0
Condividi su:

Guida di Belo Horizonte, Brasile

icona-articolo

A oltre trecento km da Buenos Aires troviamo Belo Horizonte, città di recente fondazione e con un trascorso minerario.
Belo Horizonte è la capitale dello stato di Minas Gerais, nell’entroterra brasiliano senza alcun sbocco sul mare, oggi grande area metropolitana abitata da oltre 2,5 milioni di residenti.
Recentemente designata come la città dell’America Latina con il tenore di vita più elevato, le sue origini risalgono al 1701.

Cenni storici

Cosa vedere a Belo Horizonte

Le prime notizie di Belo Horizonte risalgono agli XVIII secolo,  quando l’unica presenza umana era data da una piccola fattoria. La città, oggi la sesta più grande del Brasile, conobbe però i suoi primi insediamenti ufficiali solo alla fine del 1800, quando venne costruita in sostituzione di Ouro Petro, la vecchia capitale del Minas Gerais.
Inizialmente nota come Cidade de Minas, nel 1897 divenne la nuova capitale dello stato, con l’insediamento del governo, nonostante la città non fosse ancora pronta a ospitarlo. La data ufficiale di fondazione è quindi il dicembre del 1897 e solo nel 1906 il suo nome venne definitivamente trasformato in Belo Horizonte.
Il suo sviluppo avvenne pochi anni dopo, con una popolazione che ancora oggi è in costante crescita.

OneMag-logo
Brasilia, guida turistica della città del futuro

L’architettura di Belo Horizonte

Cosa vedere a Belo Horizonte

Con una storia relativamente rapida, Belo Horizonte si trovò quindi proiettata in maniera quasi immediata da piccolo nucleo a capitale. Gli architetti incaricati nel progettare la città hanno trovato ispirazione in Washington D.C. e oggi è una delle città più moderne del Brasile.
Visitare oggi Belo Horizonte significa percorrere strade in cui affacciano edifici contemporanei, altri futuristici e altri ancora classici.
Belo Horizonte è costruita su una serie di piccole colline, completamente circondata da montagne, ed è una delle città con più verde urbano assoluto.

Qui troviamo il Parque das Mangabeiras, a qualche km di distanza dal centro storico sulle colline di Serra do Curral, da dove ammirare l’intero nucleo urbano cittadino.
A Belo Horizonte troviamo inoltre il Mata fare Jambeiro, una riserva naturale di oltre 900 ettari habitat naturale di oltre un centinaio di uccelli e di una decine di specie diverse di mammiferi. L’intera area di Belo Horizonte ospita oltre due milioni di alberi, un vero record per una metropoli.

OneMag-logo
San Paolo, l’alternativa a Rio de Janeiro

Cosa vedere a Belo Horizonte

Belo Horizonte è nota agli italiani più come meta economica che come meta turistica. Qua è anche la sede della FCA Brasiliana e non è certamente il turismo la risorsa principale dell’economica della capitale del Minas Geiras.
Tuttavia sono diverse le cose da vedere a Belo Horizonte e le ragioni per cui merita inserirla in un circuito di visita alla scoperta del Brasile.
Pronti a scoprire cosa visitare a Belo Horizonte?

– Lagoa da Pampulha

Lagoa da Pampulha, Belo Horizonte

La laguna artificiale di Lagoa da Pampulha è collocata nell’omonimo quartiere della città, recentemente inserito nella lista dei Patrimoni dell’Umanità dall’UNESCO per via del suo variegato carattere architettonico, tra i più affascinanti di tutta l’America Latina. Lungo le coste di questo bacino d’acqua si trovano numerosi monumenti, edifici e centri culturali di notevole interesse sia culturale che artistico e, di conseguenza, anche turistico. 
È possibile visitare il Lagoa da Pampulha sia a piedi che in bicicletta, in entrambi i casi consigliamo di dedicare un’abbondante giornata per visitarlo interamente, magari approfittando delle aree verdi per un picnic in famiglia.

– Igreja de São Francisco de Assis

Igreja de São Francisco de Assis

Collocata lungo la costa meridionale della laguna artificiale Lagoa da Pampulha, la Chiesa di San Francesco d’Assisi (Igreja de São Francisco de Assis) è uno degli edifici di culto di maggior rilievo di Belo Horizonte. L’idea di costruire la chiesa si concretizzò nel 1940, quando l’allora sindaco, Juscelino Kubitschek de Oliveira, aveva commissionato la progettazione di un nuovo quartiere cittadino. In breve tempo furono realizzati numerosi disegni di edifici, tra cui la stessa Chiesa di San Francesco d’Assisi, che venne completata nel 1943. Tuttavia, l’elegante edificio, caratterizzato da due splendide torri laterali e da un portone egregiamente decorato, fu consacrato solo nel 1959.

– Torre Piemonte

Torre Piemonte Belo HorizonteUno dei simboli più rinomati della città è la Torre Piemonte, altresì chiamata come Torre Alta Vila, sede del centro commerciale Alta Vila e tra i principali punti di riferimento per il turismo e shopping in città. Inaugurata nel 2005 e alta 101 metri, la Torre Piemonte si caratterizza per lo spettacolare punto panoramico collocato alla sua cima, che permette ai visitatori di godere di un panorama a 360° che spazia su tutta Belo Horizonte,
La Torre Piemonte è costruita con un rivestimento di acciaio inossidabile, il cui peso complessivo si aggira sulle 50 tonnellate, alche permette alla struttura di avere maggiore stabilità anche in caso di forti venti, abbastanza comuni in città.
Imperdibile durante le ore serali, quando i numerosi Led la illuminano creando uno spettacolare gioco di luci osservabile anche a centinaia di metri di distanza. La torre prende il nome, ovviamente, dalla regione italiana.

– Viaduto Santa Tereza

Seppur non una vera e propria attrazione turistica, il Viaduto Santa Tereza è una delle immagini più rappresentative di Belo Horizonte, in quanto si caratterizza per la presenza di vari murales di eccezionale bellezza. Oltre alla presenza di queste opere di street art, il Viaduto Santa Tereza è tra i tratti stradali più attraversati della città, in quanto permette di recarsi nel centro città. Il Viaduto Santa Tereza è stato costruito nel 1929 su progetto dell’ingegnere Emílio Baumgart.


 

Condividi su:

Like it? Share with your friends!

0