Cosa vedere a Grenoble

Grenoble, la città della Francia nota per la sua stimata Università, è il capoluogo del dipartimento dell'Isère della regione Alvernia-Rodano-Alpi. Nella città di Grenoble sono diverse le attrazioni imperdibili come il Museo Archeologico costruito nel sito storico della chiesa di Saint-Laurent, su quella che in precedenza era una necropoli gallo-romana. L'attrazione principale di Grenoble è la Bastiglia, costruita tra il 1823 e il 1848 come protezione all'intero Ducato dei Savoia. Ecco cosa vedere a Grenoble, Francia.

Guida di Grenoble, Francia

icona-articoloGrenoble è un comune francese di 160.000 abitanti, è situata nella Francia sud-orientale, è il capoluogo del dipartimento dell’Isère della regione Alvernia-Rodano-Alpi.

È nota per essere una delle città europee con più studenti in proporzione ai residenti vista la presenza dell’Università, una tra le più antiche ed importanti di tutta la Francia.

Cosa vedere a Grenoble

Bastiglia

Cosa vedere a Grenoble, la Bastiglia

Tra le cose da vedere a Grenoble troviamo la Bastiglia, l’attrazione turistica più importante della città ed una delle mete turistiche più gettonate della regione e dell’intera Francia.
La costruzione avvenne tra il 1823 e il 1848 per il volere del Generale Haxo per proteggere il Ducato di Savoia.

Ogni anno accoglie oltre mezzo milione di visitatori, ognuno dei quali alla ricerca di una testimonianza sui fatti accaduti verso la metà del 19esimo secolo.
Nonostante fosse eretta per proteggere la città, la struttura non ricevette alcun attacco nemico.

La chiesa di Saint-Laurent

Cosa vedere a GrenobleIl museo archeologico di Grenoble è il più visitato della città.
È situato nel sito storico della chiesa di Saint-Laurent, ai piedi della Bastiglia sulla riva destra dell’Isère.
La chiesa di Saint-Laurent fu costruita sui resti di una necropoli gallo-romana.

La chiesa ha il design romanico a livello architettonico, ma è caratterizzata da una complessa stratificazione di edifici e strutture, che la rendono ancora più unica. Si tratta davvero di un gioiello nascosto, testimonianza di varie epoche che possiamo scoprire grazie all’audioguida, disponibile anche in italiano.

Mercato St. Claire

Cosa vedere a Grenoble, La Halle

La Halle Sainte-Claire è il mercato di Grenoble. È situato in un edificio con il fronte vetrato, che donano alla struttura un design ibrido tra il vintage e il moderno.

All’interno sono presenti numerose botteghe che vendono prodotti artigianali e svariate bancarelle alimentari con le materie prime più fresche dell’intera città.
Sono famosi i formaggi venduti in questo mercato, tra i migliori di tutta la Francia, molti dei quali sono prodotti artigianalmente.
È presente anche un bar all’interno che offre anche piatti freddi.

La cattedrale di Grenoble

La Cattedrale di Notre Dame a Grenoble

La cattedrale di “Nostra Signora” (Notre-Dame) è il principale luogo religioso di Grenoble. La chiesa, sede del vescovo di Grenoble, divenne monumento storico Francese a partire del 1862.

La struttura venne eretta nel 13esimo secolo ed è dotata di ben cinque navate.
L’edificio è ricco di sculture in pietra scolpita, in pieno stile gotico.
Il complesso episcopale è stato recentemente restaurato di recente, grazie al quale ha ritrovato il suo aspetto medievale.

OneMag-logo
Bordeaux, solito ed insolito da visitare in città

Museo di Grenoble

Cosa vedere a GrenobleLo storico museo di Grenoble venne aperto nel 1798 in un antico convento francescano.
Già all’epoca la struttura aveva come obiettivo mostrare l’arte della prima metà dello scorso millennio per poi aggiornarsi in continuazione con il trascorrere degli anni.

Attualmente il museo offre un’ampia gamma di opere d’arte contemporanea dal 1945 e un patrimonio di documenti dell’antico Egitto.
L’edificio è ampio 7500 mq e ricco di mostre temporanee per rendere l’offerta dinamica e sempre aggiornata.

Tra le mostre imperdibile è impossibile non citare le sezioni delle Antichità e dell’arte moderna.
Nei nomi degli artisti presenti spuntano quelli di Picasso e di Modigliani.


Condividi su: