Cosa vedere a Copenahagen, la capitale della Danimarca

Copenaghen | Cosa vedere a Copenaghen, la capitale della Danimarca


Condividi su:

Cosa vedere a Copenaghen

Tutti gli articoli della Danimarca

Cosa vedere a Copenhagen, mappaicona-articolo

Posta sulla costa orientale dell’isola di Zelanda e di Amager, Copenaghen è la capitale della Danimarca, oltre 600.000 abitanti che dal 2001 hanno modo di recarsi facilmente nella vicina Malmö, in Svezia, grazie al ponte di Øresund, attivo dal 2001. Copenaghen, come tutta la Danimarca, è considerata una delle capitali più felici al mondo e l’attenzione per il clima che la circonda è tra i più attivi al mondo.

Definita capitale green da oramai decenni, a Copenaghen si circola soprattutto in bicicletta mentre l’acquisto di auto è scoraggiato da una tassa sulla targa. Ne deriva una città a perfetta misura d’uomo, accogliente, non frenetica ma al contrario allegra e vitale, la cui storia si fonde lungo le strade, da percorrere con la tipica calma che contraddistingue i suoi abitanti.

L’intero paese, del resto, è incentrato sulla politica della salute e del benessere verso i suoi abitanti. Le ore di lavoro sono ridotte, i negozi – tranne quelli più turistici e in zone centrali della città – chiudono presto per dare modo di trascorrere del tempo in famiglia.
Tempo libero che viene spesso trascorso nei parchi cittadini, colmi di bambini e di famiglie pronti a rilassarsi o a pensare come trascorrere la serata.
Pronti a scoprire cosa vedere a Copenaghen?

 

Cenni storici

Cosa vedere a Copenaghen, vedutaPiccolo borgo di pescatori, Copenaghen nasce come Havn, traducibile proprio come porto.
Le prime notizie risalgono al 1167 quando il Vescovo di Roskilde, l’allora capitale danese, decise di proteggerla erigendo una fortificazione. Protetta, Havn riuscì a sviluppare ulteriormente la pesca, che diede luogo a fiorenti commerci. Venne quindi aggiunto al suo nome il termine Koben, ovvero porto mercantile. Nasce quindi in questo singolare modo Kobenhavn, Copenaghen.

La fiorente attività venne apprezzata, ricevendo nel 1254 il titolo di città. L’avvio di nuove abitazioni, edifici abitativi e chiese, diede modo alla città di espandersi fino alla proclamazione di capitale della Danimarca nel 1343. Da capitale, Copenaghen subì una serie di violenti attacchi, tra cui quello delle popolazioni germaniche pochi anni dopo. Era il 1369 e la città cadde sotto un’orda violenta che oltre a distruggerla provocò morti e feriti. La prospera capitale era però pronta a risollevarsi e già pochi anni dopo era tornata in auge quasi come se nulla fosse successo.

Venne costruito il Castello di Copenaghen, oggi noto come Palazzo di Christiansborg, segno indelebile di una città pronta a riconquistare il ruolo che fino ad allora si era conquistato. Siamo nel 1397 quando per la città era pronta una nuova fondamentale svolta. Il matrimonio tra la regina Margherita I e il re di Norvegia diede vita all’Unione di Kalmar, l’unificazione di Svezia, Danimarca e Norvegia sotto un singolo monarca.
L’unione portò presto a ulteriori sviluppi, non solo commerciali. Nel Cinquecento i paesi erano i più fiorenti sia dal punto di vista culturale che da quello politico.

La Danimarca scelse, nel secolo seguente, di abbandonare la Chiesa Cattolica per aderire alla Riforma Luterana, radendo al suolo i numerosi edifici cattolici presenti nella capitale e nel paese. Nel 1536, con la conquista della città da parte di re Cristiano III, il Luteranesimo divenne ufficialmente religione di stato. Tale scelta provocò una nuova espansione per Copenaghen diventando, alla fine del XVI secolo, la città più fiorente d’Europa. La capitale, priva delle chiese cattoliche distrutte, scelse di costruire nuovi palazzi, tra cui alcuni che divennero in seguito i riferimenti amministrativi e commerciali della città, come il Palazzo della Borsa.

Il XVIII secolo iniziò male per Copenhangen, decimato prima della peste nel 1711 e poi da due devastanti incendi, nel 1728 e nel 1795, provocando una quasi totale distruzione della città, realizzata fino ad allora quasi completamente in legno. Anche questa volta i danesi si misero subito all’opera e, nel secondo incendio, il legno venne quasi completamente abrogato dalle abitazioni, optando per la più sicura pietra.

Le guerre che coinvolsero la capitale danese ripresero a pieno ritmo nel 1800, con frequenti dispute tra le flotte danesi e quelle inglesi, provocando nel 1807 una nuova parziale distruzione di Copenaghen, non pronta a difendersi in maniera appropriata.
La metà del XIX secolo vede la capitale in forte ripresa demografica e, da quel momento, la sua storia coincide con quella del resto d’Europa, conflitti mondiali compresi.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona Viaggio a nord della Danimarca, ecco cosa vedere a Skagen, Jutland Skagen

Cosa vedere a Copenaghen

Copenaghen, come visto, ha una lunga e interessante storia, facilmente comprensibile scoprendo uno a uno i monumenti della città, tra l’altro facilmente raggiungibili anche a piedi, vista la vicinanza di molti di loro. Ecco quindi cosa vedere a Copenaghen.

 

Numero 1 (uno) OneMagPalazzo di Amalienborg

Copenaghen, Palazzo di Amalienborg

Intitolato alla regina Sophie Amalie, la sovrana della Danimarca scomparsa nel 1685, il Palazzo di Amalienborg è la sede della Famiglia Reale danese che vi si trasferì a partire dal 1794. La struttura …

 

Leggi di più


Numero 2 (due) OneMagGiardini di Tivoli

Cosa vedere a Copenaghen, Giardini di Tivoli

Situati nel cuore della città, i Giardini di Tivoli animano la capitale danese sin dal lontano 1843, quasi duecento anni di storia che hanno divertito intere generazioni. Parliamo, inoltre, del secondo più antico parco divertimenti a tema del mondo, superato dal …

 

Leggi di più


Numero 3 (tre) OneMagLa Ruundetaarn

Cosa vedere a Copenaghen, Rundetaarn

La “torre rotonda” è un edificio di forma cilindrica caratterizzato, nella propria cima, dalla cupola con il più antico osservatorio in attivo d’Europa. La Rundetaarn è stata costruita nel 17° secolo, precisamente il 1642, anno della morte di Galileo Galilei, per ordine di …

Leggi di più


Numero cinque (5) OneMagNørrebro, il quartiere fashion di Copenaghen

Cosa vedere a Copenaghen, quartiere Norrebro

Niente di meglio che pensare a Nørrebro per una giornata, o una serata, per fare shopping. Ravnsborggade e Sankt Hans Gade sono due tra le vie principali su cui puntare la propria attenzione. Qua infatti riuscirete a trovare negozi …

Leggi di più

 


Numero 6 (sei) onemag

Nyhavn, il colorato canale di Copenaghen

Cosa vedere a Copenaghen, il canale di Nyhavn

Secoli e secoli fa, il Canale di Nyhavn serviva per fa transitare merci e persone provenienti dai paesi lontani in fase di colonizzazione. Il successo che riscosse il canale fece si che, nel giro di poche decadi, venissero realizzate le …

 

Leggi di più


Numero 7 (sette) onemag

Il Museo Nazionale di Copenaghen

Cosa vedere a Copenaghen, Museo Nazionale

Nel cuore di Copenaghen, a una quindicina di minuti verso sud dal Canale di Nyhavn, non molto distante dai Giardini di Tivoli, si trova l’interessante Museo Nazionale di Copenaghen (o Museo Nazionale Danese). Il Museo Nazionale di Copenaghen rappresenta…

Leggi di più


Numero 8 (otto) onemag

Il Municipio

Cosa vedere a Copenaghen, Municipio

Nel pieno centro di Copenaghen, la cosmopolita capitale della Danimarca, affacciata sulla Rådhusplads (la Piazza del Municipio) si innalza in tutta la sua maestosità il Københavns Rådhus: il magnifico Municipio di Copenaghen

Leggi di più


Numero 9 (nove) onemag

Il Castello di Kronborg

Cosa vedere a Copenaghen, Castello di Kronborg

A nord dalla capitale della Danimarca troviamo uno dei più importanti castelli di stile rinascimentale del Nord Europa. La sua costruzione risale al 1420 per volere del re danese Eric di Pomerania, sullo stretto di Øresund, un luogo strategico …

Leggi di più


Numero 10 (dieci) onemag

La Sirenetta

Cosa vedere a Copenaghen, la Sirenetta

Uno dei simboli noti in tutto il mondo di Copenaghen è indubbiamente la Den lille Havfrue, meglio conosciuta in Italia come La Sirenetta. Siamo di fronte a una statua in bronzo realizzata da Edvard Eriksen che rappresenta uno dei monumenti in assoluto…

Leggi di più


Numero 11 (undici) OneMag

Palazzo di Christiansborg

Cosa vedere a Copenaghen, Palazzo di Christiansborg

Questo è con tutta probabilità uno dei più famosi edifici danesi. Il Palazzo di Christiansborg è infatti la sede delle più importanti istituzioni danesi: dal Parlamento (Folketing) alla Corte suprema e gli uffici

 

Leggi di più


Numero 12 (dodici) OneMag

Castello di Rosenborg

Cosa vedere a Copenaghen, Castello di Rosenborg

Costruito per volere di Christian IV, tra i sovrani più noti nella storia della Danimarca, nel 1606. Da oltre tre secoli, quest’opera di maestosa bellezza è un punto di riferimento per la città di Copenaghen, simbolo della prosperità danese, testimoniata dalla pregevole…

Leggi di più


Numero 13 (tredici) OneMag

Castello di Frederiksborg

Cosa vedere a Copenaghen, Castello di Frederiksborg

L’imponente magnificenza di un soffitto dorato a cassettoni, un’imponenza artistica a tratti schiacciante, tappezzerie decorative, dipinti e sontuosi arredi. Siete pronti a farvi incantare dalla bellezza del castello di Frederiksborg

 

Leggi di più


Numero 14 (quattordici) OneMag

Orto Botanico

Cosa vedere a Copenaghen, giardino botanico

In posizione relativamente centrale nella capitale della Danimarca, Copenaghen, hanno sede i Giardini Botanici (anche noti come Orto Botanico). Questo spazio verde nel cuore della città, a due passi da importanti attrazioni come il Palazzo di Amalienborg…

Leggi di più


Numero 15 (quindici) OneMag

Cattedrale di Nostra Signora

Cosa vedere a Copenaghen, Cattedrale

Nel cuore della città, adiacente all’Università di Copenaghen, si trova la Vor Frue Kirke, la Cattedrale di Nostra Signora: la chiesa madre della diocesi luterana della città. L’odierno edificio, quello che si trova dietro l’Università, è risalente al 1829

Leggi di più

 

OneMag-logo
Link-uscita icona  Visitiamo i dintorni di Copenaghen, ecco Roskilde

Shopping a Copenaghen

Cosa vedere a Copenaghen, via dello shopping

Siamo in un quartiere chiuso al traffico automobilistico. Realizzato nel 1971 da un gruppo di hippy che dopo aver occupato delle caserme abbandonate, qui è nata Freetown Chsristania.
Il quartiere oggi è gestito da una fondazione che amministra tutto il quartiere e affitta …

Leggi di più

 

OneMag-logo
Link-uscita icona  Visitiamo la seconda città della Danimarca, eccoci ad Aarhus

Quando visitare Copenaghen

Cosa vedere a Copenaghen, inverno

Copenaghen è costantemente visitata essendo tra le città con più turisti di tutto il nord Europa. Il clima della città è quello tipico di quasi tutta la Scandinavia e il periodo migliore per scegliere di visitarla è quando le temperature sono gradevoli, quindi tra inizi giugno e fine agosto. Sono le settimane con più ore diurne assolute e con temperature gradevoli, anche se non sono rare le giornate con precipitazioni, spesso però confinate a poche ore e di intensità medio-bassa. Questo periodo corrisponde anche al periodo di massima stagione e quindi preparatevi a tariffe piuttosto alte, spesso inavvicinabili se si sceglie di prenotare all’ultimo minuto e in alberghi del centro. Allo stesso modo durante le festività di Natale, quando la città è davvero splendida, le tariffe subiscono delle variazioni in alto piuttosto importanti, spesso anche superiori a quelle estive.

Il periodo meno consigliato per visitare la città è l’inverno. Tra novembre e marzo aspettatevi temperature anche piuttosto rigide, giornate nevose o di pioggia quasi costanti. Oltre a questo molte delle attrazioni all’aperto, come il Parco Tivoli, chiudono e non vi è alcuna possibilità di visitarle. Nel periodo autunnale troveremo un clima simile a quello primaverile, giornate incerte con possibilità di precipitazioni o giornate piuttosto gradevoli. In questo periodo le tariffe sono invece le più accessibili.


 

 

Condividi su: