Condividi su:

Cosa vedere a Charleroi,
la quarta città del Belgio

Tutti gli articoli del Belgio


Icona articolo onemagQuarta città del Belgio e la più popolosa della Vallonia, Charleroi è una città prevalentemente industriale la cui storia è legata alle miniere di carbone. Poco più di 220.000 abitanti, supera per residenti la più nota ⇒ Liegi, ma non certo per popolarità. Posta sul fiume Sambre, Charleroi è velocemente raggiungibile dalla capitale, da cui dista circa un'ora di treno. La città è anche conosciuta per essere sede del secondo aeroporto di ⇒ Bruxelles, l'omonimo Charleroi-Bruxelles, utilizzato perlopiù da compagnie low-cost. Questa probabilmente la ragione principale per cui la città della Vallonia non è mai riuscita a conquistarsi un posto da protagonista ma più città di transito.

La sua storia la ricorda con il nome di Charnoy ma fu nel XX secolo che conobbe una certa notorietà grazie alle sue miniere e ai numerosi stabilimenti siderurgici. Questo è anche il luogo di nascita di numerosi fumetti ma anche di monumenti storici, quasi tutti compresi all'interno del piccolo centro storico, facilmente visitabile a piedi.
Pronti a conoscere le cose da vedere a Charleroi, Belgio?

 

Cosa vedere a Charleroi

Chareroi, Saint-Christophe Church
Chareroi, Chiesa di Saint-Christophe

La città può essere idealmente diviso in due parti, la Ville Basse e la Ville Haute,

Merita iniziare a scoprire le cose da vedere a Charleroi dal Municipio, l'Hôtel de Ville, costruito nel 1936 e per lungo tempo sede del Museo delle Belle Arti. Caratterizzato da un campanile interamente in pietra e mattoni, il Municipio richiama attenzione ogni 15 minuti grazie al carillion posto in cima al campanile che echeggia con le sue 47 campane. Patrimonio UNESCO, il campanile del Belgio è tra i più recenti costruiti in Belgio.

Giusto di fronte al Municipio avrete modo di visitare la Basilica di San Cristoforo. Realizzata in origine in stile barocco, venne ampliata nel 1957 e quella che oggi possiamo ammirare è il suo restauro, avvenuto nel 1994. La riconoscerete facilmente per la sua imponente cupola in rame.

Sempre nei dintorni del Municipio, giusto alle sue spalle nella Place du Manège, troviamo il Palazzo delle Belle Arti. Costruito nel 1954, è una struttura interamente in cemento che oggi ospita il Museo delle Belle Arti, trasferito dalla sua più storica struttura del Municipio a causa di infiltrazioni d'acqua. Il → Museo delle Belle Arti è sostanzialmente un tributo ai pittori che in qualche modo hanno avuto  a che fare con la Vallonia. La struttura non ospita unicamente opere pittoriche ma anche altre correnti artistiche, come il disegno e l'incisione. Gli amanti dell'arte potranno ammirare opere di Pierre Paulus, Constantin Meunier, Félicien Rops, James Ensor e molti altri. L'ingresso al Museo delle Belle Arti di Charleroi è assolutamente gratuito.

 

Cosa vedere a Mons, Belgio

Cosa vedere a Mons, storica città della Vallonia nota per la sua splendida architettura gotica e tipica delle fiandre. La città, situata a breve distanza...

Altri musei da visitare a Charleroi

Cosa vedere a Charleroi, veduta seraleNumerosi i musei che possiamo visitare in città.

Tra i più interessanti merita una visita il → Museo della fotografia, ospitato in un convento, oggi in disuso e completamente restaurato. Sono presenti opere di vari periodi storici all'interno di mostre sia permanenti che temporanee.

A ricordo del passato industriale della città, merita una visita anche il → Museo dell'Industria, il centro che racconta come in passato la città fu protagonista a livello economico del paese. Dopo la seconda guerra mondiale, il declino delle attività minerarie mise in difficoltà la città, priva di una importante risorsa economica. All'interno del museo troviamo il percorso storico industriale di Charleroi, una esposizione caratterizzata non solo da prodotti industriali ma anche da pannelli informativi posti in ordine cronologico.

 

Montagne de Bueren a Liege

Cosa vedere sulla Montagne de Bueren, una delle principali attrazioni di Liegi da dove ammirare la città dall'alto. Tra le cose da vedere della Montagne...

Cosa vedere nei dintorni di Charleroi

Cosa vedere a Charteroi, Bois du Cazier
Charteroi, Bois du Cazier

Dopo aver visitato le principali cose da vedere a Charteroi, potremo visitare i suoi dintorni.

A pochi km a ovest troviamo il seicentesco seicentesco di Monceau-sur-Sambre. Caratterizzato da un magnifico giardino all'inglese, il castello purtroppo non è accessibile al suo interno ma rimane splendido da ammirare al suo esterno. Il giardino invece è aperto tutto l'anno al pubblico e da questa prospettiva si potrà ammirare una costruzione militare realizzata in arte mosana, quella tipica delle opere costruite nel medioevo in Belgio e nei Paesi Bassi.

A un paio di km in direzione sud da Charleroi troveremo invece il → Bois du Cazier, il parco oggi allestitito su quello che era una antica miniera a carbone. Qua è avvenuto il tragico incendio che nel 1956 uccise ben 262 minatori di cui 136 italiani.  L' Espace 8 août 1956 , il Museo dell'Industria e il Museo del Vetro commemorano proprio questo avvenimento.

Infine il → Centre Général Gérard LIGNY è posto a circa 20 km in direzione est da Charteroi. Qua troviamo una ex casa colonica, risalente al XVII secolo, costruita in mattoni e pietra. Dopo essere stata abbandonata è stata acquista dall'ufficio turistico di Ligny nel 1976 e oggi ospita il Museo Napoleone. Al suo interno numerosi tributi al generale J. Le Capitaine che qui a Ligny perse la vita nel 1815.  Numerosi gli altri reperti che ricordano il prologo di quella che poi sarebbe diventata la celebre battaglia di Waterloo: tra questi armi, palle di cannone ma anche oggetti di più comune utilizzo.  Una sala è dedicata all'imperatore e alla sua famiglia al piano terra, una seconda è più particolarmente dedicata alle battaglie di Ligny e Waterloo.

 

Continua a scoprire il Belgio:


 

Advertisement
Condividi su: