Basse-Terre: cosa vedere nella capitale di Guadalupe, la regione d’oltremare francese

Leggi tutti gli articoli dei Caraibi

icona-articoloImmersa nel pittoresco Mar dei Caraibi troviamo la regione francese d'oltremare di Guadalupe, una piccola isola a metà tra Dominica e Montserrat. Il territorio è diviso in due principali territori, denominati rispettivamente Basse-Terre e Grande-Terre, separate tra di loro da una sottile striscia di sabbia avvolta da una fitta foresta di mangrovie nota come la Rivière Salée. Il territorio più noto, e turisticamente trafficato, è quello di Basse-Terre, nell'area occidentale di Guadalupe, per gran parte occupato da un grande vulcano, il Soufrière.

Case basse dai colori vivaci, spiagge meravigliose di sabbia dorata accarezzate dall'acqua limpida di un mare incantevole, paesaggio tipicamente caraibico. L'isola fu scoperta nel 1493 da Cristoforo Colombo, ma solo dal diciassettesimo secolo cominciarono ad arrivare i coloni spagnoli e francesi che importarono le prime piantagioni di cacao, caffè e canna da zucchero. La città di Basse-Terre fu fondata verso la metà del Seicento dagli stessi coloni e dopo varie dominazioni, tornò definitivamente tra i possedimenti francesi. Non ci resta che scoprire cosa vedere a Basse-Terre, a Guadalupe.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona Cosa vedere a Guadalupa, Caraibi

Cosa vedere a Basse-Terre

Basse-Terre, affacciata sulla costa occidentale di Guadalupe, è il capoluogo del dipartimento d'oltremare francese. Oggi popolata da poco più 10 mila residenti stabili, Basse-Terre rappresenta il principale polo turistico e commerciale della regione. Fortemente caratterizzata da una peculiare architettura coloniale, Basse-Terre è una tappa imperdibile per chiunque ricerchi nei Caraibi non solo relax in spiaggia, ma anche cultura e storia.

Basse-Terre è per certo uno dei territori più importanti a livello storico di tutti i Caraibi, in quanto rappresenta una delle prime isole caraibiche scoperte da Colombo alla fine del XV secolo. Oggi la località, di dimensioni piuttosto contenute, si presenta con la classica immagine da "cittadina caraibica", colorata e dall'atmosfera molto rilassata, composta da qualche monumento storico molto interessante. Scopriamo quindi cosa vedere a Basse-Terre.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona Cosa vedere a Saint-Martin e Sint Maarten

Fort Delgrés

Cosa vedere a Basse-Terre, Fort Delgrés

 

Il Fort Louis Delgrès è una delle più famose attrazioni storiche di Basse-Terre.

L'antica fortezza, tra i primi edifici costruiti dai francesi a Guadalupe, segna lo storico ingresso in città. Dapprima realizzata come abitazione fortificata del governatore Charles Houël nel 1650, l'opera venne ampliata tra il XVIII e il XIX secolo, adibendola a vera e propria fortezza militare.

Si ricorda in particolare la data del 1802, quando fu teatro di scontri tra le truppe del generale Antoine Richepance, inviato da Napoleone Bonaparte, e la resistenza promossa dal comandante Louis Delgrès. La battaglia si fondava sulla difesa dei diritti umani, in quanto Napoleone ordinò il ripristino della schiavitù abolita pochi anni prima, nel 1794.

In passato chiamato Fort Saint-Charles, è affacciato sul mare, con una fantastica vista sul mare e sulla città. Al suoi interno oggi è situato un'interessante museo.

 

Cosa vedere in Dominica, attrazioni e siti d’interesse

Cosa vedere in Dominica, attrazioni e siti d'interesse, dai parchi nazionali alla capitale Roseau, in una delle più selvagge isole delle Piccole Antille, nel Mar...

La Cattedrale di Nostra Signora di Guadalupa

La cittadina di Basse-Terre è oggi un centro prevalentemente dedito al turismo.

Tuttavia, nella piccola località si trovano monumenti storici davvero piacevoli da visitare. Uno di questi è la celebre Cattedrale di Nostra Signora di Guadalupa, la chiesa cattedrale della diocesi di Basse-Terre.

Realizzata dai francesi nel 1736, la cattedrale presenta i lineamenti tipici del barocco, particolarmente diffuso in Europa durante il Settecento e, in particolare, apprezzato dalla Compagnia di Gesù nel XVII secolo. È la facciata a rappresentare il tratto architettonico più pregevole dell'edificio, composta da pietra vulcanica e dominata, ai lati del portale d'ingresso, dalle statue di San Pietro, San Paolo e della Vergine.

 

Guida di Oranjestad, la capitale di Aruba

La guida della capitale di Aruba, Oranjestad, uno dei porti di attracco per navi da crociera più sfruttati nei Caraibi. Tra le cose da vedere...

Il Museo di Gerty Archimède di Basse-Terre

Nel nostro itinerario nella cittadina di Basse-Terre inseriamo anche il più famoso centro espositivo di Guadalupa. Parliamo del Museo di Gerty Archimède, che nonostante le sue dimensioni relativamente contenute, riesce a raccontare in maniera eccellente la storia della prima avvocatessa di Guadalupa. Gerty Archimède è stata infatti la prima prima donna ad essere ammessa all’Ordine degli avvocati dell’isola, segnando un'epocale svolta per la storia cittadina.

 

Guida alla Giamaica, spiagge e attrazioni caraibiche

Giamaica, le meravigliose spiagge caraibiche ma anche cosa vedere nell'isola delle Grandi Antille situata nel Mar dei Caraibi. Scopriamo cosa vedere in Giamaica, tra attrazioni...

I luoghi naturalistici di Basse-Terre

Cosa vedere a Basse-Terre, luoghi naturalisticiBasse-Terre sorge ai piedi del vulcano Soufrière ed è un centro molto pittoresco dal quale partono tutte le escursioni alla volta delle fumarole delle Trois-Chaudières. Tutta la zona, ricca di foreste, è caratterizzata da numerosi piccoli laghi e frizzanti cascate che rendono questi luoghi particolarmente affascinanti.

La capitale è un importante centro turistico, famoso per le sue spiagge meravigliose. Tra queste molto famosa è la spiaggia delle perle, Plage de Deshaies, insieme alle caratteristiche Anse Turlet e Grande Anse, spiagge vulcaniche con sabbia molto scura. Mentre si ritrova la sabbia chiara a Fort Royal ed alla Plage de Cluny.

 

Isola de Providencia, l’isola nel Mar dei Caraibi

Cosa vedere sull'Isola de Providencia, l'isola colombiana nel Mar dei Caraibi, poco trafficata dal turismo di massa e per gran parte incontaminata. Tra le cose...

Parco Nazionale di Guadalupa

Cosa vedere a Basse-Terre, Parco Nazionale di GuadalupaIl Parco nazionale di Guadalupa è un'altra meta imperdibile. L'area del parco si estende per circa 22 mila ettari dei quali oltre 17 mila sono coperti da foresta tropicale ed i restanti da ambiente umido e marino. Il Parco comprende anche il complesso vulcanico attivo del La Grande Soufrière, alto 1467 metri e dalla cui vetta, nota come Discovery, si può ammirare uno dei panorami più belli di tutti i Caraibi.

Accanto alle bellezze naturali, la città offre molte testimonianze delle diversità culturali dell'isola, con chiese cristiane affiancate a templi indù, e del proprio passato con i resti archeologici dei primi insediamenti umani locali. Dichiarato nel 1992 Riserva mondiale della biosfera dall'UNESCO, il Parc national de la Guadeloupe protegge una un’immensa e florida foresta pluviale. Sono una ventina invece le specie di mammiferi protetti, tra cui la rara iguana spinosa, e una trentina di specie di avifauna.

 

Le città più belle dei Caraibi

I Caraibi sono famosi in tutto il mondo per le sue spettacolari spiagge e un mare cristallino e trasparente, con resort pronti a coccolare e...

Riserva Marina "Jacques Cousteau"

L'isola intera è caratterizzata da spiagge rocciose alternate a quelle di sabbia il cui colore passa dall'ocra al rosa, passando per il nero, ed il suo fulcro ambientale è la Riserva Marina Jacques Cousteau. Quest'area marina protetta vanta fondali ricchi di coralli e spugne, pesci tropicali, cetacei e tartarughe marine. Si tratta in assoluto di uno dei più importanti siti turistici di tutta l'isola, sviluppato a due passi dalla spiaggia di Malendure nella città di Bouillante.

Appartenente al Parco Nazionale della Guadalupa, la riserva rappresenta uno dei migliori luoghi di Basse-Terre in cui organizzare escursioni sottomarine, grazie alla sua eccellente fauna e flora. La temperatura media dell'acqua si assesta sui 26°C e si estende su oltre 1000 ettari di fondali marini composti da barriere coralline, pesci tropicali, tartarughe verdi, aragoste, murene, cavallucci marini e delfini.

 

Visitiamo Santa Lucia, l’isola caraibica delle Piccole Antille

Cosa vedere a Santa Lucia nei Caraibi (Saint Lucia), la paradisiaca isola dai paesaggi mozzafiato e dalle città variopinte. Ecco cosa vedere a Santa Lucia.

Cascate del Carbet

Cosa vedere a Basse-Terre, le Cascate del CarbetSpostandosi nell'entroterra di Basse-Terre ci si può avventurare in un'incontaminato territorio scosceso, in prevalenza montuoso e quasi interamente ricoperto dalla foresta. Una tappa assolutamente imperdibile per chi è in visita a Basse-Terre è quella presso le famose Cascate del Carbet. Insignite come una delle principali cose da vedere a Basse-Terre, il complesso naturalistico si compone di tre grandi cascate, meta ogni anno di migliaia di visitatori e raggiungibili esclusivamente attraverso sentieri lastricati in legno e pietra.

La più importante (in termini di affluenza turistica) è la seconda, alta circa 110 metri e osservabile anche da un frontale ponte sospeso. La prima e la terza sono invece le due cascate più impervie da raggiungere, indicate solo per gli scalatori esperti. Tuttavia, per chi riesce a raggiungere la terza cascata verrà accolto da una piacevole sospesa: una sorgente di acqua calda in cui godersi un rigenerante bagno nella natura.

 

Port-au-Prince, dove iniziano i Caraibi

Port-au-Prince, dove iniziano i Caraibi, la rinascita della capitale di Haiti devastata dal terremoto del 2010. Tra le cose da vedere a Port-au-Prince citiamo la...

Riserva marina del Grand Cul-de-Sac

Altra importantissima attrazione naturalistica di Basse-Terre è la Riserva Marina del Grand Cul-de-Sac. Ci troviamo lungo la striscia di mare che separa le due maggiori isole della Rivière Salée. Questa splendida area protetta è stata istituita al fine di tutelare le zone costiere e marine della grande laguna e, con esse, anche la ricca flora e fauna che le compongono.

Secondo alcuni studi, la riserva custodirebbe oltre cento specie differenti di alghe e coralli, a cui si sommano numerose specie di pesci, tartarughe e molluschi. La Riserva Marina del Grand Cul-de-Sac è definita una delle aree naturali più incantevoli dei Caraibi, una meta perfetta per gli appassionati di escursionismo e attività all'aria aperta. Oltre alle esperienze di trekking e hiking, nella riserva si possono vivere esperienze uniche in barca e in acqua, praticando snorkeling o kayaking.

 

Fort-de-France, la capitale dei Caraibi francesi

Fort-de-France, la capitale dei Caraibi francesi e il centro vitale dell'isola di Martinica, un luogo affascinante tra viali eleganti e giardini ben curati. Tra le...

Le spiagge di Basse-Terre

Cosa vedere a Basse-Terre, le spiaggeBasse-Terre, come ogni destinazione caraibica, è una meta ampiamente apprezzata per i suoi litorali ricchi di spiagge paradisiache. Sotto certi aspetti, Basse-Terre vanta un certo fascino unico nel suo genere, fortemente influenzato dalla natura incontaminata che abbraccia interamente sia la cittadina che le spiagge stesse. Si possono trovare tratti di soffice sabbia dorata quanto di ciottoli, il tutto con il comune denominatore dell'acqua marina cristallina.
Non molto distante dal villaggio di Deshaies si può far tappa a Grand Anse, una delle più famose e grandi spiagge dell'arcipelago di Guadalupe. Grand Anse rispecchia perfettamente la classica immagine che tutti noi abbiamo dei Caraibi: sabbia dorata, palme di cocco e un panorama da pelle d'oca tra il mare e l'entroterra ricco di foreste. Senza allontanarsi molto è possibile anche visitare l’Anse de la Perle, altra eccellente spiaggia dalla sabbia dorata, caratterizzata da un fondale arricchito dalla barriera corallina.

Le prossime due spiagge sebbene sembrino agli antipodi, mostrano diverse similitudini tra loro. La Plage de Leroux è infatti una piccola porzione di sabbia bianca ancora immune dal turismo di massa, mentre la Petite Anse è una grande insenatura racchiusa tra due promontori rocciosi, perfetta per fare immersioni subacquee e per rilassarsi in uno dei tanti stabilimenti balneari disponibili.

Cambiando completamente zona, uscendo dalla piccola località di Sainte Rose si trovano due spettacolari spiagge dalla sabbia rosea: Plage de la Ramée e Plage de Clugny. Il mare turchese, dall'aspetto indubbiamente paradisiaco, nasconde un secondo volto: è infatti molto mosso, a causa delle forti correnti e dei vortici marini, pertanto si consiglia di prestare molta attenzione durante la balneazione.

 

Continua a scoprire i Caraibi: