Chobe National Park, Botswana

Chobe National Park, Botswana | Cosa fare nel Chobe, il parco nazionale del Botswana


Condividi su:

Il Parco Nazionale del Chobe, Botswana

Tutti gli articoli del Botswana
Mappa del Chobe National Park
Mappa del Chobe National Park

Icona articolo onemagIl Chobe National Park è una delle attrazioni naturalistiche più importanti del Botswana, noto per le tante specie di animali qua presenti ma in particolar modo per la sua più importante popolazione di elefanti nel mondo. Pur non avendo stime accurate, si presume che siano oltre 120.000 gli esemplari che qua vivono protetti e salvaguardati. Il Chobe è facilmente visitabile dopo le Victoria Falls, distante un centinaio di km e spesso oggetto di una escursione di una giornata.

Il Parco Nazionale del Chobe, le cui dimensioni sono paragonabili a quelle dell’Irlanda del Nord, si trova nella parte più settentrionale del Botswana, non distanti dai confini con la Namibia, Zambia e lo Zimbabwe. I quattro paesi si incontrano nella città di Kazungula, il punto di incontro tra il fiume Chobi e lo Zambesi. Oltretutto, durante i safari in questo vastissimo territorio riccamente biodiverso, si possono ammirare facilmente i Big Five: leoni, leopardi, rinoceronti, elefanti e bufali, presenti in numerosi esemplari. Tuttavia, si contano numerosi anche gnu, zebre, giraffe, coccodrilli, ippopotami e la rara antilope puku.

Il Chobe fu reso ufficialmente parco nazionale nel 1967, ricoprendo una superficie di più di 10 mila chilometri quadrati del nord-ovest del Botswana, servito dalla maggiore città di Kasane. È la terza area per ordine di grandezza del paese, dopo solo Riserva faunistica del Kalahari centrale e il Parco transfrontaliero Kgalagadi, ma il più rinomato e gettonato dai turisti in Botswana, nonché tra i primi di tutto il continente. La sua notorietà è dovuta all’abbondanza di specie uniche di flora e fauna, che costituiscono un’ecosistema variegato e ricchissimo.

Quando visitare il Chobe National Park

Il momento migliore per visitare il Parco Nazionale Chobe del Botswana è durante la stagione secca, da maggio fino alla fine di ottobre. In assoluto sono i mesi tra fine agosto e inizio ottobre quelli da preferire, il culmine della stagione secca, quando la maggioranza degli animali si dirigono verso il fiume Chobe a cercare refrigerio, ottimo anche per riuscire a scorgere gli elefanti africani che emergono a centinaia. Contemporaneamente è anche il periodo in cui si avvistano i più temibili predatori degli elefanti, i leoni.

Durante queste settimane avremo le migliori possibilità per poter ammirare il numero maggiore possibile di specie animali. Contemporaneamente però saremo anche nelle giornate più calde in assoluto, con temperature diurne che possono anche superare i 35°C.

Per visitare il Parco Nazionale Chobe è una perfetta idea di viaggio da vivere con un’escursione di una o due giornate, impreziosito dalla vicinanza con le maestose Victoria Falls. I due grandi siti naturali distano tra loro circa un centinaio di chilometri: partendo alle primi luci del mattino si potrà giungere al Parco Nazionale Chobe entro le 09:00 del mattino. Grazie ai tempi rapidi per raggiungere il parco e ai vari servizi di alto livello, l’esperienza al Chobe National Park sarà senza dubbio indimenticabile.

OneMag-logo
Link-uscita icona Botswana, dove la natura diventa un’opera d’arte

Safari nel Parco Nazionale Chobe

Safari nel Parco Nazionale Chobe
Crociera e safari nel Parco Nazionale Chobe

Il fiume Chobe connette quattro paesi africani, tutti grandi tappe per scoprire la biodiversità del luogo e punto privilegiato per riuscire a scorgere tutti e quattro i territori.
Il parco nazionale è internazionalmente noto per l’alta concentrazione di animali, tra le più importanti al mondo.

Un tipico safari al suo interno ha una durata piuttosto breve, generalmente in poco meno di 4 ore le guide completano la visita. Il safari si svolge a bordo di jeep, abbandonate unicamente lungo le rive del fiume quando invece viene preferita una passeggiata in modo da non allertare gli animali della presenza umana. Dopo aver completato la mezza giornata mattutina di avvistamento si proseguirà con un pranzo presso uno dei vari lodge presenti all’interno del parco nazionale. Concluso il pranzo e dopo essersi rilassati si potrà proseguire con la seconda parte del safari nel Parco Nazionale Chobe.

Il pomeriggio viene infatti dedicato alla crociera sul fiume Chobe, un’intera barca a disposizione per guida, dandovi modo anche di poter chiedere qualsiasi informazione. Il Chobe è considerato uno dei migliori fiumi al mondo per l’avvistamento di specie acquatiche e la sua peculiarità di essere confine tra Botswana e Namibia vi costringerà a rimanere lungo il lato in cui la vostra crociera è iniziata. La crociera vi permetterà anche di ammirare le tante abitazioni realizzate sull’acqua, case lussuose e confortevoli destinate ai turisti che vogliono trascorrere più giorni all’interno del parco.

La crociera sarà sicuramente la parte più intrigante del vostro safari, un viaggio di un paio d’ore circa che vi porterà quasi a contatto diretto di ippopotami ed elefanti. Gli ippopotami, considerati tra i più aggressivi animali del pianeta, sono visibili a distanza di sicurezza mentre gli elefanti saranno visibili a distanza molto ravvicinata.

Se la vostra escursione è della durata di un singolo giorno, sarete accompagnati al cancello di uscita ma se avrete scelto invece di soggiornarvi, generalmente vi sarà fornita una jeep con autista che vi porterà al vostro lodge. Non perdetevi nel caso di un soggiorno di qualche giorno anche la possibilità di prenotare una di quelle abitazioni poste proprio a riva del fiume: sarà un’esperienza imperdibile e vivere un paio di giorni a stretto contatto con gli animali ma in assoluta sicurezza sarà il vostro ricordo indelebile del Parco Nazionale Chobe.


 

Condividi su: