0
Condividi su:

Muoversi a Londra
Guida ai trasporti della capitale inglese

Londra | Cosa vedere a Londra, la guida completa

Icona articolo

Tra le città europee più grandi e trafficate, Londra ha una delle reti di trasporto pubbliche più efficienti in assoluto.
Attraverso il sistema di trasporto sarà infatti possibile raggiungere qualunque punto della capitale inglese, anche il più periferico.

Il mezzo di trasporto più utilizzato è naturalmente la metropolitana, “The Tube” come familiarmente conosciuta dai londinesi. A ruota segue il mitico bus a due piani, di colore rosso, che rappresentano uno dei mezzi di spostamento preferiti dai turisti, muovendosi in superficie.

La fortuna di molti turisti è che, nonostante le grandi dimensioni della città, molte delle attrazioni sono a breve distanza fra di loro per cui sarà semplice, una volta individuata la zona, passeggiare e raggiungere le mete turistiche, una dopo l’altra.
Sconsigliato invece guidare. Oltre alla difficoltà di trovarsi con il volante dalla parte opposta, Londra è una città estremamente trafficata e con grossi problemi di parcheggio, oltre che estremamente costosi.

I biglietti dei trasporti pubblici di Londra

Londra non è una città semplice da capire e anche i mezzi pubblici inizialmente potranno sembrarvi un pò contorti.
Sono tante le tariffe, i biglietti e anche i pass ma da turisti il tutto viene estremamente facilitato

Come prima cosa decidete quale tipologia di biglietto vi serve: se dovete affrontare giusto qualche viaggio saltuariamente o rimanete a Londra per un weekend, i biglietti singoli potranno andare benissimo.

Se invece avete intenzione di rimanere più giorni e volete visitare tutto il possibile puntate da subito ad acquistare una delle tariffe combinate che vi consentono più viaggi.

Considerate inoltre che la metropolitana ha un costo variabile in base anche all’orario, oltre che alla zona che intendete raggiungere. Nell’ora di punta, la Rush Hour, costa di più.
Se vi muoverete solo per visitare le attrazioni turistiche, probabilmente non uscirete mai dalla zona 1 e 2, quella che comprende praticamente quasi tutte le attrazioni.

Ecco le due proposte da scegliere per muoversi in maniera più semplice ed economica.

  • OYSTER CARD: due le versioni di questa tessera prepagata, la Standard e quella per i Visitatori. La prima è per chiunque, ideale se pensate di tornare presto in città, mentre la seconda è studiata proprio per i turisti. Acquistabile anche online, vi permette di usufruire di sconti su alcune strutture (musei e altre attrazioni) e vi consente di girare ovunque spendendo al massimo £7,00.
    In ⇒ questo link tutte le informazioni sulla Oyster Card
  • TRAVEL CARD: La differenza sostanziale è che si tratta di un pass che offre viaggi illimitati su tutta la rete di trasporti. La potrete richiedere sia in formato cartaceo oppure caricarla anche sulla vostra Oyster Card. E’ disponibile in tagli da un giorno, una settimana oppure un mese.
    E’ meno conveniente rispetto alla Oyster visto che la tariffa giornaliera costa £12,30 ma se invece prevedete un soggiorno di almeno una settimana vi converrà acquistarla, considerando che invece spenderete £35,10
    .
    In ⇒ questo link ulteriori informazioni sulla Travel Card

Prezzi aggiornati a Giugno 2020. Si consiglia di verificare le tariffe aggiornate nei links forniti.

La metropolitana

Come muoversi a Londra, la metropolitana
Fermata della metropolitana di Covent Garden

Il principale mezzo di trasporto per muoversi a Londra è la metropolitana.
Destreggiarsi non è semplicissimo ma basterà un poco di abitudine e riuscirete a muovervi tranquillamente lungo le 11 linee.
Alcune linee rimangono attive 24 ore al giorno, le altre terminano generalmente all’1 di notte.

Oltre che un veloce mezzo di spostamento, salire in metropolitana è come ammirare un pezzo di storia londinese. E’ infatti la metropolitana più antica del mondo e alcune stazioni sono davvero dei capolavori da ammirare.
Suddivise per zone, i costi dei biglietti variano in base al punto di partenza e di arrivo.
Le metropolitane aperte 24 ore su 24 sono la Victoria Line, la Piccadilly e la Central Line.

Da ⇒ questo link potrete pianificare tutti gli spostamenti, non solo in metropolitana.

Scopri la guida quartiere per quartiere su dove dormire a Londra

Gli autobus

Muoversi a Londra, il busSubito dopo la rete metropolitana, i londinesi scelgono il bus per spostarsi, anche se di gran lunga molto meno rispetto a The Tube.
La motivazione è semplice, essendo un mezzo di superficie è più lento e maggiormente legato all’orario di spostamento. Al contrario per un turista può essere un simpatico modo per scoprire meglio la città, avendo anche il tempo di ammirare zone magari non in programma da visitare.

Se volete spostarvi in bus fate attenzione perché non è possibile acquistare il biglietto a bordo. Dovrete quindi acquistarlo in anticipo in uno dei negozi oppure essere muniti di una delle card di viaggio sopra descritte.
Se viaggiate con la Oyster Card ogni viaggio vi costerà £1,50 (ma ricordate che avrete un massimo di £7 al giorno come spesa massima, per cui superata questa soglia i rimanenti eventuali viaggi non vi verranno addebitati).

Le linee cessano di solito intorno alla mezzanotte tranne per gli autobus notturni, identificabili con la lettera N davanti al numero. Le linee in questione non seguono necessariamente il corrispettivo percorso diurno, ma generalmente varia di poco.

Gli altri mezzi di trasporto

Oltre ai due principali mezzi di trasporto per muoversi a Londra, ne esistono altri che probabilmente utilizzerete forse solo in parte ma che è importante conoscere.

  • Il treno: Utilizzabile anche pagandolo con la Travel o la Oyster Card, il treno difficilmente verrà utilizzato dai turisti in quanto uniscono le zone di periferia con il centro.
    Tuttavia potreste volerlo utilizzare per recarvi a una partita di tennis a Wimbledon o anche per raggiungere gli altri aeroporti della città. In quest’ultimo caso troverete dei treni speciali chiamati Express;
  • Il tram: Anche in questo caso da turisti difficilmente avrete modo di salirvici. Probabilmente molto poco conosciuto come mezzo di trasporto per muoversi a Londra, è presente solo nella parte più meridionale della città e confinato a solo questo territorio;
  • La DLR: Questo probabilmente potreste decidere di utilizzarlo. E’ un treno, il Docklands Light Railway, che unisce le zone a est della città e che si connette a varie stazioni della metropolitana. Sono treni veloci che attraversano alcune delle zone più suggestive della città.
  • Il taxi: Inutile anticipare che sono i mezzi di trasporto per muoversi a Londra più costosi in assoluto. Sono però delle vere e proprie icone e pertanto almeno una volta dovreste salirvi. I black cab possono essere fermati per strada o salendo negli appositi parcheggi e sono liberi quando il segnale giallo luminoso è acceso.
    Vi potranno portare praticamente ovunque e appena saliti avrete un costo di £2,40 e vari supplementi durante i giorni festivi, se partite o andate in aeroporto o ancora se li chiamate di notte.
  • Il traghetto: Anche il traghetto è da considerare un mezzo di trasporto per muoversi a Londra. Vi permetterà infatti di superare il Tamigi e di osservare la capitale inglese da una prospettiva diversa. Piuttosto cari, le tariffe variano in base alla percorrenza, potrebbero rappresentare anche una ottima soluzione turistica per ammirare buona parte delle attrazioni londinesi da uno dei punti privilegiati di osservazione.

 

Condividi su:

Like it? Share with your friends!

0