Cosa vedere a Estremoz in Portogallo

Cosa vedere a Estremoz, la città fortificata della regione dell'Alentejo nel Portogallo orientale, suddivisa in due quartieri, quello antico e quello più recente collinare. Tra le principali attazioni il maniero della città antica, oggi hotel di lusso, la Capela da Rainha Santa intitolata alla Regina Isabel dove vedere gli azulejos, ornamenti dell'architettura portoghese e il Museo Munipal, che ha sede in un magnifico edificio datato 16° secolo. Ecco cosa vedere a Estremoz, Portogallo. 3 min


0
Cosa vedere a Estremoz in Portogallo

Guida di Estremoz, la città fortificata della regione dell’Alentejo

icona-articoloEstremoz è un piccolo comune di circa 14.000 abitanti situato nella regione dell’Alentejo, nel Portogallo orientale. Si tratta probabilmente della città maggiormente fortificata della regione, dovuto principalmente alla imponente cinta muraria che contorna l’intero centro urbano medievale.

La città è suddivisa in due principali quartieri, quello antico e collinare, situato all’interno delle mura, e quello più moderno della città bassa, risalente al 17° secolo. Una delle occasioni migliori per visitare Estremoz è durante il sabato mattina, quando il centro storico si vivacizza con il tipico mercato comunale.

L’economia della città si basa principalmente sull’agricoltura e in generale sull’intero settore primario, con una peculiare attenzione al vino, con oltre 15 cantine produttrici nell’intera area. Una volta scoperto che la città è anche la terza maggiore produttrice di marmo dell’Alentejo, non resta che scoprirla.

Cosa vedere a Estremoz

La città murata

Cosa vedere a Estremoz

La città più antica, facilmente riconoscibile per la presenza delle mura, è spalleggiata dall’imponente maniero, trasformato oggi in un lussuoso hotel di una celebre catena alberghiera portoghese. Il castello medievale originario è stato perso nel 1698, durante le varie battaglie che si tennero in quell’epoca venne distrutto a causa delle numerose cannonate. Oggi rimane unicamente dell’antico maniero la Torre des Três Coroas, tradotto in Torre delle Tre Corone.
Il castello venne prontamente ricostruito e quasi altrettanto veloce ha subito un’altra disgrazia: l’assalto e la depredazione da parte dei soldati francesi, nel 1808. Fortunatamente l’edificio rimase intatto.

Oggi visitando l’hotel-maniero è possibile ammirare la sontuosa ed ampia reception, da cui è possibile guardare gratuitamente la fortezza e gli annessi punti panoramici. Da non sottovalutare quest’ultimi: la vista spazia su una landa collinare davvero eccezionale.

La Capela da Rainha Santa

Cosa vedere a Estremoz

Da non perdere anche la Capela da Rainha Santa , tradotta in Cappella della regina Isabel, dove sono presenti magnifici i tipici azulejos, ornamenti dell’architettura portoghese, raffiguranti la vita della regina resa santa.

Nella piazza principale del comune è situato il Museo Munipal, che ha sede in un magnifico edificio datato 16° secolo. Durante il percorso sono osservabili innumerevoli manufatti rurali, ricostruzioni di stanze d’epoca sculture in sughero e tradizionali statuette d’argilla, alcune delle quali considerate capolavori in miniatura. Le terrazze del museo ospitano un laboratorio di ceramica, oltre ad un esempio di architettura rinascimentale ottimo.

La visita prosegue nella Galeria Municipal D. Dinis, originariamente la Sala delle Udienze di Dom Dinis, è situata in un angolo della piazza principale. La Galleria ospita unicamente mostre temporanee e per tale motivo spesso rimane chiusa. Ciononostante l’edificio anche dall’esterno è interessante: i capitelli manuelini incisi nel portico colonnato e nella magnifica torre dell’orologio sono dettagli eccezionali.

potrebbe interessarti:
Visitare il monastero di Batalha in Portogallo

La città bassa

Cosa vedere a Estremoz

Uscendo dalle mura e facendo una breve passeggiata ci si reca facilmente nella piazza principale della città bassa, l’ampia Rossio Marquês de Pombal. L’area si presenta molto naturalistica, per la presenza di viali alberati e di piccoli giardinetti variopinti, e anche le caratteristiche chiese del 17° secolo presentano forme architettoniche eccezionali.

La Rossio Marquês de Pombal è sin dalla creazione della città bassa il principale luogo in cui gli abitanti si radunano e si incontrano, anche grazie alle numerose bancarelle presenti sul lato sud.

Quartiere residenziale e commerciale, in questa precisa zona i commercianti vendono di tutto. Qui si può trovare il formaggio locale, prodotti in pelle di capra o pecora, ceramica, salsicce e ortaggi. In più il sabato le offerte si moltiplicano per la presenza del mercato comunale anche nella città bassa.

La Igreja dos Congregados

Estremoz, Igreja dos Congregados

Da osservare con particolare cura la Igreja dos Congregados, uno degli edifici ecclesiastici principali della città, che fronteggiando il mercato permette all’ambiente urbano di essere tra i più suggestivi del paese.
Risalente al 17° secolo, si presenta interamente con un particolare ma pregiato marmo bianco e può essere visitata tramite il Museu de Arte Sacra, situato al piano superiore.

È possibile accedere anche alla terrazza situata sul tetto, dalla quale ammirare una vista a 360 gradi che spazia fino alla chiesa barocca de São Francisco sul lato opposto della piazza. In quest’ultima chiesa si può ammirare altro marmo locale e, soprattutto, un Albero di Jesse in legno dorato intagliato a sinistra dell’altare.


Like it? Share with your friends!

0