Condividi su:

Ciclabile del Piave | Sentiero di 220 km da Belluno a Jesolo, in Veneto

Leggi tutti gli articoli del Veneto

Icona articolo onemagSembra un vero sogno che diventa realtà: un viaggio di 220 km che costeggia il fiume Piave, in Veneto, che unisce i paesaggi delle Dolomiti alla costa Adriatica. La Ciclabile del Piave è uno dei progetti nel suo genere più ambiziosi degli ultimi anni, che sotto al guida dei Consorzi BIM, Bacino Imbrifero Montano, del Piave di Venezie, Treviso e Belluno, un grande team sta collaborando per rendere realtà questo lungo percorso.

La Ciclabile del Piave è un must per tutti gli appassionati cicloturisti, un itinerario tra i più completi esistenti che attraversa alcuni degli scenari più caratteristici del Veneto. Un gioiello inserito tra i Cammini o Vie/Ciclovie d’Italia, che si percorre lungo alcune delle bellezze più distintive della regione, da quelle naturalistiche a quelle storiche e artistiche, attraversando tre province dalla storia e cultura millenaria, quelle di Belluno, Treviso e Venezia.

OneMag-logo
Link-uscita icona Torri del Vajolet | Il paradiso naturalistico delle Dolomiti

Informazioni utili

La Ciclabile del Piave, come intuibile dal suo nome, ripercorre il corso del fiume Piave, uno dei corsi d’acqua che più tra tutti ha contribuito allo sviluppo della Serenissima tra il XIV e il XV secolo. La Ciclabile, o Ciclovia del Piave, nasce alle sorgenti nel bellunese, snodandosi fino a baciare il Mar Adriatico, nei pressi di Jesolo, attraversando alcune delle più iconiche località tra Belluno, Treviso e Venezia.

Il sentiero, almeno in certi tratti dei 220 km del progetto finale, sarà anche percorribile a piedi, dando così vita a un’immensità di opportunità sportive qua disponibili. A tutti gli effetti, quello lungo la Ciclabile del Piave è un viaggio nella storia, in cui città, monumenti, luoghi naturalistici celano il passato della Venezia che stabilì insediamenti e comuni lungo l’intero corso del fiume. Ovviamente, la biodiversità naturalistica è un altro dei punti di rilievo nel territorio, soprattutto quella alpina, offrendo la rara opportunità di entrare in contatto con un gran numero di piante e animali.

L’idea è di rendere la Ciclabile del Piave è un percorso da vivere anche a tappe o a tematiche, incentrandosi su luoghi e siti di un certo interesse. Basti solo pensare ai Musei, ai Castelli Torri e Abbazie, le Chiese Affrescate, i Grandi Capolavori del Piave, gli Opifici Storici, le Ville, i paesaggi del Piave e della Grande Guerra. Si Quello della Ciclovia del Piave è molto più di un semplice itinerario, è un percorso attraverso la storia e l’arte, in cui si può approfondire la presenza dell’uomo nel territorio e l’eredità lasciata dagli antichi regni. Che si percorra a piedi o in bicicletta, la Ciclabile del Piave dev’essere vissuta con grande entusiasmo e voglia di scoprire il passato del Veneto e dell’Italia intera.

Immagine in evidenza: Massimo Battesini / Flickr


 

Condividi su: