Corsica, il fascino della grande isola francese

Corsica è l'isola francese che si trova a meno di 200 chilometri dalla Costa Azzurra ed è famosa per i suoi meravigliosi paesaggi di montagna e le spiagge di sabbia.

In viaggio per la Corsica

Icona articolo

Posta a circa 180 Km dalla Costa Azzurra, la Corsica è l’isola perfetta per i francesi che non vogliono allontanarsi troppo dalla terraferma. Un mare dalle acque turchesi, una zona verde che richiama la classica macchia mediterranea ed un contorno di montagne la rendono quasi perfetta per ogni vacanziere.

E’ anche una meta ideale per coloro che amano passeggiare o fare escursioni più impegnativi. I primi potranno partire per scoprire, anche in famiglia, i tanti tesori nascosti mentre i secondi potranno avvicendarsi sui tanti sentieri di montagna.
Se invece la scelta di visitare la Corsica è proprio per il suo mare, si potranno trovare diverse spiagge di sabbia ma anche delle piccole baie nascoste che, al riparo di sguardi indiscreti, regalano una intimità quasi assoluta.

L’offerta poi si completa con un percorso storico e culturale di primissimo livello, luogo ideale per unire il relax all’avventura, la storia all’escursionismo.
Insomma la Corsica è sicuramente una isola da scoprire e, se non l’avete mai visitata, prendere in considerazione per una prossima vacanza.

Proviamo a conoscerla.

La Corsica e gli escursionisti

Cosa visitare e fare a Corsica

Se una delle vostre passioni è l’escursionismo, avete raggiunto una meta perfetta. Qua infatti avrete modo di trovare tantissimi sentieri che sono percorribili in ogni mese dell’anno, dall’estate all’inverno.
I più abili potranno prendere in considerazione di percorrere il sentiero denominato GR20 che, con i suoi 180 km, percorre l’isola interamente, da nord a sud. E’ uno dei sentieri più difficili di tutta Europa e come tale percorribile solo dagli escursionisti più esperti.

Se invece la vostra esperienza è minima meglio dirigersi verso uno dei tanti sentieri presenti nel Parco Naturale Regionale. Qua avrete modo di scegliere il percorso ideale per voi, da quello per principianti a quello per media esperienza. Il tutto, ovviamente, in un contorno naturale ricco di boschi, di vallate con una visuale sui laghetti e i tantissimi villaggi che quasi appaiono dimenticati.

La bellezza naturale e storica

Cosa visitare e fare a Corsica

La Corsica è fiera della sua identità, come per la nostra Sardegna. Anche la televisione di Stato offre un canale quasi interamente in lingua corsa (France 3 ViaStella) che regala splendidi scorsi quotidiani per gli abitanti dell’isola.
Se avete deciso una pausa di storia da queste parti scegliete di conoscere l’antica cultura visitando, ad esempio, la città fortificata di Bonifacio oppure la Cittadella di Calvi.
Sono solo alcuni dei tanti esempi cittadini ideali per immergersi nella storia locale.

Anche a livello museale c’è molto da visitare. Provate, ad esempio, a visitare la casa di Napoleone Bonaparte di Ajaccio o anche, sempre qua, il Palais Fesch con la sua grande collezione di dipinti italiani.
Ma potreste anche prendere in considerazione il Museo della Preistoria di Sartene, dove avrete modo di conoscere anche le primissime forme di vita dell’isola. Se volete approfondire la vostra conoscenza, recatevi invece a Corte per visitare il Museo della Corsica.
A questo scenario, aggiungendo mostre ed incontri, si delinea un percorso storico e culturale di primissimo livello.

Le città della Corsica

Cosa visitare e fare a Corsica

Due sono le principali città da visitare in Corsica, Bastia e Ajaccio.
La seconda si trova a sud dell’isola ed è inserita in un magnifico golfo che la ripara dal vento e la rende perfetta quasi ogni mese dell’anno. Qui è da visitare assolutamente il porto, il mercato ma l’intero centro città in generale, con le sue strade e gli abitanti che ricordano com’è piacevole vivere da queste parti.

Bastia è invece collocata nella parte settentrionale dell’isola e richiama più gli ingredienti tipici della classica città mediterranea. Anche qua merita una visita il porto ma anche passeggiare per le sue viuzze, ricche anch’esse di un fascino unico. Un plus di Bastia sono le magnifiche chiese barocche, tutte erette tra il XVII e il XVIII secolo che ricordano un fascino quasi dimenticato.

Oltre alle due principali meritano di essere visitate anche Calvi e Porto Vecchio.
Quest’ultima è la terza più importante dell’isola ed è visitata anche per le sue spiagge. Qua però merita assolutamente una visita la sua cittadella mentre
se volete ammirare la città dall’alto salite sul massiccio dell’Ospedale dove avrete modo di osservare la costa da una prospettiva davvero meravigliosa.

Calvi è invece la classica località balneare ed è anche la capitale della Balagna. E’ posta nella parte nord ovest della Corsica ed è frequentata sopratutto per la sua lunghissima spiaggia sabbiosa oltre 5 km che richiama un turismo sopratutto balneare.

Scopri di più:

Montpellier, guida ai quartieri della città francese
Calcata, uno dei borghi più belli d’Italia
Rethymno, viaggio tra i vicoli di Creta
Cosa vedere a Grasse, la città del profumo

 

Condividi su: