1
Condividi su:

Cattedrale di San Paolo, Londra

Guida alla Saint Paul’s Cathedral di Londra

Londra | Cosa vedere a Londra, la guida completa

icona-articoloLa Cattedrale di San Paolo di Londra, Saint Paul’s Cathedral in inglese, è il più importante edificio religioso della capitale inglese. La St. Paul’s Cathedral è ubicata nella City, il quartiere più antico e allo stesso tempo più moderno di Londra. La Cattedrale di San Paolo è la chiesa madre della diocesi anglicana di Londra ed è il più grande edificio, in dimensioni, del paese.

Il progetto della cattedrale di Londra è firmato dall’architetto Christopher Wren (East Knoyle, 20 ottobre 1632 – Londra, 25 febbraio 1723), uno dei personaggi di rilievo nella ricostruzione della città dopo il Grande Incendio (1666). Il Grande Incendio del 1666 durò 4 interi giorni e distrusse quasi l’intera città, con più di 13 mila abitazioni rase al suolo e 80 mila sfollati.

La Saint Paul’s Cathedral sorge sul medesimo sito di diverse preesistenti cattedrali. Esisteva, infatti, una chiesa già in epoca pre-normanna, eretta in epoca nei primi anni del VII secolo.

L’edificio si presenta in stile barocco inglese, con influenze e dettagli legati al classicismo e al rinascimentale. L’attuale Cattedrale di San Paolo rappresentò un punto di svolta per l’architettura nel Regno Unito. Si tratta, infatti, di uno dei primi esempi nel suo genere in Inghilterra. La cattedrale contribuì a delineare lo stile architettonico dell’intera città dopo il Grande Incendio del 1666.

La Cattedrale di San Paolo è uno degli edifici religiosi in cui avvengono le cerimonie reali. Tra i tanti eventi ricordiamo il matrimonio tra il principe Carlo e la principessa Diana, avvenuto il mercoledì 29 luglio 1981. Molto importanti sono stati anche il funerale di Arthur Wellesley, primo duca di Wellington, e quello di Margaret Thatcher, avvenuto l’8 aprile del 2013.
Scopriamo la Cattedrale di San Paolo Londra.

Conosci Londra: scopri la City e tutti i principali quartieri della città

Cenni Storici della Cattedrale di San Paolo

– Precedenti chiese

Nel primo agglomerato urbano di Londra, fondato dai romani e noto come Londinium, sorgeva una prima chiesa di epoca pre-normanna. La chiesetta, di discrete dimensioni, era costruita in legno e, a in base alle notizie a disposizione oggi, era anche il primo edificio di culto cristiano a Londra.

Della prima chiesa non si hanno molte notizie. Nel 616 il Regno Unito tornò di fede pagana e dell’edificio religioso non se ne conosce la sorte. Una seconda struttura venne eretta nel VII secolo e adibita come sede vescovile, distrutta alla fine del X secolo (962) a causa di un incendio.

Nello stesso anno sorse un terzo edificio, subendo la stessa sorte: incendiata nel 1087. L’evento è riportato dalle Cronache anglosassoni, una collezione di annali, scritta in inglese antico, che racconta la storia degli Anglosassoni.

La penultima chiesa, oggi nota come vecchia San Paolo, fu eretta durante il dominio normanno, nel XI secolo. I lavori proseguirono per ben due secoli, questo a causa anche di un ennesimo incendio del 1136.

Della old St. Paul’s sappiamo che venne consacrata nel 1240, venendo però effettivamente utilizzata per scopri religiosi solo dal 1256
I lavori terminarono definitivamente nel 1314 e, grazie a degli scavi eseguiti nel 1878 sappiamo che era lunga 178 metri e larga 30.
La vecchia San Paolo venne del tutto distrutta nel Grande Incendio del 1666.

– L’attuale cattedrale

La Cattedrale di San Paolo è spesso utilizzata come esempio durante gli studi universitari di architettura. Nelle università di tutto il mondo, l’edificio viene soprannominato Cattedrale di Wren, cosi da identificare l’attuale chiesa progettata da Christopher Wren.

I lavori dell’attuale Cattedrale di San Paolo Londra cominciarono nel 1668. Vennero proposti vari disegni per l’edificio.
Il primo seguiva la medesima pianta della old St. Paul’s, che venne però rifiutato. Cosi venne elaborata una struttura a croce greca, ma la sorte fu la medesima.

A quel punto Wren realizzò un modello in plastica in scala 1:24, chiamato Great Model, tutt’oggi conservato dentro le cripte della Cattedrale.
Il Great Model fu il modello adottato per la Cattedrale di San Paolo.

La prima pietra venne posata nel 1677, dopo due anni di scavi preliminari. La Cattedrale di Londra venne completata nel 1708, precisamente il 25 febbraio, data del 76° compleanno di Christopher Wren. 

Durante la Seconda Guerra Mondiale, l’edificio fu vittima dei bombardamenti nazisti. A scontri conclusi, l’edificio si presentava incredibilmente in buone condizioni.
Fatta eccezione per qualche usura nella facciata e di un grande buco nel pavimento, la Cattedrale superò quasi intatta la Guerra.

Nel 1996 iniziarono i lavori di restauro, completato poi nel 2011. Grazie a quest’opera di restauro la Cattedrale di San Paolo si presenta oggi in eccezionali condizioni

Muoversi a Londra: questa la guida pratica per utilizzare i trasporti pubblici

Descrizione della Saint Paul’s Cathedral

– Cupola

Saint Paul's Cathedral, Londra
Il tratto più distintivo della cattedrale è la cupola. La cupola della St. Paul’s Cathedral raggiunge i 110 metri di altezza e domina l’intero panorama della City di Londra.
Per diversi secoli, grazie alla cupola, la Cattedrale fu il più alto edificio della città.

La cupola della Cattedrale di San Paolo segue il modello della Basilica di San Pietro, sebbene certi dettagli siano invece ispirati alla Chiesa del Val-de-Grâce di Parigi.
La struttura è il prodotto di tre cupole sovrapposte tra loro.

Alla base è presente la falsa cupola, che ha l’esclusivo compito di reggere la struttura.
La seconda cupola è invece ideata per decorare l’interno
La cupola alta è stata progettata a scopo puramente estetico, per rendere la Cattedrale di San Paolo ancor più maestosa.

È poi presente una lanterna, che corona l’intera cupola.
Questa altra struttura serve per aumentare le dimensioni della cupola e si presenta di pianta quadrata, caratteristica inusuale in quanto all’epoca erano più comuni le piante circolari.

– Facciata

Cattedrale di San Paolo Londra, la facciataLa facciata della St. Paul’s Cathedral è a dir poco maestosa.
La facciata segue il modello della pianta interna, con la navata centrale più alta e quelle laterali più basse.
La struttura della facciata infatti presenta dei collegamenti che uniscono le parti laterali con quelle centrali.

Questi collegamenti sono osservabili nel portico, sviluppato su due piani e sorretto da una serie di coppie di colonnati. Il portico inferiore si estende per tutta la facciata, mentre quello superiore si delimita alle due eleganti torri campanarie laterali. Le torri sono poste esattamente dinnanzi alle due cappelle laterali poste all’interno della Cattedrale di San Paolo.

– Campanili

I campanili sono una delle caratteristiche più evidenti della struttura. La torre orientale presenta un orologio meccanico largo quasi 6 metri, posto nel 1893, che segue la medesima tecnologia di quello impiegato nel Big Ben.

La torre occidentale contiene al suo interno quattro campane, di cui la maggiore, la Great Paul, ha un peso di quasi 17 tonnellate.
Fino al 2012 questa era la più grande campana del Regno Unito, fin quando il record venne battuto dalla Olympic Bell, realizzata in occasione delle Olimpiadi del 2012.

– Interno

Saint Paul's Cathedral, Londra
La Cattedrale di San Paolo di Londra presenta un’ambiente diviso in tre navate e l’ingresso è delimitato dalle cappelle di St. Dunstan e dei Santi Michele e Giorgio

La navata centrale è di dimensioni maggiori, sia in larghezza che in altezza, rispetto a quelle laterali. Ogni navata è divisa con una serie di arcate e colonne corinzie, mentre quelle minori dispongono di aperture laterali a lunette.

Pregevole è la vista dell’interno sulla cupola, collocata sopra l’altare e che domina sia sulla navata centrale che su quelle due laterali.
La cupola è supportata da otto pilastri, originariamente progettati per essere aggiunte alla fine delle navate.

Ultimo aggiornamento: 20.07.202


 

Condividi su:

Like it? Share with your friends!

1