Condividi su:

Scopri come trovare il tuo hotel
senza spendere troppo…

icona-articoloCara vacanza, quanto ci costi! Eppure per noi inguaribili viaggiatori, la scelta dell’albergo è probabilmente la più difficile in assoluto. Se il fattore costo è da mettere al primo posto, altrettanto importante è la posizione ma anche i servizi offerti. Che si voglia trascorrere una sola notte o anche settimane, l’albergo è la caratteristica principale a cui occorre prestare attenzione. Del resto, un ristorante dove si è mangiato male lo si può evitare ma la propria camera d’albergo dovrebbe accompagnarci lungo tutto il soggiorno.

Ora che abbiamo scelto l’albergo e sappiamo qual’è il periodo della nostra partenza, ci sorgono però alcune altre domande. Tra queste: meglio prenotare subito oppure sotto data e sperare che i prezzi scendano? E se attendendo poi si rischia di non trovare più posto oppure camere differenti da quelle che vorremmo?
Proviamo a vedere insieme come riuscire quindi a ottenere il prezzo migliore per il nostro albergo prescelto.

Hotel di classe ma economici, ecco quando partire

Come prenotare un hotel senza spendere una fortuna

Regola assolutamente scontata è quella di scegliere il periodo migliore. Se la vostra attività ve lo permette, evitate l’alta stagione.

Se abbiamo scelto la montagna per sciare evitiamo, se possibile, le festività di fine anno e puntiamo magari proprio sulle due settimane successive: troveremo prezzi migliori e sicuramente un servizio più di qualità. Ancora di più potremmo risparmiare verso fine stagione, tra la metà di Febbraio e l’inizio di Marzo. Stesso discorso per il mare: evitiamo accuratamente agosto e preferiamo magari l’ultima settimana di giugno e la prima di luglio oppure dopo il 7-10 settembre. Evitiamo, in pratica, l’alta stagione.

Ma esistono anche periodi che pensiamo essere di bassa stagione ma che in realtà nascondono un evento, una fiera o una festa di cui magari non siamo a conoscenza che in realtà ci farà spendere molto di più. Anche in questo caso verificate se non ci siano eventi in programma prima di trovarvi a spendere più del dovuto.

OneMag-logo
Link-uscita icona Vacanza in albergo? I consigli per pulire a fondo la camera

Il giorno più costoso in hotel

Come prenotare un albergo senza spendere una fortuna

Se la vostra vacanza dura diversi giorni, più di 1 settimana, vi interesserà molto relativamente. Ma se invece si tratta di una piccola pausa di qualche giorno allora sappiate che generalmente la notte più costosa negli alberghi è quella del venerdì. Saranno felici coloro che vogliono pianificare il weekend, ma è effettivamente cosi.

Se potete preferite invece l’arrivo al sabato mattina, specie se non si tratta solo di un weekend o se, nel caso, potete valutare di prolungare la partenza fino al mattino di lunedì. Del resto anche se la vostra camera non fosse ancora pronta, estremamente probabile, potreste lasciare i bagagli in hotel e mettervi in moto per esplorare il luogo che avete scelto.

OneMag-logo
Link-uscita icona Serve il passaporto per andare in crociera?

La zona in cui dormire

I consigli per prenotare un hotel senza spendere una fortuna

Indubbiamente, specie se si è scelto una grande città, la scelta di dormire in centro ci permetterà di essere poco distanti dalle attrazioni principali. Qui, naturalmente, ci troveremo di fronte anche a tariffe sicuramente più costose rispetto ad altre zone.

Non è da escludere che spostandosi, anche di poco in una zona adiacente, si possano trovare offerte estremamente convenienti. Nel caso ci si potrà spostare facilmente con i mezzi pubblici, specie se il vostro albergo non si trova molto distante da una fermata di autobus o di altri mezzi pubblici. Verificate naturalmente anche le tariffe dei trasporti per sapere che effettivamente ci sia poi convenienza, specie se magari siete in 4 in famiglia.

OneMag-logo
Link-uscita icona I migliori hotel di Macao per ogni esigenza

Come valutare un albergo

I consigli su come prenotare un hotel senza spendere una fortuna

Come prima cosa non puntate la vostra attenzione unicamente alle stelle. Anche se sono un requisito importante, non è l’unico parametro da considerare. Potreste infatti trovarvi di fronte a un albergo 4 stelle che però è stato ammodernato decine di anni fa, risultando a livello di comfort inferiore rispetto a un 3 stelle aggiornato di recente.

Quando scegliete il vostro albergo non limitatevi alla facciata e alla reception, di solito le aree più curate in assoluto, ma guardate con attenzione le altre aree comuni (palestra, piscina o area bimbi, se presenti) che potrebbero invece non essere adeguatamente ristrutturate. Le camere, dove voi poi trascorrerete il maggior tempo, sono quelle da vedere da più vicino possibile. Scegliete se possibile le foto non ufficiali ma quelle dei viaggiatori e guardate la data: foto meravigliose di 5-6 anni fa potrebbero non corrispondere alla realtà attuale.

Sulle recensioni occorre aprire un capitolo a parte. Oltre al fenomeno delle recensioni false, quelle acquistate dall’albergo o da un concorrente per premiare o sminuire il lavoro del concorrente, spesso sono esasperate, nel bene e nel male. La rete negli ultimi anni è diventata un luogo dove sfogarsi, a volte anche senza un particolare motivo. Questo spiega la ragione per cui è sempre meglio prima di tutto affidarsi alle immagini e poi affidarsi a chi prima di noi è già stato. Valutate anche la ragione degli eventuali reclami o degli apprezzamenti. In sostanza, valutate con vostro spirito critico, spesso le situazioni potrebbero essere un pò diverse.

OneMag-logo
Link-uscita icona I più imponenti progetti storici mai costruiti

La camera

Come prenotare un albergo senza spendere una fortuna

In base alla tipologia del vostro viaggio potreste voler richiedere una camera superiore oppure una serie di dotazioni interne particolari. Se, per esempio, il vostro viaggio fosse a Londra e prevedete di essere in giro tutto il giorno per visitarla, forse una camera standard potrebbe andarvi bene, visto che di fatto la userete giusto per riposare la notte.

Se invece avete pianificato una breve vacanza tutto relax dove passeggiare e farvi cullare dal panorama, allora potreste aver bisogno di trascorrere più tempo in camere e in hotel.
In questo caso potremmo essere tentati da una camera superiore di livello ma spesso la potreste trovare indicata come superior, deluxe, junior suite o altre diciture anche più stravaganti. Ma siamo certi che una superior di un hotel equivalga a una deluxe di un’altro albergo? La camera familiare significa che è più grande o che ha più letti?

Meglio definire da subito alcuni parametri che sono quelli su cui puntare la vostra attenzione, come l’ampiezza della camera. Mettetelo al primo posto, le dimensioni interne sono fondamentali se decidete di trascorrervi parecchie ore. Valutate anche i servizi che volete avere a disposizione, dalla possibilità di fare colazione in camera (esiste un tavolo adeguato?) oppure quella di prendervi un caffè quando lo desiderate senza dover scendere nel bar dell’hotel. Inutile farsi abbagliare dai superlativi della struttura, analizzate ogni singolo dettaglio e scegliete quando siete davvero convinti che il rapporto qualità/prezzo valga la pena.

Verificate anche cosa comprende la tariffa. Specie se siete all’estero potreste aver bisogno di una connessione internet. Se nel costo è compreso e chiaramente riportato, allora avrete tutto il diritto di richiederla e sarete praticamente certi di non dover spendere di più. Stessa cosa per la colazione. Spesso potrebbe essere scritto da qualche parte che le camere sono senza il primo pasto della giornata. Verificate con cura la policy della struttura e cosa vi propone il sito. Se non è chiaramente riportata la dicitura ‘prima colazione compresa’, guardate oltre o chiedete spiegazioni.

OneMag-logo
Link-uscita icona Come dormire bene in hotel, ecco i segreti per un riposo sano e di qualità

Le dotazioni dell’albergo

Come prenotare un hotel senza spendere una fortuna

Prendete infine in considerazione gli accessori della struttura.

Iniziamo dal parcheggio, generalmente disponibile con un sovrapprezzo che può variare da pochi euro fino anche a superare i 20/25 € nel caso di strutture lussuose e in centro città. Se intendete unicamente parcheggiare e muovervi con mezzi pubblici e a piedi potreste anche valutare di scaricare i bagagli, cercare un parcheggio custodito nelle vicinanze e lasciarvi la vettura. A fine soggiorno fate i calcoli, il risparmio potrebbe anche essere sostanzioso.

Sempre con lo stesso principio della scelta della camera, valutate anche le altre dotazioni dell’albergo. Che sia presente un centro benessere con tanto di piscina potrebbe rivelarsi inutile se intendete partire alla scoperta della città. Alternativamente potrebbero invece essere fondamentali per una vacanza di tutto relax. In ogni caso sappiate che questi servizi, anche se non usati, possono incidere sul conto finale, tranne nel caso siano fatturati a parte.

OneMag-logo
Link-uscita icona India, benvenuti nella statua più alta del mondo

Prenotare in modo intelligente

Come prenotare un hotel senza spendere una fortuna

Risparmiare e trovare una camera migliore allo stesso prezzo, non è facile. Basterà però metterci un po’ di impegno per riuscirci, ecco come fare.

Supponiamo che il vostro soggiorno sia di 4 notti a Barcellona. Provate a vedere quali tariffe vi propongono per l’intero periodo e, qualora non ci sia disponibilità, provate a fare due distinte prenotazioni. La prima parte nella camera più alta di livello, i due giorni successivi in una camera inferiore o standard.

Se la tariffa finale vi aggrada prenotate questa soluzione: molto probabilmente rimarrete tutte le 4 notti nella camera superiore invece di spostarvi a metà soggiorno. Potreste anche invece trovarvi di fronte alla piacevole sorpresa di soggiornare tutte e 4 le notti in una stanza ancora superiore rispetto alla vostra prescelta. Sono piccole accortezze che generalmente gli alberghi di grosse dimensioni preferiscono fare per evitarvi disagi ma anche per loro stessi, per una migliore organizzazione.

Lo spostamento di camera potrebbe infatti rappresentare anche un problema di carattere gestionale, conti da spostare oltre altri piccoli problemi che, in periodi sopratutto di media/alta affluenza, si cerca di superare.

Ultimo aggiornamento: 18 Dicembre 2020


 

Condividi su: