Cosa vedere a Marsa Scirocco, Malta

Cosa vedere a Marsa Scirocco, conosciuto anche come Marsaxlokk, situato nell’estremità sud orientale di Malta. E' un piccolo villaggio di pescatori caratterizzato da colorate barche che ogni notte salpano alla ricerca di pesce. Tra le cose da vedere Marsa Scirocco segnaliamo la chiesa intitolata alla Madonna di Pompei, il Forte di San Luciano, il Parco naturale Xrobb l-Għaġin e il sito archeologico di Tas-Silġ. Tra le cose da non perdere nel villaggio di Marsa Scirocco ricordiamo il mercato domenicale del pesce fresco e dove provare anche le specialità tipiche della cucina maltese. Ecco la guida di Marsa Scirocco.4 min


Cosa vedere a Marsa Scirocco, Malta

Guida di Marsa Scirocco, Malta

icona-articolo

Conosciuto anche come Marsaxlokk, Marsa Scirocco si trova nell’estremità sud orientale di Malta. E’ un piccolo villaggio di pescatori caratterizzato da colorate barche che ogni notte salpano alla ricerca di pesce, venduto in quello che è uno dei mercati del pesce più famosi di Malta.
Marsa Scirocco si rivela quindi perfetto per una pausa durante una vacanza a Malta, luogo ideale da visitare magari la domenica per passeggiare lungo il mercato del pesce e fermarsi a mangiarlo freschissimo in uno dei vari ristoranti.
Oltre al porto e alle sue imbarcazioni tipiche, i luzzi, Marsa Scirocco si propone come una meta tranquilla da visitare, complici anche alcune attrazioni che meritano essere visitate.
Pronti a conoscere Marsa Scirocco, Malta?

Cenni storici di Marsa Scirocco

Cosa vedere a Marsa SciroccoLa storia di Marsaxlokk ha origine nel IX secolo, quando il porto naturale attirò l’attenzione dei Fenici, mediante il quale arrivarono a Malta. Qui i Fenici presero subito possesso dell’area, erigendo anche un Tempio che dedicarono ad Astarte, la Grande Madre fenicia e dea della fertilità e della fecondità. 
In epoca romana il porto di Marsa Scirocco veniva utilizzato per i commerci e allo stesso modo fecero gli arabi, insediati dopo gli antichi romani. La storia ci ricorda come anche la flotta ottomana approfittò del medesimo porto per assediare Malta nel 1565.

Vari scavi hanno confermato che l’area era già occupata durante il periodo neolitico, conferma ricevuta da numerosi resti di un tempio megalitico. Lo stesso tempio venne poi utilizzato sia in epoca fenicia e romana, periodo durante il quale lo stesso venne utilizzato come monastero bizantino. Oggi sono visibili unicamente tracce della costruzione, essendo stato distrutto nel V secolo d.C..
I resti del monastero sono visitabili esclusivamente su appuntamento e con visite guidate.
Oggi Marsa Scirocco conserva vari resti della sua storia, tra cui la chiesa del 1897 e il Forte di San Luciano.

Cosa vedere a Marsa Scirocco, Malta

La Chiesa di Marsaxlokk

Cosa vedere a Marsa SciroccoCostruita nel 1897 e intitolata alla Madonna di Pompei, la chiesa di Marsa Scirocco è posta nella piazza principale del villaggio. Costruita nel tipico stile ecclesiastico utilizzato a Malta, si caratterizza per la sua facciata principale corredata da due torri campanarie simmetriche.
Da ammirare, sopra la facciata, la statua della Madonna col Bambino, commissionata a Lecce nel 1900.
La chiesa affaccia sulla baia e giusto di fronte alle luzzi dei pescatori, pronti a salpare in ogni momento.
La chiesa non è purtroppo sempre accessibile al pubblico tranne durante le funzioni religiose.

OneMag-logo
Visitare Mdina, la prima capitale di Malta

Forte di San Luciano

Cosa vedere a Marsa SciroccoAttualmente sede del Malta Aquaculture Research Centre, l’unica struttura di ricerca a Malta in tema di allevamento intensivo di pesci, il Forte di San Luciano si trova a una quindicina di minuti a piedi dal centro di Marsa Scirocco.
La sua costruzione avvenne per volere dell’Ordine di San Giovanni, nel 1610, ed è un forte poligonale con annessa una torre di osservazione, una delle cinque costruite in quel periodo e seconda come dimensione solo alla Torre di San Tommaso a Marsascala, sulla costa maltese.
Realizzata a scopo difensivo con l’obiettivo di proteggere Marsa Scirocco dagli invasori turchi, nel corso dei secoli ha subito diverse modifiche. Nel XVIII secolo venne attrezzata per ospitare gli artiglieri e, dopo essere stato parzialmente distrutto, ricostruito.
Gli inglesi lo utilizzarono come deposito durante la seconda guerra mondiale e oggi è possibile visitarlo il sabato mattina.

OneMag-logo
Cosa vedere a Gozo, Malta

I mercati di Marsaxlokk

Cosa vedere a Marsa SciroccoCi sono due mercati a Marsa Scirocco, uno sostanzialmente l’estensione dell’altro.
Il primo è quello che si svolge ogni giorno dal lunedi al sabato e propone oltre a cibo vari souvenir e oggetti tradizionali.
Il mercato della domenica è invece principalmente dedicato al pesce. Dalle prime luci dell’alba fino a mezzogiorno è possibile acquistare prodotti ittici e gastronomici, nel pomeriggio invece apre anche per altri prodotti non gastronomici.
Inutile dire che è il mattino il momento di maggior afflusso con bancarelle che vendono pesce freschissimo a prezzi piuttosto economici. Non troverete invece frutti di mare e crostacei, ma pesce spada, tonno, orate e tante altre specialità come la lampuga, in vendita da agosto a dicembre.
Da provare anche le altre specialità tipiche della cucina maltese, tra cui un formaggio noto come feta ma che non ha nulla o quasi a che vedere con la feta greca o il miele maltese.

Parco naturale Xrobb l-Għaġin

Cosa vedere a Marsa SciroccoRealizzato allo scopo di salvaguardare un’area di oltre 150.000 metri quadrati di habitat naturale, il Parco naturale Xrobb l-Għaġin offre anche la possibilità di soggiorno grazie a un ostello con prezzi molto convenienti.
Il parco si trova a circa 45 minuti di camminata, con molti tratti in pendenza e lungo strade sterrate, ma vale assolutamente la pena raggiungerlo. Una volta in cima godrete di un panorama unico che ripagherà ampiamente degli sforzi fatti.

OneMag-logo
Cosa vedere a Malta

Tas-Silġ

Cosa vedere a Marsa SciroccoTas-Silġ è un sito archeologico situato su una collina che domina la baia di Marsa Scirocco. Il sito archeologico ha permesso di trovare diversi strati di costruzioni che coprono le epoche dal Neolitico al IV secolo d.C..
I primi abitanti dell’area risalgono al 3.000 a.C. quando è stato costruito un grande complesso di 3 templi.
Il sito è stato scoperto all’inizio del XX secolo e inserito nell’elenco delle antichità più importanti nel 1925.
Dal 1996 al 2005 l’Università di Malta insieme un team italiano di esperti hanno lavorato su un progetto di scavi per ritrovare ulteriori strati di Tas-Silġ.
Attualmente il sito è protetto per evitare ulteriori danni e corrosioni.

OneMag-logo
I templi di Tarxien, il sito archeologico di Malta

Le spiagge di Marsa Scirocco e dintorni

Cosa vedere a Marsa SciroccoNegli immediati dintorni di Marsaxlokk sorgono 4 piccole insenature perfette per la balneazione.
Tutti questi piccoli tratti sono abbastanza difficili da raggiungere. Questa caratteristica può rivelarsi molto interessante, poiché si presentano, anche in alta stagione, abbastanza tranquille e perfette per rilassarsi.

Non vi sono venditori ambulanti, ma neanche stabilimenti balneari o attrazioni turistiche che potrebbero disturbare la permanenza. 
La più rinomata tra queste spiagge è la macchina fotograficaSt. Peter’s Pool.
Descritta da molti come una delle migliori spiagge di Malta, la St. Peter’s Pool collocata nelle vicinanze dall’alta ciminiera accanto alla baia di Marsaxlokk.

Interessanti sono i litorali noti rispettivamente come il -Ħofra ż-Żgħira (piccola insenatura) e il -Ħofra l-Kbira (grande insenatura).
Parliamo di due calette una adiacente all’altra, raggiungibili seguendo le varie tortuose strade a sud-ovest della città.

Ultima interessante spiaggia è quella di Il-Kalanka, situata nella Penisola di Delimara, a due passi dalla St. Peter’s Pool.


 


Like it? Share with your friends!