1
Condividi su:

Cosa vedere a Cingoli | Il borgo medievale delle Marche

Scopri tutti gli articoli delle Marche

icona-articoloAmbientazione medievale e fascino senza tempo, Cingoli, il balcone delle Marche, rientra sicuramente nel podio dei più scenografici borghi marchigiani. Ubicato nell’immediato entroterra, Cingoli si sviluppa lungo le pendici di un colle, che rende l’intero suo centro abitato un unico saliscendi. All’aldilà della collina è possibile scorgere invece le rive del Lago di Castreccioni-Cingoli, oasi paradisiaca per gli amanti dell’escursionismo.

Popolato da suppergiù diecimila abitanti, Cingoli unisce armoniosamente la storia e l’epoca contemporanea. Il centro storico pullula di casette medievali, vicoli stretti e atmosfere d’altri tempi. Man mano che invece si esce dal piccolo nucleo antico è possibile trovare la Cingoli moderna, dove risiedono la gran parte degli abitanti.

Cenni storici: Cingoli, opera di magia

Mappa di Cingoli

Nel medioevo gli eruditi del tempo erano soliti descriverli con un termine unico: magia.
E allo stesso modo anche la fondazione di Cingoli era descritta come un’opera di magia. La leggenda narra che fu la maga Circe, abbagliata dalla bellezza del luogo, a realizzare il primo nucleo abitato di quello che in seguito divenne un paesino ricco di meraviglie.

Qualunque sia storia del borgo di Cingoli, quello che con certezza possiamo appurare è che è stata scelta una delle posizioni più pittoresche del Mediterraneo, quella degli Appennini sulla sponda adriatica.
Il passato del borgo è patrimonio degli abitanti che ancora oggi si tramandano tradizioni e folclore, mantenendo in vita una atmosfera unica, miscelata sapientemente tra passato, presente e futuro.

OneMag-logo
Link-uscita icona Castelfidardo, Marche | Cosa vedere a Castelfidardo

Cosa vedere a Cingoli

Cosa vedere a Cingoli
Cingoli: cosa vedere nel borgo marchigiano

Iniziamo a scoprire uno dei più bei borghi delle Marche, Cingoli, dal suo centro storico.
Sede di alcune tra le principali cose da vedere a Cingoli, il fulcro cittadino è caratterizzato da numerose abitazione dipinte con colori caldi e vivaci, il liet motiv che ci accompagnerà durante tutta la passeggiata.

Centro storico

Completamente chiuso al traffico veicolare, il centro storico di Cingoli è caratterizzato da un insolito silenzio, interrotto unicamente da qualche brusio degli abitanti e dai tanti uccelli che lo sorvolano. Qui troviamo la Piazza Vittorio Emanuele con due edifici che rientrano tra il patrimonio delle cose da vedere a Cingoli, il Municipio e la Cattedrale.

Vie di Cingoli

Passeggiando tra le suggestive vie del borgo che si riesce a percepire la caratteristica atmosfera medievale. Annoverato tra i borghi più belli d’Italia, Cingoli offre numerose attrazioni facilmente visitabili in poche ore. Da non perdere è la passeggiata nel Belvederede Corso Garibaldi, una delle arterie stradali principali di Cingoli, dove troviamo la monumentale fontana del Maltempo e la casa di Papa Pio VIII, il Palazzo Castiglioni.

Edifici di culto

Uno degli edifici più iconici di Cingoli è la sua cattedrale, che vedremo più nel dettaglio a breve. Per avere un panorama completo sull’offerta ecclesiastica segnatevi di visitare la collegiata di Sant’Esuperanzio, caratterizzata da una struttura che mescola gli stili romanico e gotico, le cui origini risalgono al 1139. Nella bolla di papa Innocenzo II viene confermata la proprietà al monastero di Fonte Avellana e al suo interno è conservato proprio il primo sigillo dell’abbazia. Altrettanto ammirevoli sono la Chiesa di San Domenico, di fattura trecentesca, e l’elegante Chiesa di San Filippo Neri, costruita nel XIII secolo.

Altre attrazioni

In pochi minuti di passeggiata è possibile giungere dinnanzi alla duecentesca facciata del Palazzo Comunale, egregiamente ristrutturato nel 1482 su progetto del Mastro Antonio da Milano, lo stesso che aggiunse un quadrante di pietra bianca all’orologio della torre.

L’offerta turistica del centro cittadino viene completata, infine, dall’interessante Museo Archeologico Statale. Il Museo Archeologico di Cingoli si caratterizza per la sua collezione interamente dedicata ai reperti storici rinvenuti nel territorio comunale. È senz’altro il modo migliore per conoscere il ricco passato del borgo e dei dintorni.

La Cattedrale di Santa Maria Assunta di Cingoli

La Cattedrale di Cingoli

Con tutta probabilità la più importante attrazione del borgo di Cingoli è la Cattedrale di Santa Maria Assunta, il principale edificio di culto della località. La cattedrale, progettata nel 1615 per sostituire la preesistente chiesetta di San Salvatore, divenuta insufficiente per l’esigenze del borgo, in netta crescita demografica.

Iniziata nel 1619 dopo 35 anni, nel 1654, è stata completata anche ottenendo la dignità di Cattedrale solo nel 1725.
Particolare la sua facciata incompleta: a causa della mancanza di fondi infatti non venne mai definitivamente completata.
Attenzione: il sisma del 2016 ha reso la chiesa inagibile al pubblico.

OneMag - Logo Micro
Link-uscita icona Cosa vedere a Gradara, piccolo borgo delle Marche

La via Maggiore di Cingoli

La via Maggiore di Cingoli

Una delle strade principali del borgo maceratese è la via Maggiore, da inserire tra le cose da vedere a Cingoli.
Il percorso è circondato da alcuni dei palazzi nobiliari più grandi e belli di tutto il borgo.
In passato la via era conosciuta come via Farnesina et Pontificati, nome attribuitole per via della presenza di papa Paolo III a Cingoli, quando era ancora cardinale.

A metà percorso si potrà osservare la pittoresca fontana di Maltempo, già citata poc’anzi.
I documenti più antichi che ne testimoniano l’esistenza risalgono al 1513, fu successivamente restaurata nel 1568 dalla bottega dei Lombardi della città, allievi del Sansovino, un architetto e scultore italiano.
Il suo nome richiama un fenomeno naturale. Durante le giornate di pioggia abbondante, infatti, la fontana inizia a scolare molta più acqua rispetto alle altre presenti in città.
Osservandola noterete un cervo che riposa ai piedi di un albero di tasso, una variazione artistica dello stemma del comune di Cingoli.

Dopo la fontana osserveremo il palazzo Castiglioni, altra attrazione da vedere a Cingoli. Caratterizzato da una maestosa facciata in travertino, questo fu il luogo di nascita di Francesco Saverio Castiglioni, meglio conosciuto come Papa Pio VIII.

Procedendo fuori delle mura si troverà la collegiata di Sant’Esuperanzio, il monumento più sfarzoso di Cingoli. La facciata di pietra grigia è decorata di un rosone e di un meraviglioso portale romanico scolpito nel 1295.


Ristorante_icona

Dove mangiare

Il boccale d’oro – Via Cervidone 1, Cingoli
– Ristorante I Ponti – S. Maria Candelora | Moscosi Sul Lago
– Il brillo parlante – 11a Via Roma

Icona hotel

Dove dormire

Postiglione Country House Loc. Lioni n. 20
Agriturismo Colle sul Lago – Via Castreccioni, 15, 62011, Cingoli, Italia
Casale Fabrizi Hotel – Villa Pozzo, 39, 62011, Cingoli, Italia
Ultimo aggiornamento: 21 Novembre 2020

 

Condividi su:

Like it? Share with your friends!

1