Cosa vedere a Celje, la città slovena dei conti di Celje

Cosa vedere a Celje, la terza città per abitanti in Slovenia, nell'area orientale della città, tra le più antiche del paese e, in passato, anche tra le più potenti d'Europa. Celje è oggi una città tranquilla, perfetta per godersi dei momenti di completo relax e immersi nel verde che la circonda. Tra le cose da vedere a Celje citiamo il Museo Regionale, dentro cui ha sede un'interessante mostra permanente sulla storia della città, la moderna Biblioteca Centrale, inaugurata nel 2010, il Museo di Storia Contemporanea, che ripercorre il XX secolo e gli eventi legati alla Seconda Guerra Mondiale, e la storica prigione, dove troviamo un memoriale dedicato a quasi 400 prigionieri giustiziati dalle forze dell'ordine naziste. Ecco cosa vedere a Celje, in Slovenia.4 min


Guida di Celje, Slovenia

Guida di Celje, Slovenia

 

icona-articolo

La terza città della Slovenia, Celje, è posta nella Slovenia Orientale, fra la capitale Lubiana e Ptuj, la più antica della Slovenia.
Celje è un viaggio affascinante nella storia e della natura, meta perfetta per coloro che amano passeggiare all’aria aperta, mangiare bene e scoprire castelli e tesori archeologici.

Cenni storici

Cosa vedere a Celje

Le prime notizie certe di Celje ci portano in epoca preistorica, confermata dai vari reperti recuperati e oggi custoditi nei musei cittadini e non solo.
La piccola Troia, cosi veniva definita in epoca romana, periodo in cui la città divenne municipim Claudia Celeia, confermando l’importanza storica della cittadina posta nella parte orientale della Slovenia.

La città già in epoca romana era tra le più abitate del paese e la sua ricchezza non era certo seconda a nessuno, grazie anche ai commerci, aiutati dalla presenza di due fiumi, il Savinja e il Voglajna, entrambi fondamentali per la sua crescita.
Ma la sua storia coincide con quella di uno dei casati più potenti d’Europa, i Celje, di cui oggi sopravvive il magnifico Castello, simbolo della città e principale attrazione turistica.

OneMag-logo
Scopri la storia di Celje e del suo Castello, la dimora dei conti di Celje

Cosa vedere a Celje

L’attrazione principale di Celje è quindi il suo castello, la più grande fortezza medievale d’Europa e tra le più importanti in assoluto. Eretto su una collina a 407 metri di altitudine, è il punto perfetto per scoprire la storia della città e cosa vedere a Celje, grazie alla sua splendida vista panoramica.
Per raggiungerlo servirà una breve passeggiata, meno di 30 minuti per raggiungere la cima e, una volta saliti, avrete modo proprio di osservare la città e il fiume Savinja che la attraversa.
Il castello, di cui abbiamo parlato in questo articolo è visitabile anche con delle visite guidate, occasione perfetta per approfondire la sua storia.

Pronti a scoprire cos’altro vedere a Celje?

Cosa vedere a CeljeCome punto di partenza potremmo scegliere la Piazza Trg Celjskih Knezov, la principale della città, dove hanno sede vari edifici imperdibili.

All’interno della Piazza dei Signori di Celje troviamo infatti il Municipio, costruito nel 1909, è il Museo regionale, situato all’interno del macchina fotografica Palazzo del Principe, il Knežji dvor Celje.


Museo regionale di Celje

Situato in quella che fu la residenza dei conti di Celje, il Museo Regionale conserva al suo interno numerosi reperti che ricordano la storia della città e dei suoi dintorni. All’interno del museo è presente una ricca collezione permanente composta da reliquie storiche, che ricostruiscono il passato del territorio, dalla preistoria sino al rinascimento.
Il Museo regionale ha sede anche in un secondo edificio, poco distante dal principale, facilmente riconoscibile per il suo eccezionale stile rinascimentale. Dentro questa seconda sede è possibile visitare una mostra d’arte tra le più complete della Slovenia Orientale. Imperdibile, dentro questo edificio, il Soffitto di Celje, uno dei simboli della città: parliamo di un soffitto affrescato in stile trompe-l’oeil, rinvenuto solamente nel 1926 durante dei lavori di riqualifica della struttura.

Biblioteca Centrale di Celje

Passeggiando sul lungofiume si incontra la Biblioteca Centrale di Celje. La biblioteca si riconosce facilmente per la sua struttura moderna, inaugurata nel 2010 ed estesa circa 4700 mq
Oltre a raccogliere volumi e libri di ogni genere, la Biblioteca Centrale di Celje ospita anche una serie di eventi culturali durante l’intero arco dell’anno. Sebbene le biblioteche, come luoghi culturali, siano in pieno declino, quella di Celje è invece molto frequentata, anche dalle generazioni più giovani.
La biblioteca di Celje è riuscita, in una generazione sempre più legata al digitale, ad avere discreto successo, offrendo un luogo comune in cui studenti – e non – possano liberamente incontrarti. L’ambiente moderno, ricco di spazi e ben attrezzato, merita essere visitato anche come attrazione turistica.

Edifici di culto

Celje ospita alcune chiese interessanti in termini architettonici. Il primo edificio di culto che menzioniamo è la Chiesa Abbaziale di San Daniele, costruita nel XIV secolo e nota principalmente per la Cappella della Madre Addolorata, nel lato orientale dell’edificio. All’interno della cappella spicca, tra tutte le opere – tra cui affreschi e statue – la pietà lignea del XV secolo.
Altrettanto interessante è la Chiesa di San Nicola, protettore degli zatterieri, operai dediti alla lavorazione del legno, gli stessi che realizzarono l’edificio secoli fa, da cui si gode uno splendido panorama sul centro storico.
Poco distante sorge la Chiesa di Santa Cecilia, accessibile esclusivamente percorrendo 100 scalini in legno, adibita a prigione dai tedeschi durante la Seconda Guerra Mondiale.

Museo di Storia Contemporanea

Il secondo centro culturale di Celje è il Museo di Storia Contemporanea, situato all’interno dell’ex municipio. L’edificio è caratterizzato dalla sua facciata classicista, al cui centro spicca il balcone, molto utilizzato dai sindaci in passato.

Il museo, composto da una mostra permanente, ricostruisce passo dopo passo la storia della città durante il XX secolo, con particolare approfondimento alla Seconda Guerra Mondiale. Celje, infatti, insieme alla Stiria, è stata annessa al territorio della Germania Nazista, evento a cui seguì la deportazione di 80 mila sloveni. Al Museo di Storia Contemporanea si ha modo di scoprire dettagliatamente la storia della Celjska Ceta, il primo movimento partigiano della città.
Se si è in visita con bambini piccoli merita essere visitato anche l’Hermanov brlog, il museo interamente dedicato ai bambini, con un’esposizione che comprende 300 giocattoli. Si tratta dell’unico museo del genere in Slovenia ed è annesso al Museo di Storia Contemporanea.

OneMag-logo
Ti interessano i musei? Scopri i 4 migliori musei di Lubiana

Stari Pisker, l’antica prigione della città

Allontanandoci, non di troppo, dal Museo di Storia Contemporanea, lungo la Prešernova ulica ha sede lo Stari Pisker, lo storico carcere della città, costruito sul sito di un preesistente monastero. Il carcere è principalmente noto per i quasi 400 prigionieri giustiziati a cavallo tra il 1941 e il 1942 dalle forze dell’ordine naziste
Annesso alla prigione oggi troviamo il Cortile delle Fucilazioni, adibito a memoriale, dove sono incisi tutti i nomi dei prigionieri giustiziati. 


 


Like it? Share with your friends!