Cosa vedere a Losanna in Svizzera

Cosa vedere a Losanna in Svizzera


Condividi su:

Cosa vedere a Losanna

Tutti gli articoli della Svizzera
Cosa vedere a Losanna, mappa
© Apple Maps

icona-articoloLosanna è la quarta città della Svizzera, storica città commerciale, grazie alla sua posizione sul lago di Ginevra e con circa 140.000 abitanti. Siamo nel canton Vaud, nella Svizzera francofona, una città universitaria caratterizzata da un paesaggio elegante, ricca di edifici in stile Belle Époque, con un centro urbano ricco di stradine che conducono alla Cattedrale e ai numerosi palazzi che hanno delineato la storia della città svizzera. Tra passeggiate sul lungolago e nel centro storico, Losanna è una località dalle mille possibilità turistiche.

 

Cenni storici

Cosa vedere a Losanna, centro storicoLa storia di Losanna, capitale del canton Vaud, si colloca nel periodo romano quando venne fondata e protetta da una mura difensiva. Il nucleo di Lousonna, nome celtico dato dai romani, era attorno il Théâtre de Vidy, non troppo distante dalle rive del Lemano. Ai suoi tempi la città era avvalorata da un santuario e da una basilica e contava già oltre un migliaia di abitanti. La caduta dell’Impero Romano coincise con una migrazione degli abitanti che scelsero di trasferirsi più in collina per assicurarsi una maggiore difesa.

Durante il VI secolo fu il clero a far progredire alla città, evitando in questo modo di dover passare sotto il dominio dei duchi di Savoia. Fu questo il periodo in cui venne inaugurata la Cattedrale, divenendo con quasi 10.000 abitanti la città più abitata dell’intero territorio. Seguì un periodo di dominazione da Berna in cui la città scelse di adottare la Riforma Protestante. Scontri successivi contro i bernesi non portarono i risultati sperati e fu solo la Rivoluzione francese a delineare un nuovo scenario politico. L’esercito di Napoleone fece ingresso in città nel 1797 e con esso arrivò la richiesta di indipendenza dal Vaud, ancora prima della sua creazione ufficiale come cantone, avvenuta nel 1803 e di cui Losanna assunse da subito il ruolo di capitale.

I secoli successivi videro una importante crescita della città, divenendo sede del Tribunale Federale nel 1927 e, negli anni successivi, città cosmopolita e orientata al progresso. La realizzazione del primo grattacielo, nel 1931, aveva chiaramente delineato l’impronta che avrebbe permesso a Losanna di diventare la quarta città elvetica per numero di abitanti. Oggi Losanna è una tranquilla città universitaria con circa 140.000 abitanti, in constante lenta crescita.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona  Visitiamo Ginevra, la città più progressista della Svizzera

Cosa vedere a Losanna

Losanna è una città su più livelli, un continuo salire e scendere che vi metterà alla prova, se non siete allenati. Meravigliosa in primavera e autunno, nelle due stagioni principali potrebbe risultare meno piacevole. Il freddo invernale ma soprattutto il caldo estivo, la rendono meno attraente, anche se le sue dimensioni permettono di visitarla praticamente ovunque in un solo weekend. Se invece avete la possibilità di ritagliarvi più tempo, unite anche gli splendidi dintorni. Ecco quindi cosa vedere a Losanna.

 

Cathédrale de Notre-Dame

Cosa vedere a Losanna, Cathédrale de Notre-Dame

Cosa vedere a Losanna, la CattedraleIniziamo a scoprire cosa vedere a Losanna dal suo simbolo per eccellenza, la Cattedrale gotica. Viene definita popolarmente la più bella della Svizzera e si erge imponente nel cuore della Città Vecchia. La sua costruzione risale al 1170 quando venne iniziata a costruire sul sito di una chiesa minore più antica. Il primo progetto della cattedrale venne realizzato da un architetto il cui nome non è noto, che proseguì il lavoro sino al 1215. Dopo 20 anni di fermo l’ingegnere Jean Cotereel completò gran parte della struttura, tra cui una delle due torri, l’unica completata. La chiesa venne infine ultimata dall’architetto medievale Villard de Honnecourt, il quale progettò e realizzò il rosone della facciata. Secondo numerosi documenti antichi l’architetto riuscì a idearlo tramite uno schizzo sul suo taccuino.
La consacrazione avvenne nel 1275 da papa Gregorio X, alla presenza di Rodolfo d’Asburgo, imperatore del Sacro Romano Impero, e di un’imponente schiera di cardinali e vescovi europei. Il suo ultimo importante restauro risale al XX secolo quando si riuscì a ridare il glorioso aspetto delle sue origini.

Abbiamo già avuto modo di descrivere il continuo saliscendi della città vecchia di Losanna, un quartiere pedonale che gravita attorno a Place de la Palud, la stessa dove vengono organizzati i mercatini del Mercoledì e del Sabato mattina.


Place de la Palud 

Cosa vedere a Losanna, Place de la Palud

Nel cuore della Città Vecchia troviamo Place de la Palud, la più amata dagli abitanti e la più trafficata dai turisti. Questa Piazza del Mercato risale al IX secolo quando, a seguito a una bonifica del terreno, venne realizzata. Da circa cinque secoli la Place de la Palud è sede degli edifici amministrativi comunali di maggior importanza ed è anche luogo in cui è situato il municipio.

Nel centro della piazza si erge la Fontaine de la Justice, tradotta in Fontana della Giustizia, caratterizzata da una colonna variopinta alla cui cima è collocata la cosiddetta Statua della Giustizia.

Il Municipio di Losanna, l’Hotel de Ville

Cosa vedere a Losanna, il Municipio

Altro edificio di Place de la Palud, fondamentale tra le cose da vedere a Losanna, è il Municipio. Dalla sua torre l’Hotel de Ville domina l’intera piazza ed è la struttura amministrativa più importante della città. La sua realizzazione risale al 1675 grazie all’intervento di Abraham de Crousaz, architetto di Losanna che lo realizzò al posto di alcune abitazioni che vennero demolite per la sua costruzione.

Accessibile parzialmente al pubblico durante l’orario di apertura, merita ammirare il campanile, il tetto a padiglione e le sue tante decorazioni. Il suo porticato storicamente era il luogo dove avvenivano i dibattiti politici e non solo, a volte spontaneamente organizzati dagli abitanti. Oggi invece il porticato ospita saltuariamente varie esposizioni.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona  In viaggio tra i cantoni della Svizzera

Palais de Rumine

Cosa vedere a Losanna, Palais de Rumine

Cosa vedere a Losanna, Palais de la RumineNon spostiamoci di molto dalla Place de la Palude per raggiungere attraverso una piccola stradina, la Place de la Riponne. Qui troviamo il Palais de la Rumine, edificio posto giusto accanto alla Cattedrale e prestigioso edificio in stile Rinascimentale fiorentino. Al suo interno la struttura è quasi magica, un palazzo che sembra portarci in un’altra dimensione e in un’epoca differente. Fino al 1970 questo è stato l’edificio principale dell’Università di Losanna mentre oggi ospita al suo interno ben cinque musei, tra cui il Musée cantonal des Beaux-Arts.

La struttura è intitolato a Gabriel Rumine, ingegnere di origine russa nato a Losanna e morto giovanissimo nel 1871, a soli 30 anni, lasciando in eredità per la città la considerevole cifra di un milione e mezzo di franchi. Grazie al suo contributo venne inaugurata la nuova sede dell’Università, qua inaugurata nel 1906.

Musée Cantonal des Beaux-Arts

Cosa vedere a Losanna, Musée Cantonal des Beaux-Arts

Riaperto recentemente dopo una completa ristrutturazione, il Musée Cantonal des Beaux-Arts è tra i principali musei da visitare a Losanna. La sua antica storia ha origine nel 1808, quando l’acquerellista Abraham-Louis-Rodolphe Ducros propose la costruzione in città di una scuola d’arte. Alla creazione dell’istituto l’artista avrebbe donato la sua collezione di opere d’arte, insieme ai suoi acquarelli, per rendere la proposta scolastica ancora più completa. Sfortunatamente Abraham-Louis-Rodolphe Ducros morì pochi anni più tardi e nel 1816 la sua collezione fu acquistata dal cantone Vaud. Cosi venne realizzato il primo centro museale d’arte della regione.

Nel 1822 l’artista Louis Arlaud, dopo aver conservato un discreta quantità di denaro, fece costruire un edificio in grado non solo di ospitare una scuola d’arte, ma anche un museo di dimensioni più adatte alla ricca collezione. Il Museo Arlaud venne inaugurato nel 1841 esponendo al suo interno oltre alla collezione di Ducros anche un’ottima quantità di opere italiane e francesi. Di anno in anno le opere aumentarono, sino a divenire una delle più grandi collezioni d’Europa.

Nello stesso palazzo in cui venne firmato il Trattato di Losanna aveva sede il Museo Cantonale di Belle Arti, che dopo quasi 100 anni di permanenza è stato trasferito nel distretto Plateforme 10, qua inaugurato nell’ottobre 2019 e che nel 2022 ospiterà anche altri musei.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona  Scopriamo Davos, Canton Grigioni, la sede del Forum Economico Mondiale

Musée Olympique

Losanna, Ciclisti, scultura di Gabor Mihaly, al Parco Olimpico vicino al Museo Olimpico
Ciclisti, scultura di Gabor Mihaly, al Parco Olimpico vicino al Museo Olimpico di Losanna

Cosa vedere a Losanna, il Museo OlimpicoProseguiamo a scoprire le cose da vedere a Losanna per raggiungere il Museo Olimpico, inaugurato nel 1993 e il più importante al mondo per il suo genere. Entrandoci assisteremo a un museo altamente interattivo, sia per gli allestimenti che per le sua mostre, con numerose attività ludiche dedicate ai più piccoli e con documenti storici che rivivono la storia delle Olimpiadi. Durante la visita le varie aree del museo sono osservabili cimeli, medaglie e persino alcuni degli indumenti utilizzati dagli sportivi durante le competizioni. Oggetti provenienti da tutto il pianeta, sia delle competizioni antiche che di quelle moderne, rappresentano come le Olimpiadi nella storia dell’Umanità siano state importanti.

Le Olimpiadi hanno infatti avuto un ruolo fondamentale nella lotta contro il razzismo e nel rispetto delle etnie e delle minoranze. L’esempio più celebre è quello delle Olimpiadi del 1936 a Berlino, durante l’epoca nazionalsocialista. In questa competizione lo sportivo tedesco Luz Long, medaglia d’argento in Salto in Lungo, diede consigli all’avversario statunitense Jesse Owens, che vinse la medaglia d’oro.

Situato in riva al lago, merita ammirare anche il magnifico giardino all’italiana e le tante sculture e opere d’arte in tema giochi olimpici qua conservati.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona  Zugo, la pittoresca località affacciata sull’omonimo lago

Altri musei da visitare a Losanna

 

Musée de Design et d’Arts Appliqués Contemporains (MUDAC)

Cosa vedere a Losanna, Musée de Design et d’Arts Appliqués Contemporains

Il Musée de Design et d’Arts Appliqués Contemporains, o più semplicemente MUDAC, è uno dei centri museali più antichi della città. Le sue origini risalgono al XVII secolo, quando l’edificio che ospita attualmente il museo venne rimodernato e rielaborato, un lavoro caratterizzato anche dall’aggiunta della guglia. Nel XIX secolo l’edificio apparteneva ai Fratelli della Moravia, che lo utilizzarono adibendolo a collegio. Tra il 1837 e il 1873, l’edificio era arrivato ad ospitare una cinquantina di persone tra alunni e insegnanti.

Anche il MUDAC, come il Musée de l’Elysée, verrà trasferito al Plateform 10, il nuovo distretto artistico che attualmente ospita il MCBA, il Museo Cantonale delle Belle Arti. Il trasferimento è previsto per il 2022.

Musée de l’Elysée

Cosa vedere a Losanna, Musée de l’Elysée

Immerso nel delizioso e curatissimo Parc Olympique, con la vista diretta sul lago di Ginevra e delle Alpi, è un piccolo centro museale di cui però merita assolutamente la visita. Questo interessante museo ospita un’eccezionale collezione permanente di fotografie antiche e contemporanee, oltre ad innumerevoli mostre temporanee che vengono allestite durante l’intero arco annuale.

Nel 2022 anche il Musée de l’Elysée verrà trasferito al Plateform 10.

Musée Historique de Lausanne

Cosa vedere a Losanna, Musée Historique de Lausanne

Fino al XV secolo i vescovi della città risiedevano in questo pittoresco palazzo situato di fronte alla cattedrale, che in seguito fu adibito a prigione, tribunale e infine ospedale.

Dal 1918 è sede del museo che rievoca il patrimonio storico di Losanna attraverso dipinti, disegni, incisioni, strumenti musicali, argenterie e molto altro. Nonostante le dimensioni più ridotte rimane molto amato dai turisti, che si recano per scoprire la meravigliosa storia della città, grazie anche alle mostre interattive che mostrano la ricostruzione della città durante il XVII secolo.

OneMag-logo
Link-uscita icona   Visitiamo Lucerna, la più importante città della Svizzera centrale

Ultimo aggiornamento 19 giugno 2021

 

Condividi su: