0
Condividi su:

Cosa vedere a Fuerteventura,
Isole Canarie

icona-articolo

Con oltre 150 km di spiagge e una estensione di 1659 km quadrati, Fuerteventura è la seconda isola delle Canarie, in ⇒ Spagna.
Vero paradiso per coloro che, oltre al mare inteso come relax, amano gli sport acquatici, grazie anche ad acqua mite e al clima piuttosto caldo in ogni periodo dell’anno.

Cosa fare a Fuerteventura

Cosa vedere a Fuerteventura, surf
Iniziamo a scoprire Fuerteventura con le sue attività. Tra le varie cose che possono essere praticate si ricorda il windsurf, canoa, kitesurf e quasi ogni sport da svolgere all’aria aperta. Oltre alle attività prettamente acquatiche, tra le cose da fare a Fuerteventura possiamo praticare trekking o esplorare ogni angolo della seconda isola spagnola in sella a una bicicletta o motorino.
Indubbiamente scegliere Fuerteventura significa praticare movimento, modalità di vacanza sempre più prediletta negli ultimi anni.

I più allenati potrebbero prendere in considerazione l’idea di salire in cima alla montagna di Tindaya. Qua, una volta raggiunta, si potranno ammirare i resti lasciati dagli aborigeni che per primi hanno vissuto la zona.
La montagna è oggi un Monumento Naturale riconosciuto e valorizzato, oltre che essere un punto di riferimento a livello geologico.

OneMag-logo
Link-uscita icona Ibiza, la breve guida all’isola dei divertimenti

Le spiagge di Fuerteventura

Cosa vedere a Fuerteventura, spiaggia

Fuerteventura è in particolar modo il paradiso delle spiagge. Ne troverete di ogni tipo e per qualsiasi esigenza. Che si voglia praticare nudismo, che si scelga di rilassarsi oppure di divertirsi in compagnia, le spiagge di Fuerteventura sapranno sicuramente soddisfarvi.
Potrete anche scegliere tra spiagge di color bianco o di sabbia scura, per completare una esperienza balneare di primissimo livello. Bastano infatti pochi chilometri di distanza per sentirsi proiettati in un ambiente completamente diverso rispetto al precedente.

Se volete sentirvi ancora di più lontani da ogni ambiente familiare, dirigetevi a nord sull’Isla de Lobos. Qui sarà facile sentirsi in un vero e proprio paradiso naturale, grazie alla totale assenza di asfalto e di ritmi a scandire il tempo. Una volta scesi dalla barca e saliti sul primo lembo di terra disponibile, sarete avvolti da un silenzio insolito, interrotto solo dai rumori della natura.

Non aspettatevi però un’isola deserta sotto ogni punto di vista. Qui la modernità è comunque arrivata, sull’isola sono infatti presenti alcuni ristoranti pronti a servirvi pesce appena pescato o l’immancabile paella. Una pausa da tutto ma in assoluta comodità.

A Fuerteventura avrete modo di scegliere altrettanto la vostra sistemazione preferita. In questa che è l’isola più antica della Spagna, con formazioni rocciose che oramai hanno milioni di anni, è possibile trovare alloggio per tutte le tasche e per ogni tipologia di viaggiatore.
Scegliete tra case vacanze, tra alloggi semplici fino ad arrivare agli hotel di lusso o quelli inseriti fra i campi da golf.

OneMag-logo
Link-uscita icona Ibiza, gli Hotel Party per divertirsi tutto il giorno

Cosa vedere a Fuerteventura

Cosa vedere a Fuerteventura, mappaOltre alle attività da praticare, Fuerteventura è anche interessante da essere scoperta visitando le sue città e le sue attrazioni.

Puerto del Rosario

Iniziamo a scoprire cosa vedere a Fuerteventura dalla sua capitale. Situata lungo la costa settentrionale dell’isola, è la prima città che viene generalmente visitata, essendo il più consueto punto di arrivo aeroportuale.

Le spiagge sono naturalmente il suo punto di forza ma diverse sono le attrazioni che meritano essere visitate, tra cui un paio di musei come quello della Casa Museo del Dottor Mena, medico e benefattore della città. Proprio alle sue spalle troviamo la principale chiesa dell’isola, la Parroquia de Nuestra Señora del Rosario, a pochi passi dal porto.

Interessante anche il Parque Escultorico, un museo all’aria aperta in pieno centro cittadino dove poter passeggiare tra una cinquantina di sculture.
Spostiamoci di poco per visitare l’Ecomuseo de La Alcogida, un museo caratterizzato da alcune abitazioni rurali che vivono grazie a vari protagonisti che rappresentano le attività dei contadini e dei vari artigiani.

OneMag-logo
Link-uscita icona Scopriamo il Mar Cantarbrico e San Sebastian

Betancuria

Una delle località da non perdere a Fuerteventura è Betancuria, una piccola comunità autonoma di poco più 700 abitanti. Si tratta del primo nucleo abitativo fondato dai colonizzatori spagnoli nel XV secolo e prende il nome da Jean de Béthencourt, colui che la fondò. Il piccolo villaggio sorge nell’entroterra di Fuerteventura, nell’area centro-occidentale, e fu noto in passato per la coltivazione di cereali.

Oggi Betancuria è una località turistica di massimo rilievo nell’isola. È infatti il punto di riferimento principale di tutte le Isole Canarie per scoprire il passato coloniale della Spagna. Tra le cose da vedere a Betancuria consigliamo la Chiesa di Santa María e il Convento di San Buenventura, oltre al Museo di Arte Sacra e quello Archeologico ed Etnografico.

OneMag-logo
Link-uscita icona I 5 migliori piatti da mangiare in Spagna

Lajares

Verosimilmente a Betancuria, anche la cittadina di Lajares ha sede nell’entroterra dell’isola. La differenza principale tra le due località sta nella morfologia. Lajares, infatti, è situata in un punto totalmente desertico e pianeggiante, protagonista di un panorama quasi surreale.

Il centro abitato si compone per i vari edifici del tutto bianchi. Nonostante le sue dimensioni abbastanza ristrette, Lajares offre ai visitatori l’opportunità di tornare indietro nel tempo e osservare un tipico villaggio spagnolo del Risorgimento. La cittadella è ubicata nell’area settentrionale dell’isola, non molto distante dalle principali spiagge dell’isola, tra cui quella di Corralejo e Majanicho

OneMag-logo
Link-uscita icona Malaga, guida turistica della città spagnola

L’isolotto di Los Lobos

L'isolotto di Los LobosPer un’esperienza davvero alternativa vi consigliamo di visitare l’isolotto di Los Lobos, a 2 km da Fuerteventura e 8 da Lanzarote. È una meta di stampo prettamente escursionistico. Los Lobos, infatti, è solo terra, cespugli e mare turchese. Attenzione però, per quanto l’acqua dell’Oceano Atlantico sia stupenda è bene prestare attenzione alla costa, quasi totalmente frastagliata.

In merito vi consigliamo di recarvi alla Playa De La Concha De Lobos, uno splendido litorale sabbioso non molto distante dalla zona del porto. Vi sono solamente due strade nell’isolotto, ambedue conducono al faro di Punta Martiño, nell’estremità settentrionale. Da quando il faro è stato attrezzato per non richiedere il guardiano, questa piccola porzione di terra arida è del tutto disabitata.

El Cotillo

Altro villaggio tradizionale è quello di El Cotillo, piccolo di dimensioni e relativamente tranquillo, ideale per godersi degli attimi di totale relax. El Cotillo è perlopiù famoso per le sue bianchissime spiagge. I litorali, infatti, sono bagnati da acque cristalline e vi sono numerosi tratti selvaggi e del tutto incontaminati.

Sono presenti vari percorsi che portano alle varie spiagge. Prestare però attenzione, in quanto alcuni di questi percorsi sono percorribili solamente con dei fuoristrada. Playa del Castillo, definita una delle più belle spiagge di Fuerteventura, è anche una meta interessante per praticare surf o windsurf.

Tra le cose da vedere a Fuerteventura segnaliamo la Fortaleza del Tostón, ubicata negli immediati pressi di El Cotillo. Si tratta di un piccolo insediamento militare a pianta circolare, costruito alla fine del XVIII secolo per ripararsi da eventuali incursioni di pirati e invasori.

OneMag-logo
Link-uscita icona Ecco cosa vedere a Lanzarote, la splendida isola a nord di Fuerteventura

Jandia

Altra imperdibile cosa da vedere a Fuerteventura è la penisola di Jandia, situata poco a sud di Costa Calma, subito dopo alla Playa de Sotavento. In passato Jandia si presentava come un’isolotto dalle sembianze verosimili a quello di Los Lobos. Con il trascorrere del tempo il mare e il vento hanno trasportato la sabbia e i detriti fino alla costa di Fuerteventura, unendo morfologicamente i due territori.

La Penisola di Jandia è una delle aree più belle di tutta l’isola. Paesaggi incantevoli e spiagge spettacolari, estese, lunghe e larghe. I litorali si presentano con una finissima sabbia bianca e il mare si presenta con un aspetto caraibico. Anche qua gli appassionati godranno di acque perfette per il surf e il windsurf.

OneMag-logo
Link-uscita icona Scopri la splendida Tenerife, il cuore delle Canarie

Shopping a Fuerteventura

Fuerteventura offre anche alcune aree perfette per godersi un’intera giornata dedicata allo shopping. A Puerto del Rosario, principale centro abitato dell’isola, sono presenti diverse aree particolarmente consigliate per lo shopping. La strada del Calle de Primero de Mayo è relativamente tranquilla, grazie alla totale assenza di traffico automobilistico, mentre León y Castillo è la più vivace e ricca di negozi. In alternativa suggeriamo di visistare il centro commerciale di Las Rotondas, il più importante dell’isola.


 

Condividi su:

Like it? Share with your friends!

0