Cina, breve guida turistica del Paese

Cina, breve guida turistica del Paese per scoprire luoghi meravigliosi, stili di vita alternativi e tutte le informazioni per raggiungere e soggiornare in Cina.

Conosciamo la Cina

La Repubblica Popolare Cinese è uno stato del continente asiatico. Dopo la  Russia ed il  Canada, è il primo Paese al mondo per popolazione ed il terzo per estensione territoriale con quasi 10 milioni di chilometri quadrati di territorio. 

Pechino è la capitale e la lingua parlata è il cinese mandarino. La Cina confina con 14 stati: Russia e Mongolia a nord; Corea del nord ad est;   Vietnam, Birmania, Laos, Bhutan e  Nepal a sud; India, Pakistan, Tagikistan, Kazakistan, Afghanistan e Kirghizistan ad ovest. Il versante orientale si affaccia sul Mar Giallo e sul Mare Cinese.

Informazioni sulla Cina

Cina, guida turistica di viaggio

Il Paese può essere diviso in una parte orientale che è la Cina vera e propria, ed in una occidentale che più esterna, meno abitata e più montuosa. Inoltre la Cina rivendica sovranità su Taiwan e sul Tibet con accettazione da parte della comunità internazionale.

I cinesi sono solitamente molto chiusi nei confronti degli estranei e non fanno nulla per superare gli ostacoli linguistici e culturali. Questo atteggiamento si riduce nelle località ad impronta marcatamente turistica e nei campus universitari.

La Cina è famosa per le tradizioni culturali, ma alcune di esse sono state eliminate dalla rivoluzione culturale. Quelle sopravvissute rimangono molto vive, come il Feng Shui, arte divinatoria, finalizzata a propiziare il successo professionale e sentimentale con la disposizione di edifici e mobili e il bilanciamento degli elementi.

Nello stato cinese si può soggiornare senza visto per 72 ore. Per periodi più lunghi è necessario il visto d’ingresso da richiedere presso un’ambasciata o un consolato generale. La richiesta del visto turistico deve essere accompagnata dalle prove di aver prenotato un albergo e un volo andata/ritorno.

Come arrivarci

Le compagnie aeree che volano in Cina dall’Italia ci sono l’Air China, la China Eastern Airlines e la Cathay Pacific. Ed una volta sul territorio nelle grandi città è possibile lasciare il passaporto in albergo portando con sé una fotocopia del documento e del visto.

Patenti internazionali e straniere in Cina non sono accettate e bisogna prenderne una locale, sconsigliata per i turisti. Meglio muoversi con taxi e mezzi pubblici che funzionano bene e sono abbastanza economici. Anche i treni rappresentano un buon sistema di collegamento ad alta velocità.

Il turismo in Cina

Cina, guida turistica di viaggio

Il 19 gennaio 2018, la Cina e l’Italia hanno firmato il Memorandum d’intesa per il Rafforzamento della Cooperazione Strategica nel Turismo. Il documento ha l’intento di favorire la collaborazione tra le parti per rinforzare il turismo reciproco grazie anche alla promozione di particolari itinerari.

Tra le destinazioni imperdibili in Cina ci sono: la Grande Muraglia, opera di architettura militare realizzata sul crinale delle montagne. La struttura di questa imponente costruzione è in parte originale ed in parte ristrutturata ed offre una veduta spettacolare. 

Le Tombe dei Ming sono i sepolcri degli imperatori di questa famosa dinastia che governò il Paese dal 1368 al 1644. Le Risaie di Longji sono dei terrazzamenti molto suggestivi e rappresentano il luogo più famoso nella regione montuosa famosa per la coltivazione del riso.

Le città più romantiche della CinaCina, le quattro località più romantiche da non perdere
Un viaggio in Cina per ammirare le località più romantiche. Queste sono le quattro località assolutamente romantiche della Cina.

Valuta e situazione sanitaria

La valuta nazionale è il Renminbi cinese, i pagamenti con carta di credito spesso non sono accettati. Il rischio di truffe e crimini minori è alto ed è necessario prestare molta attenzione a borseggi, truffe e piccole rapine. Si raccomanda di non prendere taxi abusivi e rifiutare l’offerta di bagarini che offrono taxi senza dover fare file.

Gli ospedali hanno condizioni igieniche carenti ed inferiori rispetto a quelle occidentali. Molte patologie non gravi sono curate con la medicina tradizionale cinese. Nelle grandi città esistono cliniche private con standard igienici e operativi occidentali ma con prezzi molto alti. È utile, quindi, dotarsi di assicurazione sanitaria con un massimale alto, con il rimpatrio d’emergenza. In ogni caso è preferibile fare riferimento alle strutture private. 

La gastronomia cinese

In Cina ogni occasione è buona per mangiare, ma il cibo locale non ha nulla a che vedere con quello al quale siamo abituati in oriente. Ricordare che i cinesi mangiano ogni parte degli animali, molte verdure ed uova in abbondanza.

E per integrarsi al meglio, ricordare che in Cina le mance non sono necessarie e nemmeno consigliate; quando si riceve un biglietto da visita bisogna prenderlo con entrambe le mani facendo un piccolo inchino; se si è invitati è buona norma portare un regalo per il padrone di casa.

Scopri di più:

Quartiere Vecchio di Hainoi, la capitale del Vietnam
Scopriamo il centro di Tokio

 

Condividi su: