Sarajevo, guida turistica e cosa vedere

Come raggiungere Medjugorje

La relativa vicinanza all’Italia permette di raggiungerla in auto direttamente da Trieste, da dove si proseguirà in direzione Slovenia per raggiungere l’autostrada che porterà verso Zagabria.
Una volta in autostrada devieremo per Spalato, Split, e quindi fino alla dogana dell’Herzegovina, da cui troveremo le indicazioni per Medjugorje.
Il tutto per un viaggio di circa 600 km, percorribili in circa 6 ore di viaggio.

Se preferite raggiungere dall’Italia Međugorje in aereo, l’aeroporto di riferimento è quello Mostar, distante una trentina di km.
E’ tuttavia una destinazione poco servita, se non con voli charter affittati allo scopo (come Milano, Roma, Napoli, Bari, Palermo). In alternativa è possibile atterrare a Spalato.

Se abitate nel sud Italia è possibile raggiungere Međugorje traghettando da Bari in direzione Spalato. La stessa rotta è possibile farla anche dal porto di Ancona.


Like it? Share with your friends!

0