Cosa vedere a Kingston, la capitale della Giamaica

Cosa vedere a Kingston, la capitale della Giamaica e città di Bob Marley, a cui è dedicato anche un museo cittadino. Tra le cose da vedere a Kingston citiamo il Ward Theater, un elegante edificio risalente agli inizi dello scorso secolo, il Jubilee Market, un mercato variopinto, la Headquarters House, un grazioso edificio dalla facciata bianca che ospitò il quartier generale militare, l’Institute of Giamaica, fondato nel 1879 con lo scopo di promuovere cultura, scienze e arti, e il Museo Bob Marley. Scopriamo Kingston e le sue attrazioni.5 min


0
3 condividi
Kingston, la capitale della Giamaica

Guida di Kingston,
la capitale giamaicana

icona-articoloCosa vedere a Kingston, la capitale della Giamaica, ampia 453 kmq e situata a sud dell’Isola.
Kingston ha poco meno di 1 milione di abitanti ed è nota per essere stata la città natale di Bob Marley.

È la più grande città di lingua inglese dei Caraibi nonché uno dei centri culturali e politici più importanti della regione.

Kingston è diventata la prima città del Paese dopo che un terremoto distrusse Port Royal, la vecchia capitale che ora è un piccolo e pittoresco villaggio di pescatori, mentre le sue rovine giacciono a 8 metri sotto il mare e si vorrebbe renderle visitabili.

Kingston, la nuova capitale

Kingston, Giamaica

La nuova capitale, che si è sviluppata dal lato opposto a Port Royal nella baia, è diventata il fulcro della vita del Paese per turismo, produttività ed economia.
Naturalmente oltre a essere il principale fulcro economico e amministrativo, Kingston è in grado di richiamare turisti.
Non certo pochi, visto che le numerose cose da vedere a Kingston sono in grado di calamitare ogni anno sempre più persone. In molti scelgono Kingston come tappa di una vacanza in Giamaica, incuriositi dai miti che raccontano questa terra.

Cosa vedere a Kingston

Kingston, downtown

Sul lato nord della Parade si trova il Ward Theater, un elegante edificio risalente agli inizi dello scorso secolo, che ospita gruppi di aspiranti danzatori.
A ovest invece è situato il Jubilee Market, un mercato variopinto in cui si vendono alcuni tra i migliori frutti esotici di tutto il mondo.

Ecco cosa vedere a Kingston nel lato opposto, a est, dove potremo ammirare la Headquarters House, un grazioso edificio dalla facciata bianca che ospitò il quartier generale militare, ora è il National Heritage Trust, nonostante la trasformazione della struttura intera è possibile visitare alcune aule della precedente sede militare.
Poco distante da esso troviamo la Gordon House, l’edificio parlamentare, dove si riuniscono la Camera e il Senato.

Il lungomare della baia venne restaurato durante gli anni ’60, quando venne creato un nuovo porto più a ovest.
L’Ocean Boulevard, il 3, è costeggiato da alti edifici commerciali, come uffici, negozi o hotel.
Institute of Giamaica, Kingston
Institute of Giamaica
A metà strada circa è situata la scultura in bronzo denominata “Negro aroused”, una famosa opera di Echa Manley, ex moglie del leader politico Norman Manley.

L’opera rappresenta un lavoratore inchinato che si libera dalle catene, il significato fa citazione allo spirito del movimento operaio degli anni ’30.

Proseguendo a ovest, a distanza di un paio isolati, si trova il mercato dell’artigianato, un posto ottimo per acquistare statuette, accessori e souvenir.

Nella East Street, in direzione opposta, è situato l’Institute of Giamaica, fondato nel 1879 con lo scopo di promuovere cultura, scienze e arti.

Degna di nota è la Devon House, un edificio storico risalente al 1881 e già residenza di un ricco uomo di colore, indicato come il primo milionario dalla pelle nera della Giamaica. Qui oggi si trovano negozi di artigianato e ristoranti.

OneMag-logo
Guida alla Giamaica, spiagge e attrazioni caraibiche

Porto naturale di Kingston

Port Royal, Giamaica

Kingston deve la sua gloria per il suo straordinario porto naturale, il settimo più grande del mondo.

Gli inglesi reputarono la zona di elevata importa strategica e nel XVII secolo costruirono ben cinque fortezze sul litorale di Port Royal.

Nel lontano 1692, precisamente il 7 Giugno, un violento terremoto distrusse Port Royal, i sopravvissuti fuggirono a Kingston dove vi si creò un’ottima concentrazione economica e politica che nel 1872 divenne capitale, sostituendo Spanish Town.
La città oggi è in continuo sviluppo e ampliamento tanto che ora si estende fino alle Blue Mountains.

Centro storico di Kingston

Kingston, veduta

Nel centro storico della città troviamo la Parade, quella che un tempo fu la piazza militare dell’esercito inglese, ora è un nucleo vivace, dove le note Raggae accompagnano i negozi di zucchero di canna e di musica.

Il cuore verde della Parade è il Sir William Grant Park, una piazza caratterizzata da una fontana e dalle statue della Regina Vittoria e di Norman Manley, oltre a quella di Alexander Bustamante, il primo sindaco di Kingston.

Biblioteca e musei di Kingston

Cosa vedere a Kingston, biblioteca

All’interno è situato la Biblioteca Nazionale, uno dei maggiori archivi dei Caraibi con la più grande raccolta di archivi storici, con documenti originali che ci aiutano a ricostruire la storia di tutto il grande arcipelago.
Oltre la Biblioteca è presente anche il Museo di Storia Naturale, il quale ripercorre il commercio Giamaicano, un fattore che fu fondamentale per lo sviluppo del paese.
Jamaican National Heroes, Kingston
Jamaican National Heroes

Situato a metà strada tra il centro cittadino e il quartiere residenziale, il National Heroes Park oggi commemora coloro che furono gli eroi del paese, da Manley a Bustamante fino anche a Paul Bogle.

 

Visitare New Kingston

Visitare New Kingston

New Kingston si estende tra le trafficate Half Way Tree Road e Vale Royal.
Nel 18esimo secolo vi si trasferirono i mercanti nobili, che scappavano dal trambusto centrale per andare alla periferia immersa nel verde.
Tutt’oggi New Kingston è considerato un quartiere signorile e le abitazioni presenti sono piuttosto chic.
La zona è molto frequentata dai turisti desiderosi di visitare il Bob Marley Museum, senza dubbio l’attrazioni più popolare della città.

Il Museo è all’interno della, dapprima studio di registrazione poi dimora residenziale, casa del musicista.

L’ingresso è caratterizzato da una statua di Marley con la sua chitarra preferita, l’unica cosa fotografabile – all’interno del museo è totalmente vietato portare e usare qualsiasi fotocamera.

La visita guidata ripercorre la storia del cantante, dalla sua nascita sino alla sua morte, con cimeli importantissimi e le certificazioni oro e platino originali.
Ecco dove avere tutte le informazioni sul museo di Bob Marley.

Una statua in bronzo di Marley è visibile anche nella National Gallery, altro luogo culturale di Kingston nel quale sono esposte le opere degli artisti più famosi della Giamaica. Arte e folklore si fondono in modo quasi sublime restituendo un’immagine affascinante della città e delle sue tradizioni.

A ovest di Kingston

Kingston di notte

Nella parte occidentale di Kingston si trova Spanish Town, la città spagnola, con edifici apprezzabili come la cattedrale di St. James. Qui ha sede anche il mercato, da sempre luogo di aggregazione, che riempie la piazza principale del sobborgo di suoni e colori unici.
L’attrazione naturale più rilevante di Kingston è sicuramente la catena montuosa delle Blue Mountains, la più lunga di tutta la Giamaica. La vetta più elevata è quella del Blue Mountain Peak, con i suoi 2256 metri.

Da qui si può godere di un magnifico panorama che spazia dalla costa nord a quella sud, mentre nelle giornate più limpide, in lontananza si scorge il profilo di Cuba che dista circa 210 chilometri.

Stando a Kingston, per godere del famoso e decantato mare della Giamaica, bisogna raggiungere Hellshire e Lime Cay. La prima è la più grande e famosa spiaggia, con sabbie nere e fredde acque cristalline. Per raggiungere Lime Cay, invece, bisogna uscire dalla baia.

L’isoletta, infatti, si trova a 15 minuti in barca da Port Royal a nord-est della barriera corallina. Quello che offre ai suoi visitatori è una natura selvaggia con circa metà della sua superficie coperta da boschi, mentre il resto è tutto sabbia e corallo.


 


Ti piace? Condividi con i tuoi amici!

0
3 condividi