Cosa vedere a Hameln

Hameln è una cittadina tra le colline del Weserberg nella Bassa Sassonia, una zona nota per la celebre fiaba del Pifferaio Magico dei fratelli Grimm. Tra le cose da vedere a Hameln segnaliamo la Rattenfängerhaus, la struttura che ospitò secondo leggenda proprio il pifferaio magico durante la sua presenza ad Hameln. Tra le cose da visitare a Hameln ricordiamo l'Herma Museum, situato nello splendido edificio di fine 1500, e la Chiesa di San Nicola, posta a breve distanza dalla 'casa degli sposi' e realizzata nel 1200. Ecco cosa vedere a Hameln.

Guida di Hameln

icona-articolo

Hameln, quasi incastonata tra le colline del Weserberg, la regione collinare nota per essere inserita tra i circuiti delle fiabe della Germania, dove Cenerentola incontra il barone Münchhausen. Ma è soprattutto la zona nota per la celebre fiaba del Pifferaio Magico, attrazione che porta ogni anno sempre più turisti a scoprire Hameln, una piccola cittadina tedesca posta nella Bassa Sassonia con meno di 60 mila abitanti.

Le sue origini la ricordano come un piccolo villaggio contadino sorto nei pressi di un monastero e che presto si trasformò in uno dei più importanti centri fortificati di tutta la Germania. Ed è proprio qua che un giorno il Pifferaio Magico fece visita alla cittadina infestata da una terribile ondata di topi che avevano invaso la città.
Facile ricordarsi della nota fiaba dei fratelli Grimm, ancora oggi ben presente tra le strade del borgo tedesco. Oggi Hameln ricorda questa importante caratteristica con una statua che raffigura proprio il musicista durante l’esecuzione della sua magica melodia, quella che liberò la città dalla terribile invasione.

OneMag-logo
Le città più romantiche della Germania

Hameln e le fiabe

Ma Halmeln ha voluto omaggiare le fiabre non solo con una statua celebrativa. Ogni anno, infatti, da metà maggio a metà settembre ogni domenica all’ora di pranzo si svolge uno dei tanti eventi che richiama centinaia di turisti dai dintorni.
Merita infatti ricordare come la fiaba dei fratelli Grimm ha una genesi decisamente differente da quella che probabilmente tutti ricordiamo, quella per intenderci raccontata nella versione più recente, quella del 1857.

La sua versione originale, del 1812, racconta infatti come il pifferaio magico, dopo aver liberato Hameln, non venendo pagato rapì tutti i bambini, tranne uno che riuscì a salvarsi, della cittadina chiudendoli in una caverna.
L’ispirazione dei fratelli Grimm ai fatti reali, cosa non inconsueta per i due scrittori tedeschi, è infatti voluta.
Questo passaggio, omesso nella versione più attuale, riprende i fatti del giugno del 1284, quando un ‘pifferaio’ prese 130 bambini portandoli a morire al calvario del Koppen.

Ma Hameln in estate celebra i due scrittori anche con un umoristico musical, RATS, che ogni mercoledi alle 16.30 allieta i visitatori con 45 minuti di spettacolo dove è la musica la vera protagonista.

Ma basterà camminare per le vie del centro storico di Hameln per trovare ulteriori tracce. Nella zona pedonale, infatti, sono state oramai da tempo poste delle piccole mattonelle in bronzo che raffigurano proprio un topolino. Impossible, chiaramente, dimenticarsene.

Cosa vedere a Hameln

I fratelli Grimm sono presenti anche in un altro edificio rinascimentale, la Rattenfängerhaus, la struttura che ospitò secondo leggenda proprio il pifferaio magico durante la sua presenza ad Hameln. L’abitazione, risalente ai primi del ‘600, è riconoscibile per la sue elegante facciata in pietra. Oggi l’edificio ospita un ristorante ed è meta di continue visite da parte proprio degli appassionati della fiaba.
Proprio di fronte troviamo la statua
che raffigura il musicista contornato da una vasca in cui sono scolpiti tanti piccoli topolini.

Da non perdere anche l’Herma Museum, posto proprio a poca distanza della Rattenfängerhaus, nello splendido edificio di fine 1500. La sua meravigliosa facciata, con le sue sculture, è sorvegliata da una guardia che, non stranamente, è proprio vestita con le sembianze del pifferaio magico.
Nella struttura museale, inaugurata nel 1912, troviamo la storia della città e un teatro dedicato proprio alla storia del Pifferaio Magico.

Tra le cose da vedere a Hameln troviamo anche una casa, interamente in pietra, conosciuta come ‘la casa degli sposi, dove fin dal medioevo venivano celebrati i matrimoni. Merita una visita per ammirare, sulla sua facciata, il carillon da cui fuoriesce il pifferaio con tanto di corteo di topolini pronto a seguirlo.
E’ la piazza dove il mercoledi pomeriggio viene eseguito il musical RATS, sopra descritto, mentre nelle domeniche dal tetto proprio un pifferaio in carne e ossa inizia a suonare una dolce melodia.

Nella piazza troviamo inoltre una delle tante sculture che adornano Hameln. E’ la raffigurazione della ‘coppia danzante’, a ricordo invece proprio della funzione celebrativa dell’edificio in pietra, oggi registro comunale.

Da non perdere ad Hameln anche la Chiesa di San Nicola, posta a breve distanza dalla ‘casa degli sposi’ e realizzata nel 1200. La sua struttura, gotica e romanica, è oggi stata ricostruita rispetto all’edificio originale, a seguito della sua distruzione del primi del ‘900.
Prima di concludere la passeggiata ad Hameln prendete qualche minuto per sedervi nella piazza principale della cittadina tedesca, luogo ideale dove sorseggiare un caffè mentre turisti ed abitanti si muovono alla ricerca di uno scorcio di città ancora non visto.

Condividi su: