Cattedrale del Santissimo Sacramento

La principale attrazione ecclesiastica del capoluogo della California è la Cattedrale del Santissimo Sacramento, realizzata su ispirazione della chiesa della Sainte-Trinité di Parigi. Le somiglianze architettoniche, infatti, sono diverse tra cui le medesime linee delicate e una grande torre centrale, il tutto realizzato dall'archietto Bryan J. Klinch, ideatore dell'edificio di culto. All'esterno è da ammirare i dettagli della magnifica facciata. Ecco la Cattedrale del Santissimo Sacramento, California.

Cattedrale del Santissimo Sacramento a Sacramento in California

icona-articoloCi troviamo nel capoluogo dello stato della California,  Sacramento, situato nella costa occidentale degli Stati Uniti. Una città non eccessivamente popolata, se paragonata alle metropoli californiane, ma comunque dinamica, vivace e ricca di attrazioni.
Una di queste attrazioni è il principale edificio ecclesiastico: la Cattedrale del Santissimo Sacramento, situata nel centrale quartiere del Downtown, polo finanziario della città.
Sede vescovile dell’omonima diocesi di Sacramento, la Cattedrale, iniziata ad essere costruita nel 1887 e consacrata nel 1889, si presenta con un’eccezionale stile rinascimentale.

La cattedrale del Santissimo Sacramento, California

Storia e struttura esterna

Cosa visitare a Sacramento

La progettazione ha avuto come modello d’ispirazione la chiesa della Sainte-Trinité, situata nella capitale francese  Parigi. È facile infatti notare delle somiglianze architettoniche tra i due edifici, con linee delicate ed una grande torre centrale.
Per l’ideazione e la realizzazione della Cattedrale del Santissimo Sacramento si deve ringraziare l’architetto Bryan J. Klinch, che diede vita ad una delle più imponenti cattedrali della zona occidentale del fiume Mississippi.

L’esterno stesso si presenta con numerosi dettagli ricollegabili allo stile rinascimentale francese, in particolare per quanto riguarda la magnifica facciata. Tuttavia vi sono anche diversi altri dettagli che vengono associati ad altri stili architettonici.
Primo tra questi dettagli è la cupola, situata parallelamente alla torre centrale, che si presenta con un’eccezionale esempio di stile rinascimentale italiano. E non è ancora tutto: infatti gli interni sono caratterizzati da numerosi dettagli ricollegabili allo stile vittoriano.

Come è capitato per migliaia di edifici ecclesiastici, anche la Cattedrale del Santissimo Sacramento nei decenni ha perso il suo splendore originario. Per tale motivo tra il 2003 ed il 2005 l’edificio fu totalmente restaurato, apportando numerosi e significativi cambiamenti, che riportarono la struttura allo stato osservato all’inaugurazione.
Questi rifacimenti avevano come protagonista, prima tra tutti, la cappella eucaristica, che rappresenta un’importante elemento architettonico tipico delle chiese medievali.

OneMag - Logo Micro
La White House, guida alla residenza del Presidente USA

La struttura interna

Cosa visitare a Sacramento

Una volta varcato l’imponente ingresso della cattedrale del Santissimo Sacramento, è possibile ammirare il fonte battesimale, realizzato in marmo e presentato con una forma ottagonale, il tutto abbellito da un mosaico. Lateralmente sono invece situate le due cappelle: la cappella dei Martiri e la cappella di Nostra Signora, i cui spazi sono interamente dedicati ai fedeli per praticare le proprie preghiere.

Già dalla sua costruzione la Cattedrale del Santissimo Sacramento era dotata di un organo. Questo però è stato rimosso nel 1970, poiché considerato eccessivamente grande, venendo quindi sostituito con uno strumento più piccolo e proporzionato allo spazio interno della chiesa.

Questo però non è quello osservabile tutt’oggi: infatti qualche anno già tardi venne realizzato, ed installato, un organo di 15 gradi, creato appositamente per la chiesa, a cui però vennero incorporate le canne dell’organo originario.

Scopriamo Sacramento

Sacramento in California, guida turistica di viaggio
Sacramento, guida al Campidoglio della California
Old Town di Sacramento
Visitare lo Zoo di Sacramento

 

Condividi su: