Chiesa Blu, la Chiesa di Santa Elisabetta d’Ungheria


​Facciata della ​Chiesa Blu di Bratislava
Condividi su:

Chiesa Blu di Bratislava

Leggi tutti gli articoli della Slovacchia


Icona articolo onemag

Con tutta probabilità il più iconico degli edifici storici della capitale slovacca Bratislava, la Chiesa di Santa Elisabetta, meglio conosciuta come Chiesa Blu. L'edificio religioso è conosciuto soprattutto per l'ampia gamma di varietà di blu utilizzata per dipingerne facciata ed interni. L'edificio di culto, costruito a inizio Novecento, è dedicato a Elisabetta d'Ungheria, principessa cresciuta nel castello di Bratislava.

La Chiesa Blu si trova nel centro storico di Bratislava, a pochi passi dal Danubio e dalla stazione ferroviaria. Tra le altre principali attrazioni della zona ci sono il ⇒ Teatro Nazionale Slovacco e la Reduta, sede dell'orchestra filarmonica nazionale. Sull'ingresso principale si può notare un bellissimo mosaico circolare su cui è raffigurata la santa: protettrice dei fornai, vedove e giovani spose, il cui nome è legato al famoso miracolo delle rose. Scopriamo quindi tutto sulla Chiesa Blu di Bratislava.

 

Cenni storici

L’affascinante costruzione fu edificata all’inizio del XX secolo su progetto dell’architetto Edmund Lechner, pioniere dell’Art Nouveau ungherese, il quale impiegò per la sua realizzazione materiali assolutamente nuovi per l’epoca (cemento armato, pietra, maioliche) ed arricchì l’opera di singolari dettagli architettonici (mosaici di piastrelle, grondaie di rame), in un complesso mix di architettura organica ed eclettico decorativismo individuale ispirato a motivi orientali. Pur essendo recente, consacrata nel 1913, la  Chiesa Blu è molto amata sia dagli abitanti di Bratislava che dai turisti, dato che rappresenta un raro esempio di Art Nouveau nell’architettura sacra. Durante i fine settimana, la chiesetta diventa un'amatissima location per i matrimoni, complice il romantico aspetto fiabesco,

OneMag-logo
Link-uscita icona Slovacchia, a spasso tra i nobili castelli

La Chiesa Blu di Bratislava

Dettagli della ​Chiesa Blu di BratislavaLa Chiesa Blu di Bratislava è capace di stupire i propri visitatori per la cura dei dettagli e delle decorazioni. Ogni elemento che compone la chiesa presenta tonalità blu o tendenti all'azzurro, rendendo questa una chiesa davvero unica nel suo genere. Nella caratteristica facciata si possono ammirare gli stupendi mosaici - rigorosamente blu - che compongono sia la base che le mura esterne. L'imponente campanile cilindrico raggiunge l'impressionante quota di 36 metri da terra, ed è sormontato da una punta a forma di croce.

Il suo stile, noto anche come secessione ungherese, si ritrova anche nel vicino palazzo della scuola su via Grösslingova. Entrambi gli edifici furono progettati dall’architetto Ödön (anche Edmund) Lechner e costruiti all’inizio del XX secolo (la chiesa fu consacrata l’11 ottobre 1913). Sia la parte interna che quella esterna della chiesa sono dipinte nelle tonalità azzurre e decorate con delle maioliche blu. Persino il rivestimento del tetto è blu. La struttura presenta una torre di forma ovale alta 36.8 metri.

Una volta entrati, si nota immediatamente come la navata singola centrale e le decoratissime pareti siano anch'esse interamente dipinte con varie tonalità di blu. Ci si può accomodare su una delle caratteristiche panche di color blu, elemento ancor più anormale per una chiesa cristiana. Sempre dentro la chiesa è possibile ammirare un'affascinante dipinto che ritrae Santa Elisabetta che aiuta i mendicanti all'elemosina.

Degna di nota è anche la pala d'altare, capolavoro in perfetto stile art nouveau. Da tenere a mente che la Chiesa Blu di Bratislava non sempre è aperta: bisogna assicurarsi di controllare gli orari di apertura e, a cavallo con le festività, anche le giornate.


 

Condividi su: