Cosa vedere a Dumfries in Scozia

Dumfries, la città sulla costa occidentale della Scozia e gemellata con la città di Cantù nel comasco, ha ospitato numerosi personaggi di rilievo come il compositore Robert Burns, omaggiato dalla città con un museo a lui dedicato. Segnaliamo tra le cose da vedere a Dumfries anche il Dumfries and Galloway Aviation Museum, il museo dedicato all'aviazione della seconda guerra mondiale. Tra le altre cose da visitare a Dumfries ricordiamo il Dalscone Farm Fun, un parco giochi con all'interno animali da fattoria. Ecco cosa vedere a Dumfries in Scozia. 3 min


0
10 shares
Cosa visitare a Dumfries

Cosa vedere a Dumfries in Scozia, città gemellata con Cantù nel comasco

icona-articoloSituata nella costa occidentale della Scozia e gemellata con la città italiana di Cantù, Dumfries è una località di quasi 50.000 abitanti che rappresenta una tra le destinazioni imperdibili nel  Regno Unito.
La città ha origini risalenti all’epoca romana. Tuttavia nel corso dei secoli Dumfries occupava una posizione strategica per combattere l’oppressione degli eserciti inglesi, ciò ha portato al centro urbano a dover essere totalmente ricostruito. Oggi, l’edificio più antico osservabile risale al 17° secolo.

La città oltretutto nella sua storia ha ospitato numerosi personaggi di rilievo. Robert Burns, il più celebre ponte di lingua scozzese ha vissuto qua; l’ideatore di Peter Pan J.M. Barrie ha studiato a Dumfries ed il produttore discografico Calvin Harris è nato proprio in questa città.

Cosa vedere a Dumfries

Dumfries, strada

Dalscone Farm Fun

La prima attrazione di cui andiamo a parlare è la Dalscone Farm Fun, un piccolo parco giochi dedicato interamente ai più piccoli. Si tratta di un complesso ludico sviluppato tra una struttura interna ed una esterna, in modo da essere perfetto sia durante le giornate soleggiate che quelle piovose.
Internamente i bambini possono divertirsi utilizzando vari scivoli, strutture per arrampicarsi e piscine di palle plastiche. Esternamente, invece, sono presenti trampolini, pedalò, go-kart e persino un minigolf, tutto a misura di bambino.
Tuttavia ciò che rende il Dalscone Farm Fun un centro totalmente diverso dagli altri è la presenza degli animali da fattoria, come mucche, maialini ed asinelli.

Dumfries Museum

Situato all’interno di una piccola me peculiare torre bianca, il Dumfries Museum è il principale centro museale della città. La struttura originariamente venne costruita per essere adibita a mulino a vento di 4 piani, precisamente nel 1798.
Qualche decennio più tardi, nel 1834, l’edificio venne acquistato dal comune e dalla Maxwellton Astronomical Society, che si occuparono di trasformarlo in un osservatorio.

Lo scopo della realizzazione dell’osservatorio era quello di poter assistere in città al passaggio della celebre cometa di Halley, che dalla terra è possibile osservarla ogni 76 anni e di cui si conosce l’esistenza dal 66 d.C. Tuttavia i lavori non vennero conclusi in tempo e l’osservatorio venne chiuso nel 1872.
10 anni prima, nel 1862, per permettere di riacquisire i fondi spesi per l’osservatorio, venne adibita la sala principale del museo e nel 1981 la galleria fu ampliata.

Il complesso racconta la storia della terra e della popolazione di Dumfries nei secoli. Tra i cimeli esposti sono presenti impronte fossili, strumenti ed armi dei nostri antenati e le incisioni rupestri dei primi cristiani della Scozia.

Dumfries and Galloway Aviation Museum

La storia del Dumfries and Galloway Aviation Museum ha avuto origine nel giugno del ’43, quando un bombardiere di Wellington era in volo. Questo aereo subì un guasto e crollò ad un miglio e mezzo dalla pista dell’aeroporto locale, purtroppo 3 persone morirono nell’incidente.

Quell’aereo divenne poi il fulcro della mostra espositiva del Dumfries and Galloway Aviation Museum. Questo, circa una trentina di anni dall’incidente, un piccolo gruppo di appassionati si era recato sul sito dell’incidente con l’obiettivo di recuperare alcuni frammenti dell’area. Ciò anche se i documenti ufficiali affermavano che era stato sgomberato.

L’operazione non ebbe successo ma con l’aiuto di un impresa locale i due motori dell’aereo furono ritrovati e riportati alla luce, uno dei quali dotato ancora dell’elica di legno.

Nel corso di vari scavi sono stati rinvenuti ulteriori manufatti fino al 1976, data in cui venne fondato il Dumfries and Galloway Aviation Group. L’edificio scelto fu il locale Dumfries Gliding Club, che ebbe un ruolo fondamentale nell’aviazione locale.

Tuttavia questo risultò inadatto per ospitare l’ampia collezione di cimeli dell’aviazione, perciò fu trasferito nel vecchio aeroporto in disuso.

Devorgilla Bridge

Cosa vedere a Dumfries

Non parliamo di un museo, né di un magnifico edificio, bensì del ponte più famoso di Dumfries, che dal 1431 caratterizza il paesaggio urbano sul fiume Nith.

Costruito interamente in arenaria rossa e situato nell’estremità sud-occidentale del comune, si tratta della struttura ancora esistente più antica della città.

Passeggiando sopra al ponte si ha la possibilità di avere una panoramica eccezionale su Dumfries, oltre che della struttura stessa, che si presenta alla base con 6 archi.

OneMag - Logo Micro
Le migliori meraviglie naturali del Regno Unito

Robert Burns House

Dumfries è celebre in tutto il mondo per essere stata la città in cui visse il poeta e compositore Robert Burns. Tra i più celebri della Scozia, la Robert Burns House non è altro che la casa in cui trascorse i suoi ultimi anni di vita.
Ora trasformata in museo, al suo interno sono presenti numerosi manoscritti originali e decine di oggetti personali, tra cui il suo studio, dove compose gran parte delle opere.

È possibile visitare per intero la casa, dotata di mobilio originale, in cui nel 1796 all’età di soli 37 anni Burns morì. Il decesso non impedì comunque di far sviluppare l’eredità artistica che il poeta realizzò in vita, infatti oggi le sue opere sono definite le più brillanti della lingua scottish.

Scopri di più:

I castelli più affascinanti della Scozia
Cosa vedere a Inverness

 


Like it? Share with your friends!

0
10 shares