Come trascorrere qualche ora a Milano, istruzioni per l’uso

Milano è la città economica per eccellenza, il motore dell'Italia e il simbolo della produzione. Tra i migliori luoghi per trascorrere qualche ora a Milano citiamo il Duomo, simbolo per eccellenza del capoluogo lombardo, la vicina Galleria Vittorio Emanuele II, lo svettante quartiere Isola, noto per gli edifici di nuova costruzione e per Piazza Gate Aulenti, sede del grattacielo italiano più alto, ed il Castello Sforzesco, tra i più grandi di tutta Europa. Scopriamo come trascorrere qualche ora a Milano.

Cosa vedere a Milano in 24 ore

icona-articoloLa capitale lombarda è una città devota al lavoro. Potrebbe però succedere che vogliate raggiungerla magari il giorno prima del vostro evento o semplicemente per trascorrere qualche ora.

Se hai un intero giorno da spendere nel capoluogo lombardo e non hai mai visitato Milano, ecco cosa vedere a Milano.
Potrai vedere la capitale economica con altri occhi, potrai goderti l’arte oppure ascoltare della buona musica o ancora mangiare in uno dei tantissimi ristoranti innovativi della città.

Pronti per la vostra giornata meneghina?
Partiamo.

Il Duomo di Milano

Milano, Duomo

Come evitare di dare uno sguardo almeno alla cattedrale lombarda?
E’ uno dei simboli di Milano, il luogo dove nella sua piazza si svolgono concerti ed eventi ed è il salottino dei milanesi, dei turisti e di tutti coloro che passano per la città.

Il marmo bianco di colore rosa con cui è stata costruita arriva dalle cave del Lago Maggiore e una salita sul Duomo vi permetterà di ammirare una delle zone più artisticamente interessante.
Non preventivate troppo quanto tempo spendere, il Duomo vivetelo con la calma che merita.

Galleria del Corso e Brera

Cosa vedere a Milano in 24 ore

Se avete visto per bene la cattedrale è il momento di percorrere la vicina Galleria Vittorio Emanuele II. Sarete immersi in una struttura rinascimentale che allo stesso tempo è anche uno dei più classici esempi di architettura europea.
Lasciatevi affascinare dai tanti negozi, dalla gente che passeggia e proseguite fino al quartiere di Brera.

Noterete immediatamente gli eleganti condomini e l’architettura tipica di Milano. Troverai bar e locali, ma anche una delle tante pasticcerie della zona.

Un aperitivo a Milano

Milano, aperitivo ai Navigli

Se l’orario lo permette godetevi un aperitivo, come in molte altre zone anche a Milano, forse anche più di altrove, è un rituale.
Se dopo l’aperitivo avete  fame, provate uno degli innumerevoli ristoranti. Inutile cercare di darvi un consiglio, oltre a trovarne davvero tanto in tutte le strade e stradine ci sono diverse App che sapranno fornirvi tutte le informazioni necessarie.

Vi abbiamo comunque dedicato un intero articolo sull’ aperitivo a Milano.
Ricordate che se siete a pranzo troverete prezzi piuttosto economici e il servizio sarà estremamente veloce. Se passate per cena i tempi si rilassano e i costi salgono. L’orario classico di cena è oramai dopo le 20, nessun problema a trovare le cucina aperte anche molto più tardi.

Il quartiere Isola

Se siete capitati in orario serale a Brera perché non dirigersi verso il quartiere Isola, uno tra i quartieri più cool della città.
Se siete fortunati potreste trovare posto al Blue Note, il più famoso jazz club italiano con ospiti di livello internazionale.
Difficile pensare di trovare posto se non avete prenotato ma con un pò di fortuna, se capitate in via Borsieri verso la tarda serata, potreste anche trovare un posto libero.

Altrimenti ammira il panorama della zona, è un quartiere eccentrico ed in periodo caldo -ma non troppo, evitate se potete luglio – è davvero l’ideale per trovare qualcuno per scambiare due chiacchiere.

La Porta Romana a Milano

Se invece la vostra passeggiata era diurna e non potrete godere dell’anima jazz milanese, puntate dritto in metropolitana, in tram o a piedi, verso Porta Romana.
Anche questa è una delle cose da vedere a Milano, unquartiere molto vicino al centro storico, il cui transito in macchina è a traffico limitato (leggi, pagando il ticket di ingresso). Porta Romana vi immergerà in diverse strade e stradine di uno tra i quartieri più benestanti in città.

Il Castello Sforzesco di Milano

Da qui potrete inoltre percorrere tutto il Corso che vi consentirà di raggiungere nuovamente il Duomo da dove però potreste pensare di concludere la vostra giornata turistica al Castello Sforzesco.

Dopo il Duomo, il Castello Sforzesco è il più importante simbolo della città ed è il luogo ideale per immergervi nella storia medievale della città. Il castello testimonia infatti la dominazione spagnola, asburgica e napoleonica subita da Milano.
L’imponente fortezza fu costruita da Francesco Sforza (il primo duca di Milano) nel XV secolo, ma subì diverse modifiche nei decenni successivi. Comprende numerosi musei e gallerie, tra cui la Pinacoteca che ospita dipinti di artisti del calibro di Tintoretto e Tiziano.

Non ce ne vogliano i milanesi, coloro che conoscono davvero bene Milano ed i tanti turisti che sono spesso di passaggio.
Abbiamo raccontato una Milano turistica, una Milano che poco ha a che fare con chi quotidianamente ci vive. Nemmeno un rigo su Piazza Gae Aulenti ( ma l’abbiamo celebrata con una foto), sui nuovi grattacieli, sulla crescita della zona Garibaldi, le nuove architetture di Porta Nuova e tanto altro.

Ma Milano non può essere visitata in un giorno.
Milano merita attenzione e regala, a molti, fortuna. Se vi capita passateci del tempo senza pensare al lavoro.

Condividi su: