Visitare Mdina, la prima capitale di Malta

Cosa vedere a Mdina, la prima capitale di Malta


Condividi su:

Mdina,
l’antica capitale di Malta

Tutti gli articoli di Malta

icona-articoloSiamo a una quindicina di km dalla sua attuale capitale, La Valletta, dove troviamo Mdina, in italiano conosciuta come Medina, l'antica capitale dell'isola di Malta. Posta su una delle colline dell'isola, Mdina assunse il ruolo di principale città proprio per la sua posizione sopraelevata, in grado di controllare i flussi di accesso. Le sue origini risalgono al IV millennio a.C. ma la sua fortificazione avvenne molto dopo, intorno l'anno 1.000 a.C. per opera dei Fenici. I Romani la trasformarono in sede del governatore dell'isola mentre furono gli arabi a governarla subito dopo, a cui dobbiamo anche il nome e la sua imponente fortificazione.

Entrata nel Regno di Sicilia sotto la Corona d'Aragona, Mdina fu poi la sede dei Cavalieri di Malta che aiutarono a svilupparla ulteriormente e rimase capitale fino al loro spostamento a La Valletta, nel 1571. Dopo il terremoto del 1693 la città si svuotò e ancora oggi è decisamente poco abitata, meno di 300, ed è piuttosto facile non trovare nessun abitante in giro per le sue strade in orari serali. Rimasta cittadina dalla forte impronta araba, nella sua storia è stata un crocevia prezioso di scontri e incontri culturali. Pronti a scoprire Mdina, l'antica capitale di Malta?

 

Cosa vedere a Mdina

L'ingresso in città avviene attraverso l'antico portale che, grazie anche ad un recente restauro, rappresenta un gioiello architettonico degno di essere un simbolo famoso della città e, neanche a dirlo, motivo costante delle foto dei turisti.

Il centro storico

Cosa vedere a Mdina, il Centro Storico

Iniziamo a scoprire cosa vedere a Mdina, Malta, proprio dalle stradine del suo centro storico, quelle percorse ogni anno da migliaia di turisti e dove affacciano i palazzi dei nobili di Malta. Caratterizzati da una fitta rete di vicoli, durante la vostra passeggiata non abbiate fretta, prendetevela con calma e preparatevi ad ammirare scorci suggestivi.

Prestate tuttavia attenzione, vi potrà sembrare di essere all'interno di un vero dedalo in cui è relativamente facile perdersi. Se potete meglio girare muniti di mappa, quella che vi sarà offerta dall'Ufficio del turismo locale.

Mappa alla mano cercate di raggiungere il prima possibile la Piazza San Paolo, l'antico foro cittadino e ancora oggi il suo fulcro centrale. Qui si trova la Cattedrale di San Paolo, l'edificio religioso più importante della zona risalente alla fine del Seicento. La chiesa, come la stessa piazza, sono dedicate all'apostolo Paolo che qui visse dopo aver trovato rifugio in seguito ad un naufragio. Accanto alla chiesa si trova il Museo della Cattedrale di San Paolo che custodisce una ricca collezione di paramenti sacri e icone, ma anche molti reperti archeologici di età romana e gli archivi del Vescovo di Mdina.

 

Cosa visitare a Mdina

Non perdetevi una visita alla piazza di San Publio, altra piccola piazza che ci riporta indietro nel tempo. Qui troverete tra l'altro l'ufficio turistico, quello consigliato da visitare oltre che per la mappa anche per tutte le altre informazioni che saranno sicuramente utili alla vostra visita. Lo trovate sotto la Torre dello Stendardo.

Date uno sguardo poi sulla destra dove troverete il Palazzo Vilhena, risalente al 1730 e costruito proprio dall'omonimo Gran Maestro, lo stesso che fece realizzare il portale d'ingresso. Storicamente sede universitaria, oggi è invece la sede del Museo Naturale di Scienze.

Altro museo presente nella piazza di San Publio è il Mdina Dungeouns, il Museo delle Torture. D'impatto piuttosto forte, merita visitarlo se volete conoscere le pene inflitte ai prigionieri durante il periodo medievale. Meglio evitarlo se siete con bimbi al seguito.

Tra le cose da vedere a Mdina segnatevi anche il Palazzo de Piro, un tempo residenza nobiliare e oggi sede di eventi culturali di grande importanza. Caratteristico è il bar qui presente, ricavato nelle vecchie stalle del palazzo con una cornice suggestiva e originale. Per una passeggiata rilassante o per godere di un po' di fresco in assoluta tranquillità si possono visitare i giardini pubblici Howard che si trovano sotto il bastione centrale della cinta muraria.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona  Malta, guida turistica di viaggio

La Piazza Tas-sur

Cosa vedere a Mdina, la Piazza Tas-sur
Piazza Tas-sur

Non servirà percorrere molta strada per raggiungere la prossima delle cose da vedere a Mdina. A breve distanza troveremo infatti i resti di una grande villa romana, una tappa archeologica indubbiamente interessante.

Se volete invece trovare un panorama imperdibile della città spostatevi nella Piazza Tas-sur, il belvedere locale. La piazza si trova su un antico bastione della cinta muraria ed è fondamentalmente uno slargo pedonale in cui si viene proprio per ammirare la città dall'alto. L'atmosfera, da queste parti, è sublime al tramonto, grazie ai colori che rendono ancora più magica la veduta.

Dalla piazza potrete velocemente raggiungere il Palazzo Falson, realizzato nel 1495 e oggi casa-museo storico dove avrete modo di ammirare numerose collezioni tra cui argenteria, tappeti e una biblioteca con migliaia di antichi volumi. L'edificio è il secondo palazzo più antico ancora esistente.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona  Visitiamo La Valletta, la capitale di Malta

Il Festival Medievale

Cosa vedere a Mdina, Festival Medievale

Se avete in programma un viaggio a Mdina cercate di farlo coincidere con il locale Festival Medievale, un evento unico e caratteristico, una festa che si sviluppa nel centro storico e permette di rivivere i fasti e le gesta dell'antico splendore della città.

Il Festival è un vero ritorno al passato con soldati, dame e cavalieri che girano per le strade facendo rivivere un'epoca di splendore e grande cultura. Alla fine di ogni mese di aprile è possibile assistere a questo grande evento che apre le porte di molti palazzi nobiliari solitamente chiusi al pubblico.

Ultimo aggiornamento: 26.11.2021


Condividi su: