Cordoba e le 7 meraviglie argentine

Cosa vedere a Cordoba, in Argentina, la città con le 7 meraviglie locali risultate da un concorso indetto dal Ministero al turismo argentino che nel 2008 ha individuato le 7 meraviglie. Tra le meraviglie di Cordoba, in Argentina, ricordiamo le splendide grotte, meta più visitate ed apprezzata, in grado di sorprendere ed affascinare tutti i turisti. Ma da visitare a Cordoba, Argentina, anche il Cerro Champaquí ed il Cerro Uritorco, due monti caratteristici e spettacolari. Ecco Cordoba e le 7 meraviglie argentine.

Guida di Cordoba, Argentina,
la città delle sette meraviglie

icona-articoloDistesa ai piedi della Sierras Chicas si trova Cordoba, popolosa città nel cuore dell’Argentina, accarezzata dalle acque del fiume Primero. Qui ci sono sette meraviglie naturali che meritano di essere ammirate.
Ad individuare questi sette luoghi di straordinaria bellezza sono stati i votanti al concorso indetto dal Ministero al turismo argentino che ha selezionato le centinaia di candidature ricevute arrivando ad individuarne 7 poi ufficializzate nel 2008.

Cosa vedere a Cordoba

Le grotte di Cordoba

Cordoba, le grotte

Le 7 meraviglie sono state coinvolte nella valorizzazione sviluppata dalla rete turistica regionale divenendo alcune delle mete più visitate ed apprezzate, in grado di sorprendere ed affascinare tutti i turisti.
Alla fine di un canyon si trova una grande grotta nella quale nidificano i rondoni: la Cueva de los Pajaritos. Essa offre uno spettacolo impareggiabile quando i rondoni, i pajaritos, escono a migliaia emettendo il loro garrito caratteristico.

Sì, può essere anche abbastanza impressionante, ma è sicuramente una scena unica. Inoltre, intorno alla grotta ci sono numerosi sentieri che conducono nella natura locale incontaminata ed affascinante anche se poco distante dal centro della città.
Ancora grotte per l’altra meraviglia di Cordoba, le Cuevas de Ongamira nel dipartimento di Ischilìn. Un complesso di caverne scavate dall’erosione, note per essere l’ultimo baluardo di resistenza dei Comechingones contro gli europei.

OneMag-logo
Mendoza, il crocevia tra Argentina e Cile

Le altre meraviglie di Cordoba

La Capilla del Monte

Il parco intorno alla formazione rocciosa delle grotte con la sua natura rigogliosa e lo splendido ambiente urta contro la storia dolorosa legata a questi luoghi che hanno visto lo sterminio delle popolazioni native che non volevano arrendersi alla conquista spagnola.

Il Cerro Champaquí ed il Cerro Uritorco sono due monti caratteristici e spettacolari. Il Champaquí è la vetta più alta della provincia, spicca nella tipica Pampa ed è meta ambita degli escursionisti.
Dalla cima del Champaquí si può godere di una vista mozzafiato che arriva sino alla vicina laguna circolare, presumibilmente di origine vulcanica, che dà il nome alla montagna il cui significato in lingua nativa è, proprio, acqua sulla testa.

Il Cerro Uritorco è un monte frutto dei movimenti tettonici del passato ed è caratterizzato da un ambiente brullo e desolato intorno al quale si sono sviluppate molte leggende che attribuiscono alla zona un aspetto esoterico legato al manifestarsi di fenomeni paranormali ed all’avvistamento di ufo.

OneMag-logo
Los Glaciares, l’angolo ghiacciato dell’Argentina

Le riserve naturali di Cordoba

Cordoba, condor

Tra le 7 meraviglie si trovano anche la Quebrada del Condorito nella Reserva Hídrica Provincial Pampa de Achala.
La Quebrada è un parco nazionale circondato da una gola formata da un canyon profondo 800 metri. Il nome della riserva significa piccolo condor e richiama la presenza di questi rapaci in un ambiente incredibilmente bello e tra i più incontaminati dell’America latina, popolato da flora e fauna tipiche dell’ecosistema della pampa.

Anche la Reserva natural y cultural Cerro Colorado è un’area protetta situata intorno ad una formazione di arenaria rossa dove è possibile trovare flora e fauna molto rare. Nella riserva si trovano degli spettacolari petroglifi incisi sulle partei rosse della montagna da un popolo che ha vissuto qui oltre 5 mila anni fa.

OneMag-logo
Santa Fe, guida di viaggio

Il lago salato di Cordoba

Cordoba, lago

Dulcis in fundo tra le cose da vedere a Cordoba c’è la Laguna Mar Chiquita y bañados del Río Dulce, il più grande lago salato argentino, noto anche come il Mar del Ansenuza, che si estende per oltre 6 mila chilometri quadrati.
Nell’habitat che circonda il lago ogni anno trovano rifugio migliaia di uccelli migratori che richiamano numerosi birdwatchers che qui possono ammirare anche aironi e fenicotteri, anatre e rapaci.

Mentre la costa sud del lago è ancora selvaggia, quella nord richiama un notevole flusso turistico richiamato dalle splendide acque del lago, soprattutto nei pressi delle località Miramar e Balnearia.
Cordoba si conferma, così, meta poliedrica e ricca di suggestive realtà da scoprire ed apprezzare per un’esperienza di viaggio indimenticabile.

Condividi su: